NBA Playoff Inside: Portland al cardiopalma, Bucks di forza

NBA Playoff Inside: Portland al cardiopalma, Bucks di forza

Le serie svoltano: Portland prende la guida della propria serie dopo quattro supplementari mozzafiato, mentre i Bucks strappano la vittoria a Boston

di Raffaele Guerini

Se siete rimasti in piedi stanotte per godervi Denver – Portland, siete stati più che ripagati della scelta. Ai Playoff si gioca sul serio, come dimostrato dalle due squadre dell’Ovest che stanotte hanno dato spettacolo.

La spuntano i Trail Blazers dopo 4 supplementari, a dimostrazione che nessuna delle due squadre ha mollato un solo centimetro lungo tutto l’arco della partita. Una partita sempre equilibrata, che ha visto molteplici cambi di fronte fino alla fine: tuttavia, sono i secondi finali quelli determinanti. Palla a Portland che, sotto di un punto, si affida al tiro di Rodney Hood (sontuoso nei tempi extra): tripla, canestro e +2 Blazers, 136-138. Attacco Denver, che va subito a cercare Jokic spalle a canestro: il serbo fa a sportellate e rimedia il fallo, presentandosi sulla linea del tiro libero. La tensione però gioca un brutto scherzo al centro di Denver, autore di una prestazione incredibile. 33 punti, 18 rimbalzi e 14 assist: Denver deve ringraziare il Draft 2014 in molti modi, ma Jokic si blocca dalla lunetta e sbaglia il primo tiro libero, lasciando i suoi ad un massimo di 137. Segna il secondo, Portland chiama timeout e cerca di evitare il fallo di Denver più a lungo possibile: CJ McCollum segna i due tiri liberi senza problemi, intercetta l’ultimo disperato tentativo di passaggio dei Nuggets e regala la vittoria a Portland. Serie ora sul 2-1, con la prossima partita ancora in casa per Lillard e compagni. Denver però non è certo spacciata: entrambe le squadre hanno espresso un ottimo gioco stanotte, ragion per credere che anche le prossime partite non saranno dall’esito facile.

A Est, la sfida tra la regina della classe dimostra di meritarsi quella prima posizione a fine Regular Season. Boston però dà l’avvio ad una partita che sembra ricordare molto Gara 1: guadagna subito un buon parziale e chiude la prima metà di gara in vantaggio, dopo aver raggiunto anche un massimo vantaggio di 12 punti nel secondo quarto. Stevens dimostra ancora una volta di aver preparato la serie in maniera approfondita, mentre i tifosi Bucks tremano pensando di assistere di nuovo ad un copione già visto. Paura che viene totalmente spazzata via con la chiusura del terzo quarto: Milwaukee resta in scia per i primi 6 minuti per poi dilagare nella seconda metà. Riesce a raggiungere i 10 punti di vantaggio in chiusura di quarto, per poi giocare un’ultima frazione di gara ad un ritmo che i Celtics non riescono più a sostenere. La partita si chiude con Milwaukee in vantaggio di 7 e una vittoria nella prima partita in trasferta della serie. Hayward, pur segnando 2 triple, non trova la quadra dalle altre zone di campo e chiude con 0 su 4 da 2; Irving, ottimo al tiro libero con 11-12, riporta in zona normale le proprie percentuali dal campo dopo la pessima gara 2 ma non abbastanza da trascinare i suoi alla vittoria. Giannis invece in serata di grazia con 32 punti, 13 rimbalzi e 8 assist, con anche 3 stoppate.

Denver Nuggets @ Portland Trail Blazers, 137-140 4OT (Murray 34, Jokic 33, Barton 22; McCollum 41, Lillard 28, Hood 19)

Milwaukee Bucks @ Boston Celtics, 123-116 (Antetokounmpo 32, Hill 21, Middleton 20; Irving 29, Tatum 20, Brown 18)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy