NBA Playoffs Inside: Jazz corsari a Houston, serie sull’1-1

NBA Playoffs Inside: Jazz corsari a Houston, serie sull’1-1

I Jazz trionfano in gara 2: protagonisti della gara Joe Ingles ed il solito Donovan Mitchell.

di Filippo Miosi

Utah Jazz @ Houston Rockets 116-108 

Gli Utah Jazz trionfano in casa degli Houston Rockets che, tra le mura amiche, avevano vinto 24 delle ultime 25 partite. Mitchell e compagni partono subito forte e dominano letteralmente la gara nel corso dei primi 20 minuti di gioco: i Jazz infatti arrivano ad accumulare un vantaggio di ben 19 punti. Poi la rimonta dei Rockets, guidata dai soliti Harden, Paul e Capela, che tra il terzo ed il quarto periodo erodono tutto il vantaggio accumulato dagli ospiti e si ritrovano sul + 2 a poco meno di 8 minuti dalla fine dalla partita. Ma l’attacco di Houston tira male da dietro l’arco, e nel quarto periodo tira con un disastroso 3/16 dal campo, i Jazz grazie ad un Mitchell da 17 punti e 11 assist(massimo in carriera) ed un Joe Ingles da 27 punti con 7/9 da dietro l’arco, si riportano in vantaggio e portano a casa una vittoria fondamentale per il prosieguo della serie. In contumacia Ricky Rubio, ancora fermo ai box, i Jazz riscoprono sia Burks, autore di 17 punti in uscita dalla panchina(massimo da Gennaio) ed Exum, autore di una splendida difesa su Harden a cui ha aggiunto 9 punti in 17 minuti. I Rockets pagano una disastrosa serata da dietro l’arco(10/37 da 3), con i soli Harden, Paul e Capela a timbrare il cartellino, autori rispettivamente di 32 punti con 11 assist, 23 punti e 21 con 11 rimbalzi. Adesso la serie si sposta nello Utah, dove i padroni di casa cercheranno di far valere il fattore campo.

Jazz(1-1): Ingles 27, Favors 10, Gobert 15(14 rimbalzi), O’Neale 6, Mitchell 17(11 assist), Crowder 15, Burks 17, Neto.

Rockets(1-1): Ariza 5, Tucker 5, Capela 21(11 rimbalzi), Harden 32(11 assist), Paul 23, Gordon 15, Mbah a Moute 4, Green 3, Anderson, Nene.

MVP: Joe Ingles è il protagonista della serata. L’ala dei Jazz gioca la gara della carriera segnando 27 punti con un quasi perfetto 7/9 da dietro l’arco che ha spezzato la schiena alla difesa dei Rockets.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy