NBA Playoffs, Eastern Conf. Finals, Gara 3 – Toronto batte un colpo: è 2-1

NBA Playoffs, Eastern Conf. Finals, Gara 3 – Toronto batte un colpo: è 2-1

I canadesi, dopo essere usciti con le ossa rotte dalla prime due sfide, battono un colpo in gara 3 e portano la serie sul 2-1.

I Toronto Raptors, dopo essere usciti con le ossa rotte dai primi due episodi della serie, battono un colpo e danno un importante segno di vita in queste Eastern Conference Finals. Per Cleveland si tratta della prima sconfitta in questi playoffs, arrivata dopo dieci vittorie consecutive. Nulla di allarmante, certo, anche se i canadesi hanno dimostrato in maniera concreta di poter mettere in difficoltà un avversario certamente più quotato.

L’inizio della partita vede subito protagonista la coppia Lowry-DeRozan che colpisce ripetutamente la difesa dei Cavs, rispettivamente, dall’arco e con il tiro dalla media distanza, arma impropria nelle mani dei due. L’inerzia della sfida non si sposta nemmeno nel secondo periodo: i Raptors difendono, grazie soprattutto ad un eccezionale Bismack Biyombo, e continuano a muovere bene la palla in attacco costruendo, così, ottimi tiri da tre punti, buona parte dei quali vanno a segno. Sul finire del primo tempo cominciano le storie tese: Biyombo, nonostante il +18 dei suoi, decide di spingere in maniera gratuita Irving a metà campo, Tristan Thompson si avvicina al congolese in maniera abbastanza minaccioso ma l’intervento degli arbitri sembra poter far passare tutto in un nulla di fatto, fino a quando LeBron James viene colpito da una manata in faccia che lo manda a terra. Colpo che, però, non era stato dato da un giocatore dei Raptors ma, involontariamente, dallo stesso Thompson.

Nel terzo quarto i Cavs provano a rientrare con James, che mette a segno un canestro più fallo impressionante per potenza fisica, e con J.R. Smith, sempre letale quando c’è da mettere tiri pesanti da oltre l’arco: il risultato è che Cleveland torna al -5. Toronto, però, risponde colpo su colpo, grazie alla solida prova di DeRozan ed alla brutta, bruttissima, prestazione al tiro di Kevin Love e Kyrie Irving che lasciano i Cavs orfani di due pedine importanti in attacco. A peggiorare le cose per la truppa di coach Lue ci pensa Corey Joseph che infila una tripla allo scadere del terzo periodo, spingendo i suoi nuovamente sulla doppia cifra di vantaggio. Nel quarto quarto, nonostante qualche timido tentativo dei Cavs, la partita è gestita dai Raptors che chiudono con il punteggio di 99-84. Da segnalare l’uscita prematura dal parquet di Irving a causa di un problema al petto, anche se non sembra di grande entità.

Cleveland Cavaliers @ Toronto Raptors 84-99 (24-27, 47-60, 70-80)

Cavs: James 24, Love 3, Thompson, Smith 22, Irving 13, Shumpert 3, Frye 11, Jefferson 5, Dellavedova, Jones D., Williams 3, Jones J., Mozgov.

Raptors: Carroll 10, Scola, Biyombo 7 (26 rimbalzi), DeRozan 32, Lowry 20, Joseph 14, Ross 3, Patterson 10, Johnson 3.

Key Stat: i Raptors tirano meglio dal campo (46% contro il misero 35% degli avversari) e dominano a rimbalzo: 54-40 il conto delle carambole in favore dei canadesi.

MVP: Demar DeRozan. A lui si appende Toronto per rimanere viva in questa serie e lui risponde presente: 32 punti con un solido 12/24 dal campo. Nota di merito per Biyombo che raccoglie 26 rimbalzi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy