LeBron e i suoi Heat sbancano Milwaukee: ora è 3-0

LeBron e i suoi Heat sbancano Milwaukee: ora è 3-0

Commenta per primo!

I Miami Heat si trasferiscono a Milwaukee, nel Wisconsin, dove ad attenderli al Bradley Center per questo terzo game di 1° turno di PlayOffs 2013 ci saranno i padroni di casa dei Bucks guidati dalle due superstar B.Jennings & M.Ellis e desiderosi di vendicare le prime due ‘scoppole’ rimediate nei primi due incontri proprio all’America Airlines Arena dalla truppa di coach Erik Spoelstra.

Parziali: 30-20, 20-27, 18-30, 23-26

Primo Quarto: subito all’attacco i Bucks con Larry Sanders che piazza un bel gioco da 3pt. LeBron James non ci sta e mostra subito le sue reali potenzialità portando i suoi avanti con 5 pt consecutivi, tutto questo mentre gli altri sembrano assistere inermi allo show del #6 degli Heat. A questo punto però la macchina Miami si inceppa, le percentuali dal campo precipitano e la coppia Sanders – Ilyasova sembra poter guidare questi Bucks verso il max vantaggio sul 18 – 11, con la regia di un ispiratissimo Jennings, fino ad allora il più propositivo dei suoi, almeno in fase offensiva. Nonostante la prestazione più che positiva di LeBron e un buon D-Wade però gli uomini di coach Erik Spoelstra chiudono il quarto di apertura in svantaggio di 9 punti, sul 30 – 21.

Secondo Quarto: si torna in campo coi big delle due squadre in panca e coi secondi quintetti guidati da Chris Andersen da un lato e JJ Redich dall’altro lato che rendono la partita piacevole con un susseguirsi di canestri da ambo le parti., fino a quando a poco più di 6′ dalla fine del secondo periodo e con i padroni di casa dei Bucks si trovano sul nuovamente sul +9.
Ritornano quasi tutti i big sul parquet e Miami con la regia di un incontenibile LeBron James e la vena realizzativa del miglior tiratore di tutti i tempi dell’NBA, Ray Allen, cerca di completare la sua rimonta fino a terminare il secondo quarto indietro di sole due lunghezze sul 50 – 48.
Miami è ancora viva.

Terzo Quarto: si ritorna dalla pausa lunga con la voglia di Miami di completare la rimonta e coi Bucks intenzionati a rendere agli Heat la cosa non troppo agevole.
Miami trova così dapprima il sorpasso e l’allungo con un positivo Chris Bosh, ma prima Sanders con una fantastica ‘bimane’ poi Mbah a Moute con la sua energia da ambo i lati del campo provano a tenere in vita e nella serie Milwaukee.
Da qui in poi si verificherà un blackout spaventoso per i padroni di casa che, complice la pessima serata al tiro della coppia Jennings – Ellis vedranno gli Heat scappare via grazie alle giocate di energia della coppia formata da Udonis Haslem e LeBron James, il quale prima dalla lunetta e poi servendo degli ottimi assist per i compagni porta i suoi sul +10, sul 78 – 68 quando siamo giunti all’ultima pausa di questo stupendo incontro.

Quarto Quarto: I Bucks hanno esautito la loro carica e quest’ultimo quarto si apre ancora una volta con Miami che riaccelera e scappa via sino a raggiungere il +16, ovvero il massimo vantaggio della gara complice anche l’ennesima super serata di un sesto uomo di lusso come R.Allen, che fa capire a tutti, ancora una volta perché è temuto e rispettato ancora nella lega e che scrive il suo nome anche nel libro dei record dei Play Offs, eguagliando e superando il record di Reggie Miller nella post season per triple segnate, siamo a 322 in 130 partite giocate nei PlayOffs dall’anno del suo debutto in NBA. Mica male a pensarci bene….. La partita scorre via così, coi Bucks che sono ormai alle corde e coi Miami che si limitano a gestire fino alla fine una partita che, per come era cominciata per la squadra di Erik Spoelstra non lasciava presagire nulla di buono.

E così al Bradley Center gli Heat fanno loro questa gara 3 col punteggio di 104 – 91 e si portano sul 3 – 0 col match ball che potranno giocarsi ancora qui al Bradley Center di Milwaukee domenica sera in quello che potrebbe essere l’ultimo atto di questa serie destinata a concludersi in soli 4 match.

MVP Basketinside.com: LeBron James. Sembra non essere lo stesso nella prima parte ma poi, nella ripresa apparecchia per i compagni specie C.Andersen e R.Allen e ammazza la partita portando la serie sul 3 – 0. Ineluttabile.

Tabellini:

Milwaukee Bucks:

Mbah a Moute 12, Ilyasova 15+8reb , Sanders 16 + 11reb, Ellis 7 + 6ast , Jennings 16 + 8ast, JJ Redick 11, Dunleavy 11, Daniels 2, Dalembert 1

Miami Heat:

LeBron James 22 + 5reb +6ast, Udonis Haslem 12, Chris Bosh 16 + 14reb, Wade 4 + 11reb + 9ast, 
M.Chalmers 7 + 8ast, Battier 2, R.Allen 23 +3reb + 2ast, Chris Andersen 11 + 6reb (5/5 dal campo), N.Cole 7 + 4ast.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy