Miami strappa la quinta vittoria consecutiva, Knicks KO a Detroit

Miami strappa la quinta vittoria consecutiva, Knicks KO a Detroit

Commenta per primo!
Photo: fansided.com

MINNESOTA @ WASHINGTON: 100-104 – I Wizards tornano alla vittoria, superando davanti al pubblico amico i Timberwolves. Non è bastata la solita grande prova di Kevin Love (doppia doppia da 25 punti e 11 rimbalzi) per far fronte alla coppia Nene-Beal, che hanno combinato 45 punti e trascinato Minnesota alla vittoria. Decisivo anche Wall, che oltre ad aver pareggiato il suo record di assist in carriera (16), è riuscito a contenere Kevin Martin, costringendolo a forzare (e sbagliare) il tiro del pareggio a 20 secondi dalla sirena.

NEW YORK @ DETROIT: 86-92 – Altra sconfitta per gli uomini di coach Woodson, sempre più in basso nella stravolta Eastern Conference. A superare la franchigia newyorkese questa volta sono stati i Pistons di Gigi Datome (autore di 3 punti in 4 minuti sul parquet), che potrà quindi godersi la vittoria sul “Mago” Bargnani, piuttosto opaco in quel di Detroit (13 punti). Top scorer per i locali Rodney Stuckey, che partendo dalla panchina ha firmato 21 punti e 5 assist; tra le file dei Knicks, a nulla sono valsi i 25 punti di ‘Melo.

ATLANTA @ MIAMI: 88-104 – Vittoria in scioltezza per gli Heat, alla rincorsa della vetta della Eastern Conference. Non c’è stata storia alla TripleA, con LeBron e compagni che, pur privi di Wade ed Oden, hanno combinato una sostanziosa prova di squadra, strappando il break decisivo nel terzo periodo. A salire in cattedra Chris Bosh, che ha timbrato 19 punti con un ottimo 8/9 dal campo.

BOSTON @ HOUSTON: 85-109 – Opaca la prova dei Celtics in Texas, che hanno rimediato la quarta sconfitta di fila dopo un avvio di stagione ben al di sopra delle aspettative. Non è stata la serata di James Harden (15 punti); è stata, invece, la serata di Terrence Jones. L’ala da Kentucky ha messo a referto 24 punti accompagnati da 9 rimbalzi e spinto la truppa di coach McHale ad un agevole successo. Del tutto vani i 17 punti di Lee, con la franchigia del Massachusetts alle prese con una serata assai negativa al tiro (32% dal campo per i C’s).

PHOENIX @ SACRAMENTO: 104-107 – Nell’ultima sfida della notte vittoria di misura dei Kings sui Suns, che si sono arresi solo alla sirena finale fallendo con Marcus Morris la tripla che con ampie probabilità sarebbe valsa la W. Fondamentale per la formazione californiana l’eccellente performance di DeMarcus Cousins, che ha offerto alla causa 27 punti e 12 rimbalzi. In grande spolvero anche Green, che ne ha messi 23, ma non è stato sufficiente per evitare il KO dei “Soli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy