NBA Playoffs Inside: Phila non cede, LeBron e Toronto storici

NBA Playoffs Inside: Phila non cede, LeBron e Toronto storici

Le statistiche della notte: un nuovo traguardo per LeBron James, uno anche per i Raptors mentre Phila scrive un nuovo capitolo nella serie contro i Celtics

di Raffaele Guerini
  • 4-0

La fine di questa serie di playoff. Dopo Gara-7 contro Indiana, tutti pensavano che Cleveland avrebbe potuto incontrare qualche difficoltà contro Toronto: eppure, tra il dire e il fare c’è di mezzo LeBron James. 29 punti, 8 rimbalzi e 11 assist per portare i Cavs alle Finali di Conference: dominio. James si porta così a 12 serie di Playoffs chiuse sul 4-0, più di chiunque altro nella storia del gioco, ma c’è di più: LeBron porta la sua squadra ad almeno una serie chiusa sul 4-0 per la sesta stagione consecutiva, e raggiunge la 10^ Finale di Conference consecutiva in 12 stagioni. Non è solo nell’impresa: JR Smith mette 15 punti a referto col 100% al tiro, sia da 3 che dal campo; Kevin Love completa il trio di stelle in campo e ne piazza 29. Toronto cade senza colpo ferire: in quest’ultima gara, non c’è davvero storia. Valanciunas è l’unico giocatore dei Raptors a superare i 13 punti (ne segna 18), la squadra tira con il 26% da 3 e il gioco semplicemente non gira. Il record finale è negativo se ce n’è uno: Toronto è la prima squadra, in 49 anni, a classificarsi prima in Regular Season senza raggiungere le Finali di Conference ai Playoffs.

Toronto Raptors @ Cleveland Cavaliers 93-128

  • 11

I punti di vantaggio che permettono a Philadelphia di allungare la serie contro Boston, che per la prossima gara tornerà ad abbracciare il pubblico del TD Garden. Boston tira con percentuali migliori dei 76ers (41% e 34% per i Celtics, 40% e 26% per Philadelphia) ma resta in partita solo fino a metà gara: dal terzo quarto in poi il gioco lo conduce Philadelphia, che raggiunge un vantaggio massimo di 18 punti sui Celtics prima di chiudere a +11. Mattatore della serata è Dario Saric, con 25 punti in 38 minuti di gioco. Ben Simmons sembra aver ritrovato fiducia, producendo una doppia-doppia da 19 punti e 13 rimbalzi, così come una doppia-doppia la fa registrare Joel Embiid (15 punti e 13 rimbalzi per lui). Solo 9 punti per Belinelli, ma la panchina dei 76ers in generale non produce molto nella notte. Per Boston, il miglior marcatore è (udite, udite) Jayson Tatum, che gioca in NBA da un anno o forse da dieci: 20 punti per il rookie di Boston, che si sta dimostrando forse il meno spettacolare nello scontro Simmons-Mitchell ma è sicuramente il più solido della classe 2017. 17 punti per Marcus Morris in uscita dalla panchina, mentre l’unica doppia-doppia di Boston appartiene ad Al Horford (10 punti e 10 rimbalzi). Serie non ancora chiusa, tutti a Boston per vedere come proseguirà.

Boston Celtics @ Philadelphia 76ers 92-103

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy