NBA Playoffs Inside, I Turno, Gara 2: Butler decide nel quarto periodo una partita nervosissima

NBA Playoffs Inside, I Turno, Gara 2: Butler decide nel quarto periodo una partita nervosissima

Commenta per primo!

Milwaukee Bucks @ Chicago Bulls 82-91 (16-11; 38-39; 68-71) I Bulls conducono la serie 2-0

dailyherald.com
Nei quattro precedenti in stagione regolare, le due squadre hanno sempre faticato a trovare la via del canestro. Non cambia molto in questa gara 2, con il punteggio del primo parziale che si chiude sul 16-11 per gli ospiti. Le squadre non segnano per oltre 3 minuti, prima che Gasol e poi Dudley fissino il risultato dei primi 12′. Grazie a 4 punti di fila di Bayless, i Bucks volano anche a +9 (20-11 al 13′), ma Chicago risponde immediatamente con un 9-0 firmato da Butler e Brooks. Qui iniziano le prime schermaglie, con una rissa sfiorata e ben 4 tecnici, due per squadra. Milwaukee resiste con la testa avanti grazie a Ilyasova, ma ci pensa ancora Butler a firmare il primo vantaggio Bulls (32-31 a 3′ dall’intervallo). L’equilibrio regna sovrano fino alla sirena di metà gara, che vede Chicago avanti 39-38 grazie al semigancio di Mirotic a 1″ dal termine. Dopo lo 0/7 del primo tempo, Rose segna 5 punti in fila e porta i suoi a +6 (48-42 al 26′). Ma i Bucks chiudono subito il gap e tornano anche avanti (53-52 al 30′) grazie ad un “and one” di Middleton, già a 17 punti. Con 12 punti solo nel terzo periodo, Rose cerca di aumentare il distacco e infatti Chicago si ritrova sul 71-66 a 1′ dalla fine del quarto. La coppia Mayo-Bayless guida i Bucks ad un 8-0 che li riporta avanti (74-71) nei primi 2′ dell’ultima frazione. Ma da lì nasce un 13-0 nel quale Butler segna la bellezza di 10 punti. I padroni di casa si ritrovano quindi sul 84-74 a 6′ dalla fine. Milwaukee torna a -5 (85-80 a 4′ dal termine), ma i due tecnici – con conseguente espulsione – a Pachulia nel giro di 70″ decidono il match, poiché Chicago li sfrutta per andare anche a +9 grazie alla coppia Butler-Rose. Chicago l’ha messa anche sul nervosismo e Milwaukee non è riuscita a prenderne il sopravvento. Ora si va in Wisconsin, dove i ragazzi di coach Kidd necessitano di una doppia vittoria se vogliono continuare il loro sogno. La realtà è che già portarne a casa una sarà molto difficile. Quella di oggi è la decima sconfitta di fila ai Playoffs per i Bucks: l’ultima W fu 5 anni fa contro gli Atlanta Hawks.
bleacherreport.com
Bucks: Middleton 22, Carter-Williams 12, Mayo 8, Bayless 8, Henson 8, Ilyasova 8, Pachulia 7, Antetokounmpo 6 (11 rimbalzi), Dudley 3 Bulls: Butler 31, Rose 15, Dunleavy 12, Gasol 11 (16 rimbalzi), Mirotic 8, Noah 6 (19 rimbalzi), Brooks 5, Snell 3, Gibson Key Stats: solo 4 perse (con 10 steal) per i Bucks, ma poi Chicago prende 16 rimbalzi in più (64-48) e distribuisce il doppio degli assist (26-13) MVP: Jimmy Butler. Nei momenti più importanti del match lui c’è sempre. Compreso l’ultimo quarto, dove segna 14 dei suoi 31 punti. 10/19 al tiro con 3/9 da 3 (aveva sbagliato le prime 6 conclusioni da oltre l’arco) e 8/14 ai liberi. Inoltre cattura 9 rimbalzi, smazza 2 assist e dà una stoppata in 46′. Losing Factor: Zaza Pachulia. Non ci capisce molto in difesa tra Gasol e Noah, ma si fa espellere a causa di 2 tecnici in poco più di un minuto nel momento più delicato del match. Doveva dare esperienza ai giovani Bucks, ma si fa beccare come un pivello dai Bulls. Chiude con 7 punti (3/8 da 2) e 6 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy