NBA Playoffs, I turno, Gara 5 – Ancora un rimbalzo di Lee! Charlotte vola sul 3-2

NBA Playoffs, I turno, Gara 5 – Ancora un rimbalzo di Lee! Charlotte vola sul 3-2

Charlotte vince il famoso “pivotal game”, in una partita piena di colpi di scena, parziali e rimonte. Miami deve ora cercare di evitare l’eliminazione in North Carolina e riportare la serie a South Beach.

 

Charlotte Hornets @ Miami Heat (28-25; 49-47; 65-71) 90-88

Parte forte Miami che vuole dare un segnale importante, dopo le due sconfitte in North Carolina; 14-6 dopo 4′, con Clifford costretto al time out. Time out dal quale escono bene gli Hornets, che costruiscono un parziale di 14-0, ispirato dalla difesa. Deng riporta a contatto i suoi con una tripla, ma è Charlotte a chiudere avanti, 28-25.

Il secondo periodo vede una prima fase molto caotica, con Spoelstra che manda in campo un quintetto atipico, con Green e McRoberts (ai limiti della rotazione delle ultime settimane) in campo contemporaneamente; gli Heat trovano energia ma non punti. Il primo canestro del quarto arriva dopo oltre 3′ e porta la firma di Spencer Hawes. Da qui Charlotte costruisce un parziale di 10-0, portandosi sul 40-28. Miami ritrova la propria difesa e due super schiacciate di Deng e Wade infiammano la Triple A. Sulle spalle del #3 gli Heat rimontano, fino a concludere il primo tempo si in svantaggio, ma di appena due lunghezze, 49-47.

Terzo quarto che inizia con Charlotte che si porta sul +5 con una tripla di Williams. Da lì però Miami trova ritmo in attacco, raggiunge e sorpassa gli Hornets. Trovano il canestro Wade, Deng e Richardson, con Winslow fondamentale in difesa. Per Clifford rispondono Jefferson e Zeller. Il periodo si chiude sul +6 per i padroni di casa.

Il quarto periodo è un’altalena di emozioni. Charlotte si riporta a contatto grazie a un Marvin Williams positivo anche oltre le cifre e un Jeremy Lin meno dirompente rispetto a gara 4, ma comunque importante (11 punti, 7 assists e 6 rimbalzi). Gli ultimi minuti sono di puro cuore, tra chiamate arbitrali discutibili, errori banali, rimbalzi offensivi e giocatori che si lanciano a terra su ogni pallone. Un generosissimo Wade, con 4 punti di fila porta i suoi a +3 (88-85) a 2:27 dalla fine. Da lì in poi Miami non segnerà più un singolo punto. La giocata decisiva è di Courtney Lee, che, sul punteggio di 88-87 strappa il rimbalzo offensivo e infila la tripla del definitvo +2.

Precisazione doverosa, dopo le polemiche di gara 4: gli Heat possono recriminare per un fallo non fischiato sullo stesso Wade a 3 secondi dalla fine ma, nel complesso, non si può dire che l’arbitraggio li abbia sfavoriti. Si torna in Norh Carolina per gara 6, con Miami spalle al muro e Charlotte pronta a togliersi una grandissima soddisfazione e, chissà, a cominciare a sognare in grande.

MVP: Marvin Williams. Al di là dei 17 punti e 8 rimbalzi (entrambi team high), l’ex Atlanta è stato fondamentale per il tempismo di alcuni canestri. Fondamentale.

Key Stat: la differenza sta tutta nel tiro da fuori; 12\24 per Charlotte, 5\18 per Miami

Hornets: Walker 14 , Lee 8, Williams 17 (8 rimbalzi) , Kaminsky 8, Jefferson 14 (7 rimbalzi), Batum 8, Lin 11 (7 assists), Hawes 6, Zeller 4.

Heat: Dragic 10, Wade 25, Johnson 13, Deng 16, Whiteside 11 (12 rimbalzi e 4 stoppate), Richardson 8, Green, McRoberts, Winslow 5 (9 rimbalzi).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy