NBA Playoffs Inside, I Turno, Gara 4: Ellis dominante, Dallas rinvia la festa di Houston

NBA Playoffs Inside, I Turno, Gara 4: Ellis dominante, Dallas rinvia la festa di Houston

Commenta per primo!

Houston Rockets @ Dallas Mavericks 109-121 (34-25; 53-61; 75-94)

Houston conduce la serie 3-1

26 Aprile 2015, American Airlines Center, Texas: i Mavericks ospitano i Rockets in quello che è il 1° match-point della serie, con l’intenzione di non concere la 4° vittoria ad Harden e compagni.
Dopo un inizio in cui le due squadre sembrano studiarsi, negli ultimi 4 minuti circa del quarto Dallas ha il suo solito momento di calo in attacco, permettendo alla coppia Howard-Harden di mettere a segno un parziale di 13-4 che sembra già una sentenza definitiva.
Nel 2° quarto però, è l’attacco di coach McHale ad incepparsi: Harden tira poco, Howard mai e le percentuali si abbassano addirittura del 31% da 2 e del 15% da 3; questo avviene soprattutto grazie alla grande difesa di Tyson Chandler, capace di prendere ben 7 rimbalzi nel solo 2° periodo. Il gran momento di Dallas si vede anche in attacco, dove Barea prende per mano la squadra e in generale tutto il roster ha una reazione d’orgoglio incredibile evidenziata soprattutto dalla percentuale del 50% da oltre l’arco, il che li porta addirittura a ribaltare il risultato fino al +8 dell’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi, la partita non cambia: Dallas continua a correre e a tirare con altissime percentuali, mentre Houston dimostra di non essere proprio in giornata; Harden e compagni provano a rialzare la testa con i tiri da 3 ma sbagliano 7 tentativi su 7, mentre Monta Ellis guida i suoi ad un vantaggio che sarà ormai decisivo per la vittoria.
L’ultimo quarto difatti inizia con Dallas in vantaggio di 19 punti e, nonostante la reazione d’orgoglio che porta a recuperare 7 punti i Rockets, con un Josh Smith (fino a quel momento poco utilizzato) autore di 18 punti nel solo ultimo periodo, non riescono a recuperare, anche perchè Howard è in campo ma ormai dal 2° quarto è sparito dal gioco e Harden ha ormai mollato.
Dallas batte Houston 121 a 109.

Houston aveva la possibilità di chiudere la serie sul 4-0, ma dei grandi Mavericks hanno negato ai Rockets la gioia di festeggiare il passaggio del turno. Houston però può ben sperare, sia per i mezzi tecnici che rimangono di primissimo livello, sia perchè la storia è dalla sua parte: mai nessuna squadra nella storia dei Playoffs è riuscita a ribaltare uno svantaggio di 3-0. Nowitzki però, che di record ne sa qualcosa, ha tutta l’intenzione di sfatare anche questo ultimo tabù.

Rockets: Harden 24, Smith 23, Brewer 22, Jones 13, Howard 13, Ariza 7, Capela 4, Terry 3, Prigioni, Johnson, Papanikolau, Dorsey.

Mavericks: Ellis 31, Barea 17 (13 ASS), Aminu 16 (12 REB), Nowitzki 16, Stoudemire 12, Chandler 10 (14 REB), Villanueva 8, Jefferson 5, Harris 4, Felton 2.

MVP: Monta Ellis: la spalla di Nowitzki, quest’oggi si traveste da vero e proprio protagonista: mette a segno 31 punti, molti dei quali nel momento chiave del match, ed è importantissimo anche in fase difensiva dove conquista ben 6 rimbalzi (7 totali).

Key stats: i 52 rimbalzi di Dallas dimostrano come la partita abbia rispecchiato perfettamente la serie: i Mavericks per poter competere con i Rockets devono annientare il gioco nel pitturato, di Howard su tutti; oggi, in special modo nel 2° e 3° quarto, hanno dominato da quel punto di vista e il risultato si è visto.
Altra statistica chiave è sicuramente la percentuale di squadra del tiro da oltre l’arco: solo il 22,6% per Harden e compagni, che addirittura nel 3° quarto riescono nell’impresa di sbagliarne 7 su 7.

Losing Factor: Dwight Howard: il centro di Houston negli ultimi 2 periodi è in campo ma non si vede; l’ex Lakers mette a segno solo 2 punti e questo fa perdere una risorsa molto importante per l’attacco dei Rockets.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy