NBA Playoffs, I turno, Gara 7: Miami show, gli Heat volano al secondo turno

NBA Playoffs, I turno, Gara 7: Miami show, gli Heat volano al secondo turno

Miami distrugge Charlotte in una partita senza storia. Superbo Dragic con 25 punti e ottimo Whiteside (5 stoppate). Dall’altra parte Walker in ombra (3\16) e Jefferson non pervenuto.

Charlotte Hornets @ Miami Heat 73-106 (18-29; 42-54; 53-83)

Primo quarto che ha solo un colore: il bianco dei Miami Heat. I padroni di casa entrano in campo con più energia (17-7 a rimbalzo dopo i primi 12′) e puniscono continuamente una Charlotte distratta e passiva in difesa. Dragic conferma i buoni segnali del secondo tempo di gara 6, segnando 8 punti nel periodo, Deng e Wade positivi, così come Whiteside. Inizio difficile per Kaminsky (2\7 al tiro) e Walker (appena 2 punti).

Nel secondo quarto gli Hornets fanno vedere qualche aggiustamento, le rotazioni difensive arrivano in tempo e l’attacco di Miami è meno fluido. Batum entra in partita (8 punti nei primi 6 minuti del periodo), Courtney Lee è aggressivo (5-5 al tiro nel primo tempo) e Charlotte si riporta fino al -4, sul 44-40. Dall’obbligato time out di Spoelstra escono però fortissimo gli Heat, che piazzano un parziale di 10-2 e chiudono il primo tempo in vanaggio per 54-42. Dragic migliore in campo con 17 punti e 6 rimbalzi.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora Miami a partire bene; Dragic continua a fare quello che vuole nei P’n’R, Whiteside domina in difesa e a rimbalzo, Wade non deve nemmeno sporcarsi le mani. Dopo 4′ è 65-44 per i padroni di casa e Clifford è costretto al time out. Time out che non risveglia gli Hornets, che continuano ad imbarcare acqua da tutte le parti. Il periodo si conclude sull’83-53 per Miami, con la Triple A completamente in fiamme.

L’ultimo quarto è pura passerella, con Miami che tiene seduti Wade, Dragic, Whiteside e Deng. Per gli Heat si rivede anche Tyler Johnson, fuori da Gennaio per infortunio; un ritorno certamente utile in vista del secondo turno. Charlotte cerca di chiudere dignitosamente una stagione che comunque resta positiva, con 48 vittorie in Regular Season e una Gara 7 di Playoffs guadagnata con merito.

MVP: Goran Dragic. Lo sloveno segna 25 punti in 31 minuti (11\17 dal campo), conditi da 6 rimbalzi e 4 assists, stravincendo il confronto con Walker, del quale dispone come meglio crede per tutta la partita.

Key Stats: è la difesa di Miami a farla da padrone, ancora una volta; agli Hornets viene concesso appena il 32% dal campo, con 10 palle perse (dalle quali nascono ben 18 punti per gli Heat). Per la quarta gara consecutiva, la squadra di Spoelstra domina anche sotto i tabelloni, vincendo la sfida a rimbalzo per 48-33 (10-3 per quanto riguarda i rimbalzi offensivi).

Hornets: Walker 9 (3\16 al tiro), Lee 11, Williams 5, Kaminsky 12 (3\15 al tiro), Jefferson 4, Lin 9, Batum 10, Zeller 6, Daniels, Lamb 7, Harrison, Gutierrez.

Heat: Dragic 25, Wade 12, Whiteside 10 (12 rimbalzi, 5 stoppate), Deng 15 (8 rimbalzi), J.Johnson 9, Green 16, Richardson 3, McRoberts 4 (7 rimbalzi), Winslow 5, T.Johnson 5, Wright 2.

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy