NBA Playoffs Inside I Turno, Gara 1: Houston domina, niente da fare per i Mavs

NBA Playoffs Inside I Turno, Gara 1: Houston domina, niente da fare per i Mavs

Commenta per primo!
www.foxsports.com

Dallas Mavericks @ Houston Rockets 108 – 118 (19-32, 36-27; 22-25, 31-34)
HOU conduce la serie 1-0.

 

Comincia nel migliore dei modi l’avventura ai playoffs per gli Houston Rockets. La squadra del candidato MVP James Harden, autore di 24 punti e 11 assist, non da mai la sensazione di poter perdere la partita, trovando punti preziosi in giocatori come Trevor Ariza, Jason Terry, Terrence Jones e Corey Brewer. Dallas, che ha faticato in attacco ma soprattutto in difesa, dovrà dimenticare in fretta questa gara 1, consapevole però di avere a disposizione un Rajon Rondo migliore rispetto a quello visto in regular season.

I QUARTO:
Partono subito forte i padroni di casa trascinati dalle 4 stoppate in 5 minuti di Dwight Howard. L’ex centro degli Orlando Magic guida i suoi ad un parziale di 14-4 che permette ai Rockets di gestire la prima frazione di gioco con relativa tranquillità. Gli ospiti con una difesa passiva e un attacco poco fluido, lasciano il via libera a Houston per un monologo conclusosi sul 32 a 19.

II QUARTO:
Inizia il secondo periodo con una brutta notizia per i Rockets: Howard commette il suo terzo fallo della partita ed è costretto a sedersi in panchina. Cercano di approffittarne allora gli ospiti con una timida reazione che sfocia in un parziale di 13-5 per i Mavericks, che costringe McHale a chiamare un timeout. Houston non gioca più come prima, Rondo torna sul parquet totalmente rigenerato e insieme a Nowitzki riporta i suoi sul 40-40 a 4.30 dal termine. Il playmaker ex Celtics con 11 punti e 3 assist sposta il momentum dalla parte dei Mavs, fino a quando Ariza con una tripla molto fortunosa porta i Rockets sul +4 e definitivo 59-55.

III QUARTO:
Di ritorno dopo l’intervallo, i Rockets ritrovano sul parquet di gioco Howard, ed è subito 6-0 di parziale per i razzi. I Mavericks, dopo il timeout chiamato da Carlisle, collezionano un gioco da 4 punti di Nowitzki che genera false speranze. Da lì in poi, infatti, Houston prende nuovamente il controllo della gara nonostante Howard debba lasciare il posto a Capela per problemi di falli. Jason Terry continua il suo super momento e grazie ad un 4/6 dalla linea dei 3 punti, porta i Rockets a toccare il +14. Il vantaggio rimane sempre in doppia cifra fino allo scadere di frazione, quando una tripla in transizione di Monta Ellis porta i Mavs sul -7.

IV QUARTO:
Houston inizia bene l’ultimo periodo, mantenendo sempre a 10 le distanze. A 7′ dal termine, Howard porta a 5 il numero di falli personali, ed è costretto nuovamente a sedersi in panchina. Timidamente Dallas rientra in partita portandosi sul -6, ma un Corey Brewer in stato di grazia allontana definitivamente gli ospiti. Tre triple consecutive e importantissime per l’ex Timberwolves, che spaccano la partita e non permettono più ai Mavs di rientrare. 118-108 il risultato finale. L’appuntamento ora va a gara 2, sempre al Toyota Center.

HOU: Ariza 12, T.Jones 19 (11 RMB, 6 AST), Howard 11, Harden 24 (11 AST), Terry 15, Capela 8, Prigioni 2, J.Smith 11, C.Brewer 15.
DAL: Parsons 10, Nowitzki 24 (6 TO), Chandler 11 (18 RMB), Ellis 16, Rondo 15, Aminu 2, Harris 2, Stoudemire 10, Barea 12, Jefferson 0, Villanueva 6.

MVP: James Harden, il più atteso alla vigilia. Doppia doppia per il leader dei Rockets che realizza va in lunetta 17 volte, realizzando 15 liberi. Menzione d’onore a Trevor Ariza, autore di una prestazione all around di pregevole fattura.

Losing Factor: Chandler Parsons. Fischiatissimo per tutta la partita dai suoi ex tifosi, non riesce a entrare mai nel vivo dell’incontro. Al rientro dall’infortunio, tira con il 30% dal campo (5-15) e non riesce mai a dare aiutare davvero la sua squadra. Con le stesse percentuali tira anche Monta Ellis che, a parte la tripla allo scadere del terzo quarto, combina poco o nulla.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy