NBA Playoffs Inside, I Turno, Gara 3: Leonard fa il fenomeno, per i Clippers è notte fonda

NBA Playoffs Inside, I Turno, Gara 3: Leonard fa il fenomeno, per i Clippers è notte fonda

Los Angeles Clippers @ San Antonio Spurs 73-100 (16-25, 38-46, 49-70)

Spurs conducono la serie 2-1


Gli Spurs demoliscono i Clippers in gara-3 con una prestazione perfetta e si portano in vantaggio nella serie. Il primo periodo è subito dominio nero-argento, con una difesa eccellente che limita gli avversari ad un solo canestro nei primi 4’16” ed il tabellone che recita 11-2 grazie a due canestri per parte di Green e Leonard. Gli ospiti si svegliano in attacco, ma Kawhi è ispiratissimo e con 10 punti guida i suoi sul +9 alla prima sirena. Nel secondo quarto San Antonio gestisce il vantaggio senza riuscire a creare un solco significativo, piazzando però un bel 9-0 quando Paul e compagni sembrano risalire la china. All’intervallo i Clippers hanno realizzato appena 38 punti, e nella ripresa la musica non cambia.

Leonard torna in campo più in fiamme che mai, e con 11 punti nei primi 4′ di gioco conduce i suoi sul +16. Gli ospiti attaccano in maniera a dir poco confusionaria, ed i soli 11 punti messi a referto nel terzo periodo rappresentano il minimo stagionale. Con soli 4 tentativi mandati a segno dai Clippers ed il #2 degli Spurs che continua a martellare, si arriva all’ultimo periodo con 21 punti di scarto e l’impressione è che il pensiero delle due squadre sia già a gara-4. Popovich però non si fida, continua a tenere Leonard in campo e San Antonio con un 12-0 firmato da Kawhi e Belinelli si porta addirittura sul +37: è garbage time.

I campioni in carica possono sorridere, la difesa è maestosa con Leonard che limita alla perfezione prima Redick e poi Griffin. Parker resta l’unico neo, la condizione fisica manca e si vede, ma nonostante ciò si prende la soddisfazione di superare Bryant nella classifica all-time di assist nei play-off, raggiungendo la settima posizione con 1043 assistenze.
Nei Clippers si salva solo Griffin, con i tiratori che non riescono mai ad entrare in ritmo ed una panchina che non offre particolari garanzie.

Domenica 27 aprile alle ore 9.30 italiane sarà gara-4. I Clippers sono costretti a vincere per mantenere in equilibrio la serie, gli Spurs potrebbero già ipotecare il passaggio del turno.

Clippers: Barnes 5, Griffin 14 (10 rimbalzi), Jordan 10, Redick 7, Paul 7, Turkoglu 0, Rivers 11, Crawford 5, Jones 2, Davis 5, Hawes 2, Hudson 5, Udoh 0

Spurs: Leonard 32, Duncan 4, Splitter 2, Green 11, Parker 6, Diaw 15, Mills 6, Ginobili 2, Belinelli 9, Bonner 3, Ayres 0, Baynes 6, Joseph 4

Key Stat: Gli Spurs tirano con il 52.6% dal campo contro il 34.1% dei Clippers, risultano più precisi anche dall’arco e dalla lunetta e riescono a vincere la gara anche a rimbalzo: 47-38.

MVP: Kawhi Leonard. Fresco di “Kia Defensive Player of the Year”, il #2 demolisce i Clippers con una maestosità che spaventa. Career-high nei play-off con 32 punti tirando con un ottimo 13/18 dal campo e 3/5 dal perimetro. Ci aggiunge 4 rimbalzi, 3 recuperi, 2 stoppate, un assist, ed una difesa che i numeri non possono spiegare.

Losing Factor: Paul & Crawford. Il primo segna appena 7 punti (3/11 al tiro), distribuisce soli 4 assist perdendo 6 palle e non riuscendo mai ad entrare in partita. Il secondo chiude con un pessimo 1/11 in 23′ dando subito l’impressione di non essere in serata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy