Miami che scivolone, New York vince a Philadelphia

Miami che scivolone, New York vince a Philadelphia

Commenta per primo!

Miami Heat (54W-24L) – Milwaukee Bucks (32W-46L) 85-90

Miami, priva di Wade, viene clamorosamente sconfitta in casa da Milwaukee e mette seriamente a rischio la sua seconda posizione in classifica ad Est in favore dei Boston Celtics. Gli Heat hanno un  inizio molle di partita (15-25 al 12’), ma nel corso del match (40-45 all’intervallo lungo) rientrano in partita fino ad impattare sul 63-63 alla sirena di fine terzo quarto. L’ultima frazione è punto a punto fino a quando Carlos Delfino decide la contesa con una tripla dall’angolo che da i due possessi di vantaggio ai Bucks (86-82) a 24 secondi dal termine. Per i Bucks i migliori in campo sono Salmons (17p) e Mbah a Moute (14p+12r), tra i Miami come già detto orfani di Wade ci sono 29 punti per Lebron James e 18 punti per Bosh.

Philadelphia 76 Sixers  (40W-39L) – New York Knicks (40W-38L) 92-97

I Knicks espugnano il campo di Philadelphia e scavalcano in sesta posizione in classifica proprio i padroni di casa dei Sixers. Gli uomini di coach D’Antoni hanno controllato l’incontro sin dal primo quarto (19-26 al 12’) andando negli spogliatoi per l’intervallo lungo avanti sul 41-49.  New York ha preso il largo nella terza frazione di gioco (50-67 al 30’), ma, addirittura, si è trovata sotto sul 89-88 con meno di due minuti da giocare. A quel punto  una bomba di Tony Douglas (89-91) ha ridato l’inerzia  della partita nelle mani dei Knicks . Uomo partita tra gli uomini della grande mela Anthony autore di 31 punti con 11 rimbalzi seguito da Stoudemire con 18 punti, per  Philadelphia migliori realizzatori T. Young (25p) ed E. Brand (24p+9r).

Orlando Magic (50W-29L)- Charlotte Bobcats (32W-46L) 111-102 d.t.s.

I Magic hanno la meglio dopo un supplementare dei Bobcats e mettono in ghiaccio la loro quarta posizione in classifica. Ma la vittoria di Orlando è stata molto sofferta (71-76 al 36’), infatti i Bobacats sul 96-96 all’ultimo secondo di gioco hanno fallito un facile appoggio a canestro con Augustin.  Fallita la grande occasione Charlotte è stata spazzata via nell’ overtime dai padroni di casa. Per i Magic torna a ruggire Arenas autore di 25 punti e buone prove di Bass (19p) e Nelson (18p), tra i Bocats maiuscola prova di Henderson con 32 punti a referto.

Indiana Pacers (36W-43L) – Washington Wizards (21W-57L) 136-112

Indiana spazza via i Wizards e mette più di un’ ipoteca sul ottavo posto ad Est l’ultimo valevole per l’ingresso ai play-off.  I Pacers hanno dominato l’incontro sin dalle prime battute (43-39 al 24’), contro dei Wizards molto arrendevoli che avevano ben poche motivazioni. I migliori realizzatori per i Pacers sono Danny Granger (25p) e P.Geoge (23p), ma da segnalare per i gialloblù la partita di Collison con 15 punti + 11 assist. Per Washington ci sono 29 punti per Crawford e 23p + 10r per Blatche.

Toronto Raptors (21W-57L) – Cleveland Cavaliers (17W-61L) 96-104

Sempre più giù I Toronto Raptors, peraltro privi del nostro Andrea Bargnani , sconfitti in casa dai Cavaliers. Ancora più umiliante per i Raptors che la partita poteva già essere considerata in archivio all’intervallo lungo quando Cleveland era avanti di 20 lunghezze (40-60). Ottime prestazioni tra i Cavaliers di J. Hickson (28p+10r) e dell’intramontabile barone Davis (19p+12 assist), tra le fila di Toronto ci sono 28 punti per J. Bayless e 19 punti per Derozan.

Detroit Pistons (27W-51L) – New Jersey Nets (24W-54L) 116-109

Chiude il quadro delle partite ad Est la vittoria interna di Detroit sui Nets. La partita è stata molto equilibrata (89-88 al 36’) e si è decisa in favore dei padroni di casa solo nelle battute finali.  I migliori in casa Pistons sono R.Hamilton con 25 punti, R. Stuckey con 22p + 10 assist e C.Monroe con 20p + 10 r, tra i Nets superba prestazione di B. Lopez autore di ben 39 punti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy