NBA Playoffs Inside, Finale Ovest, Gara 1: I Warriors non falliscono in casa, 1-0 sui Rockets

NBA Playoffs Inside, Finale Ovest, Gara 1: I Warriors non falliscono in casa, 1-0 sui Rockets

http://a2.fssta.com

Houston Rockets @ Golden State Warriors 106-110 (31-24, 24-34, 24-26, 27-26)

Golden State Warriors in vantaggio 1-0.

Finali di Conference, gara 1 si gioca alla Oracle Arena, casa caldissima dei Golden State Warriors. Warriors che si presentano a questa sfida Playoff con un vantaggio medio di 15 punti e 4-0 nelle sfide in regular season contro i Rockets di James Harden.

All’inizio la sfida è molto equilibrata, ma a metà del primo quarto i Rockets scavano il primo mini vantaggio, grazie al lavoro sotto canestro dove partono decisamente meglio in confronto ai padroni di casa. I Rockets trovano punti importanti sotto canestro anche da protagonisti inaspettati come Clint Capela, in campo a causa di un infortunio di Dwight Howard (Josh Smith gli cade involontariamente sul ginocchio in una lotta a rimbalzo).

A 7 minuti dal termine del secondo quarto, i Rockets toccano il +17, massimo vantaggio stagionale contro i Warriors. Da questo momento in poi, si svegliano finalmente i padroni di casa, grazie al loro gioco veloce e pieno d’energia. Protagonista è Shaun Livingston, che suona la carica con 10 punti nel secondo quarto e guida i Warriors alla rimonta. All’intervallo i Warriors sono in vantaggio 58 a 55, Steph Curry è protagonista di un buzzer beater in faccia a Capela da highlights, stupendo da vedere e rivedere. Impressionante l’energia dei Warriors che dal momento in cui toccano il -17, sono protagonisti di un parziale 25-6, che ribalta la partita.

Al rientro in campo dopo l’intervallo, regna sempre l’equilibrio tra Warriors e Rockets. Questo è decisamente il momento delle superstar, James Harden e Stephen Curry sono i rispettivi leader, e la partita è sempre bellissima e molto equilibrata.

A 5 minuti dal termine, il punteggio è fermo sul 97-97. Curry e Barnes sono autori di punti importanti, che permettono ai Warriors di scavare un mini vantaggio di 6 punti. Trevor Ariza è protagonista di uno scontro con Draymond Green, abile nel provocare i Rockets, i quali si innervosiscono in particolare proprio Trevor Ariza.

Sul 103 a 97 per i Warriors, Curry è autore di una tripla pazzesca, che in pratica chiude i giochi per i padroni di casa sul 106 a 97 a 3 minuti scarsi dal termine di gara 1.

Non è sufficiente per i Houston Rockets, un James Harden da quasi tripla doppia con 28 punti, 11 rimbalzi e 9 assist.

Ora è già decisiva gara 2, nella notte tra giovedì e venerdì, sempre qui a Golden State, dove i Rockets dovranno impedire un’ulteriore vittoria dei Warriors ed evitare di andare sotto 2-0 nella serie.

Rockets: Ariza 20, Smith 17, Howard 7 (13 rimbalzi), Harden 28 (11 rimbalzi), Terry 7, Jones 5, Prigioni 4, Capela 9, Brewer 9.

Warriors: Barnes 14, Green 13 (12 rimbalzi), Bogut 0, Thompson 15, Curry 34, Iguodala 4, Lee 2, Livingston 18, Ezeli 6, Barbosa 4.

MVP: Stephen Curry. Steph è l’autentico leader e trascinatore di questi Golden State Warriors. Citazione anche per un Livingston sontuoso, ma Curry con 34 punti è protagonista assoluto, e autore di alcuni buzzer beater a dir poco spettacolari e decisivi.

Key Stat: Decisivo è il ritmo della partita. Se i Warriors riescono a giocare come prediligono, correndo al massimo e tirando il più possibile, la serie si fa dura per i Rockets, che devono cercare di sfruttare maggiormente la loro potenza sotto canestro.

Losing Effort: L’infortunio di Dwight Howard nel momento migliore dei Rockets è stato un duro colpo. Dal momento in cui Dwight si è infortunato, i Warriors hanno piazzato un parziale decisivo per rientrare in partita. Decisiva sarà la condizione del centro dei Rockets in questa serie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy