NBA Playoffs Inside, I Turno Est, Gara 4: Deron Williams monumentale, è 2-2 all’overtime

NBA Playoffs Inside, I Turno Est, Gara 4: Deron Williams monumentale, è 2-2 all’overtime

Commenta per primo!
http://images.performgroup.com

Atlanta Hawks @ Brooklyn Nets 115-120 OT (24-25, 51-45, 82-74, 104-104)

Serie in parità sul 2-2

Dopo una gara 3 in cui i Nets hanno dominato a rimbalzo e in cui Atlanta ha tirato male dal campo, i Falchi cercano riscatto. Con gli Wizards certamente seduti sul divano in attesa di vedere chi affronteranno al secondo turno, la partita parte su ritmi bassi, ma Korver, 0/5 da oltre l’arco in gara 3, ci mette 5 minuti scarsi a segnare una tripla delle sue in transizione. Gli ospiti giocano liberamente ma Deron Williams, 6 miseri punti di media in questa serie, stasera è offensivamente ispiratissimo (11 punti nella prima frazione) e mantiene i suoi in scia agli ospiti, che perdono un paio di palloni di troppo facendosi superare al termine della stessa. Il secondo si apre con un parziale di 7-0 firmato dai Nets, costringendo Coach Budenholzer a chiamare time out. Horford si dirige negli spogliatoi, dopo aver subito un colpo al mignolo malmesso in Gara 1, per poi tornare dopo un paio di minuti; nel frattempo, Bazemore si fa sentire in difesa mentre Korver e Schroder riportano a contatto i rossoblu.

Prima dell’intervallo lungo si accende anche Demarre Carroll (3 su 4 da tre punti nel primo tempo e 15 punti totali) e gli Hawks vanno al riposo lungo sul +6. Terzo quarto che si apre con piacevoli schermaglie e canestri da ambo le parti, prima di un allungo Hawks che porta i Falchi fino al +12 con 4 minuti sul cronometro prima dell’ultima pausa; se gli Hawks erano stati surclassati a rimbalzo in Gara 3, in Gara 4 riescono a dominare sotto le plance, anche offensivamente, e ad ottenere tanti secondi tiri. Un’ingenuità clamorosa della loro difesa, però, permette ai Nets di rimanere sotto i 10 punti di distanza al termine della frazione.

Williams e soci tornano in campo per ricucire subito lo strappo con un quintetto piccolo (Young da 5), e in poco più di 2 minuti pareggiano a quota 85. Tornati in campo dopo un time out, i Falchi cominciano bene con una tripla del solito Korver, per poi subire 7 punti in fila di uno scatenato Deron Williams e venire richiamati in panchina una seconda volta, per evitare che i Nets prendano il largo.

Negli 5 minuti finali dei tempi regolamentari succede di tutto: dopo il pareggio e controsorpasso Hawks, Williams si inventa una tripla pazzesca e serve a Lopez l’assist del +3. Teague dalla lunetta accorcia per il -2, e con 24 secondi da giocare i Falchi hanno la palla in mano per pareggiare o provare a scavalcare i Nets: Millsap riesce a schiacciare in terzo tempo, pareggio con 16.4 da giocare e palla ai padroni di casa. Williams, forse troppo frettolosamente, tira e sbaglia, permettendo l’ultimo possesso ospite con sei secondi da giocare. Millsap non fa in tempo a tirare, è overtime. Nel supplementare, sotto di 3 a un minuto dal termine, gli Hawks provano a pareggiare con Korver per ben tre volte consecutive, ma la palla non entra. E’ 2-2 al Barclays Center, si torna in campo ad Atlanta già mercoledì notte.

Hawks: Teague 20 (11 assist), Carroll 20, Horford 17, Millsap 16 (12 rimbalzi), Korver 16 (11 rimbalzi), Schroder 10, Scott 8, Antic 6, Bazemore 2.
Nets: Williams 35, Lopez 26 (10 rimbalzi), Johnson 17, Bogdanovic 15, Anderson 11, Young 10, Jack 4, Plumlee 2.

Key Stat: ben 26 punti da palle perse per i Nets, che perdono ben 7 palloni in meno degli ospiti.

MVP: Deron Williams, dopo tre partite anonime, trascina i suoi con 35 punti (career high ai Playoffs), 5 rimbalzi, 7 assist e 3 recuperi a fronte di due sole palle perse.

Losing Factor: sebbene giochi una partita discreta, solo 4 su 13 da 3 punti per Kyle Korver, con 3 errori consecutivi al termine del supplementare che negano il pareggio ai suoi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy