NBA Recap Inside: Babbo Natale passa per Rockets, Heat e Bulls, ko Cavs. I Clippers vincono il derby

NBA Recap Inside: Babbo Natale passa per Rockets, Heat e Bulls, ko Cavs. I Clippers vincono il derby

Commenta per primo!

http://l.yimg.com
San Antonio Spurs @ Houston Rockets 84-88 (22-25, 43-38, 60-61) Un’ottima prestazione difensiva di Houston ferma la serie di 7 partite vincenti degli speroni. Momento decisivo nell’ultimo quarto dove un break per l’81-73 risulterà decisivo nonostante il tentativo di Hack-A-Howard andato a buon fine e una tripla di Leonard che aveva fissato il punteggio sul risultato finale a 1 minuto e 22 dalla fine. Da quel momento nessuno trova più il fondo della retina fissando il totale sull’88-84 per i padroni di casa. Spurs (25-6): Leonard 20, Aldridge 18, Duncan 13 (11 rimbalzi), Diaw 10, Ginobili 9, Green 5, Mills 3, Parker 2, West 2, Simmons 2. Rockets (16-15): Harden 20 (9 assist), Jones 14, Terry 12, Howard 11 (12 rimbalzi), Ariza 7, Lawson 7, Capela 6, Brewer 4, Motiejunas 4, Beverley 2. Key Stats: Nonostante molte stats siano a netto favore degli ospiti, Houston ha tirato molto meglio dall’arco (47% contro 26%) e alla lunga questo ha fatto la differenza. MVP: difficile scegliere tra i due top-scorer, autori di due ottime partite. Forse Harden che ha guidato il break decisivo con due triple che erano tutto meno che facili. 20 punti, 9 assist, 4 rimbalzi, 1 stoppata, 4 turnover, 3 falli, 7/21 dal campo.  
http://www.gannett-cdn.com
Chicago Bulls @ Oklahoma City Thunder 105-96 (32-26, 54-52, 86-68) Chicago esce da una serie di tre sconfitte con forse la migliore partita della stagione, OKC mostra lacune, soprattutto psicologiche, che non può permettersi per rimanere nell’ottica di puntare in alto. Serata quasi perfetta per i Bulls che riescono, con Taj Gibson e Gasol in primis, ha vincere la gara dei rimbalzi contro la seconda miglior squadra della lega; unito ad una pressione onnipresente sui tiratori gli ospiti hanno agguantato la vittoria già nel terzo quarto. La prima metà di gioco ha visto i padroni di casa subire un parziale di 11-0 prima di segnare il primo canestro della partita con Durant; il #35 ha poi fatto trapelare il suo disappunto ai microfoni: “Se vuoi provare a rimettere in sesto una partita cerca di ottenere una steal, un tiro pulito da tre non le cose stupide che abbiamo fatto tutta la serata!” Bulls(16-11): Gibson 13 (10 rimbalzi), Mirotic 6, Gasol 21 (13 rimbalzi), Butler 23, Rose 19, Snell 3, Hinrich 2, Brooks 6, Portis 7, McDermott 5. Thunder(20-10): Durant 29, Ibaka 6, Adams 3, Roberson 2, Westbrook 26, Kanter 14 (13 rimbalzi), Waiters 2, Collison 2, Augustin 3, Morrow 9. Key Stat: La difesa dei Bulls forza OKC all’isolamento su ogni azione, ancora piu del normale, abbassando notevolmente le percentuali della squadra di casa. MVP: Pau Gasol che con 21 punti 13 rimbalzi (6 offensivi) e 6 assist ha dominato su entrambe le fasi di gioco.  
http://sports.cbsimg.net
Los Angeles Clippers @ Los Angeles Lakers 94-84 (32-22, 60-44, 85-57) Finale scritto ma non banale, dopo tre quarti di puro dominio Clippers le seconde linee dei Lakers, con a capo ancora una volta D’angelo Russell, tentano il comeback con un quarto da 27-9 per i gialloviola: il vantaggio di 28 dei cugini è bastato, ma la prova di reni ha comunque reso un po’ più orgogliosi i loro tifosi in una delle peggiori stagioni della franchigia. Doc, dopo una bella immagine che lo ha immortalato con Bryant, è costretto a rinforzare il quintetto con gli starter: i Lakers arrivano infatti a -7 grazie ad un paio di liberi di Randle ma l’ingresso di Paul e compagnia taglia definitivamente le gambe ai padroni di casa. Bryant dopo aver sbagliato i tre tiri presi nel primo quarto contribuisce con due triple nell’arco di trenta secondi. Nota curiosa sulla gara di Natale: dal 1998 ogni anno i Lakers sono stati protagonisti di una gara la sera del 25 dicembre! Clippers(17-13): Mbah a Moute 6, Griffin 13 (12 rimbalzi), Jordan 9 (14 rimbalzi), Redick 14, Paul 23, Crawford 13, Stephenson 3, Aldrich, Prigioni 3, Pierce 2, Johnson 8. Lakers(5-25): Bryant 12, Nance 6, Hibbert 8, William 7, Clarkson 11, Randle 11, Russell 11, Young 16, Bass 7, Huertas 8. Key Stat: Divario tra le due squadre troppo grande, curioso anche come i Lakers abbiano sprecato ben 12 liberi, tirando dalla lunetta con solo il 52%. MVP: Chris Paul mette lo zampino su ogni pallone nei 30 minuti da lui giocati, chiude poi il match con un tiro dalla media nei minuti finali.  
http://i.cdn.turner.com
New Orleans Pelicans @ Miami Heat 88-94 OT (15-27, 38-42, 52-63, 78-78) Piccolo record all-time per Miami: 10-2 nelle partite di Natale. Sfida a viso aperto tra Bosh e Davis, i due veri trascinatori di una partita conclusasi con due jumper di Wade (che con 273 punti il giorno di Natale supera in questa speciale classifica Shaquille O’Neal) e Bosh aprono il gap decisivo. Ottima la prima di Natale per Davis che chiude con 29 punti e 15 rimbalzi nonostante sbagli il possibile tiro della vittoria durante i 48 minuti. Pelicans (9-20): Davis 29 (15 rimbalzi), Anderson 18, Gordon 16, Holiday 9, Cole 8, Evans 6, Asik 2, Gee, Cunningham. Heat (17-11): Bosh 30 (10 rimbalzi), Wade 19, Deng 9, Winslow 9, Whiteside 8 (17 rimbalzi), Dragic 7, Green 6, Udrih 4, Haslem 2. Key Stats: gli Heat troppo forti a rimbalzo per i loro rivali: 57 (dei quali quasi la metà nelle mani di Whiteside e Bosh) a 45. MVP: Bosh ha veramente fatto di tutto, top-scorer e spesso decisivo su Davis. 30 punti, 10 rimbalzi, 4 assist, 1 steal, 2 falli, 1 turnover, 11-25 dal campo.  
http://img.vavel.com
Cleveland Cavaliers @ Golden State Warriors 83-89 (19-28 42-45 59-64) Nonostante un Curry non esplosivo come al solito (e comunque 19-7-7 li ha fatti), gli Warriors mantengono vivo il loro record di vittorie in casa in RS, ormai a 32, grazie ad uno straordinario Draymond Green, ai punti di Thompson e all’efficienza di Livingston. Cavaliers autori di una buona partita, seppure GSW sia riuscita a tenerli su percentuali al tiro molto basse, che però non è bastata per non interrompere la striscia di 6 vittorie consecutive e a dare a Golden State la seconda loss della stagione. Cavaliers (19-8): James 25, Smith 14, Irving 13, Love 10, Dellavedova 10, Thompson 8, Wlliams 3, Shumpert, Mozgov Warriors (28-1): Green 22 (15 rimbalzi, 7 assist), Curry 19, Thompson 18, Livingston 16, Iguodala 7, Bogut 4, Ezeli 3, Rush, Clark, Barbosa, Speights, McAdoo Key Stats: Cleveland nonostante sia stata sempre attaccata alla partita è andata sotto un po’ dappertutto. Da sottolineare il 32% al tiro, 12 assist (21 GSW) e le 4 stoppate contro 10. Unica nota positiva i turnovers: 11 a 16 per i wine and gold. MVP: Green. Aspettiamo il suo 5×5 perché se continua così prima o poi arriva. 22 punti, 15 rimbalzi, 7 assist, 2 stoppate, 2 falli, 4 turnover, 8-17 dal campo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy