NBA Playoffs Inside, Finale Ovest, Gara 5: Splash Brothers scatenati, è finale NBA per i Golden State Warriors

NBA Playoffs Inside, Finale Ovest, Gara 5: Splash Brothers scatenati, è finale NBA per i Golden State Warriors

http://imgick.al.com

Houston Rockets @ Golden State Warriors 90-104 (22-17, 24-35, 22-22, 22-30)

I Golden State Warriors vincono la serie 4-1.

Primo Match Point alla Oracle Arena per i Golden State Warriors per accedere alle Finali NBA, classico Win or Go Home per i Rockets di James Harden.

Nel primo quarto, la partita è molto bloccata a causa della tensione e della posta in palio, decisamente alta. I Rockets chiudono la prima frazione in vantaggio di 5 lunghezze, con i Warriors che hanno messo a referto solo 17 punti, cercando con insistenza di entrare in ritmo.

Nel secondo quarto, i Warriors ci riescono decisamente, e i protagonisti sono i Splash Brothers, Steph Curry e Klay Thompson. Spinti dal pubblico di casa i Warriors bombardano di triple i Rockets. Thompson uscendo dai blocchi è decisamente immarcabile, segnando varie triple, e non da meno è Stephen Curry. L’MVP della stagione, nonostante sia più volte raddoppiato, è scatenato. Segna alcuni tiri pazzeschi, e guida i suoi Warriors al vantaggio di 6 lunghezze all’intervallo. I Splash Brothers combinano per 20 punti nel solo secondo quarto. Ennesimo scontro tra Bogut e Howard, entrambi sanzionati con un tecnico, settimo tecnico nei Playoffs per quest’ultimo (sospensione nella prossima partita in caso di vittoria dei Rockets).

Nel terzo quarto sale di colpi la difesa dei Warriors. Green e Iguodala in particolare, ma tutta la squadra è protagonista. James Harden non riesce ad essere incisivo come le precedenti partite, merito come già detto della grande difesa dei padroni di casa. Il barba chiuderà la partita con 14 punti ma con 13 palle perse (ne aveva perse 11 in totale tra gara 1 e gara 4). Il copione non cambia col continuare della partita, con i Warriors sempre avanti nel punteggio.

Nell’ultimo quarto, Trevor Ariza colpisce involontariamente Klay Thompson con una ginocchiata in testa, saltando ad una finta della guardia di Golden State. Per Thompson nulla di grave ma non rientrerà nella partita, e poco dopo le cure mediche negli spogliatoi, sarà già in panchina ad assistere al trionfo della squadra di casa. Harrison Barnes è autore di una grande partita, in particolare nell’ultimo quarto dove segna a ripetizione, permettendo ai Warriors di scavare il vantaggio finale e portarsi a casa partita, serie e titolo di Conference.

I Warriors avanzano in finale NBA per la settima volta nella loro storia, attendevano questa finale dalla stagione 1974-1975. In quella stagione i Warriors vinsero il titolo e Rick Barry fu nominato MVP. Ora la dubnation aspetta e spera con ansia che il copione si ripeta.

Fra una settimana esatta si giocherà gara 1 delle finali alla Oracle Arena, tra Golden State Warriors e Cleveland Cavaliers, ovvero la sfida che tutti attendono, Stephen Curry contro Lebron James, dove ci sarà da divertirsi.

Rockets: Ariza 15, Smith 11, Howard 18 (16 rimbalzi), Harden 14, Terry 16, Jones 0, Prigioni 0, Brewer 16, Capela 0.

Warriors: Barnes 24, Green 9 (13 rimbalzi), Bogut 0 (14 rimbalzi), Thompson 20, Curry 26, Ezeli 12, Iguodala 6, Livingston 0, Barbosa 7, Lee 0.

MVP: Stephen Curry. L’MVP della partita è l’MVP della stagione regolare, quel Stephen Curry che sta dominando i Playoffs. Leader della squadra, Steph è autore di una prestazione totale che oltre ai 26 punti, aggiunge 8 rimbalzi e 6 assist.

Key Stat: Il ritmo alto dei Warriors è la chiave della partita e di tutta la serie. Se i Warriors riescono a correre, giocando a ritmi alti, è decisamente dura per tutti quest’anno. Molto presenti oltre all’MVP Curry, Harrison Barnes e Klay Thompson con 24 e 20 punti a testa, e il fondamentale apporto difensivo di Green e Bogut.

Losing Effort: Pessima serata per James Harden con 2 su 11 dal campo e 13 palle perse. Il barba è il meno colpevole della sconfitta nella serie per i Rockets, dove i suoi compagni, Dwight Howard in particolare, si sono sciolti sul più bello, non dimostrando un carattere da vincenti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy