NBA Recap Inside: Cavs con la quarta W in fila, Spurs strapazzati allo Staples

NBA Recap Inside: Cavs con la quarta W in fila, Spurs strapazzati allo Staples

Cavs, Wizards e Clippers vincono in casa nella notte NBA.

Commenta per primo!

Chicago Bulls @ Cleveland Cavaliers 95-106 (19-26, 42-48, 64-78)

Dopo 12 anni in cui aveva imparato a farsi amare da tifosi e compagni, Anderson Varejao è stato scambiato dai Cavs. La prima partita senza di lui da 12 stagioni coincide con una vittoria per Cleveland.
Nel primo periodo Cleveland prende subito il comando delle operazioni, con i Bulls aggrappati a Derrick Rose ma già sotto di 7 dopo i primi 12 minuti. A meno di 5 minuti dall’intervallo i padroni di casa veleggiano già sul +15, ma ancora Chicago non molla e rifà sentire il fiato sul collo di James & co.
È il terzo periodo quello che spacca la gara: dopo un piccolo tafferuglio tra J.R. Smith e Taj Gibson, i Cavs piazzano un parziale di 9-2 da cui gli ospiti non si alzeranno più, e l’ultimo quarto è buono solo per le statistiche.

Bulls (27-26): Dunleavy 5, Gibson 7, Gasol 14 (9 rimbalzi), Moore 5, Rose 28, Snell 9, Portis 13 (10 rimbalzi), McDermott 3, Brooks 8, Felicio 1, Bairstow 2.
Cavs (39-14): James 25 (9 assist, 9 rimbalzi), Love 15 (15 rimbalzi), Thompson 16 (10 rimbalzi), Smith 3, Irving 19, Mozgov 11, Dellavedova 7, Shumpert 5, Jefferson 5, Kaun.

Key Stats: I Cavs vincono col contropiede (18-10 per loro nei punti in transizione) e con la precisione al tiro da 2 (52.2%).

MVP: LeBron James. Il Re sfiora la tripla doppia con 25 punti, 9 assist e 9 rimbalzi. Sull’addio di Varejao ha dichiarato: “Questa è la parte peggiore del nostro lavoro. Quando perdi un fratello, perdi un compagno di squadra, questa è la parte peggiore.”

 

www.chatsports.com

 

San Antonio Spurs @ Los Angeles Clippers 86-105 (15-21, 34-42, 63-72)

Brutta battuta d’arresto per gli Spurs, che cadono allo Staples Center contro dei Clippers decisivi nell’ultimo periodo.
Gara costellata da errori e palle perse, per un primo tempo davvero bruttino a vedersi che si conclude sul +8 per i padroni di casa (è solo la quarta volta che gli Spurs non chiudono la prima metà di gioco in vantaggio). Nel terzo quarto si accende J.J. Redick e i Clippers volano in un attimo sul +20; i giochi sembrano chiusi, ma San Antonio non ci sta e nel finale di periodo riesce a riportarsi in singola cifra di distacco. È allora che prende il proscenio Chris Paul, che con un quarto quarto esiziale sigla la W per i suoi.

Spurs (45-9): Anderson 8, Aldridge 10, Duncan 2, Green 4, Parker 14, Diaw 5, Mills 9, Simmons 5, West 12, Butler 8, Marjanovic 6, McCallum 3.
Clippers (36-18): Mbah a Moute 5, Pierce 12, Jordan 9 (17 rimbalzi), Redick 17, Paul 28 (12 assist), Johnson 5, Aldrich 8, Crawford 19, Wilcox 2, Dawson.

Key Stats: Devastante il 12/25 dalla lunga distanza dei padroni di casa, che hanno tirato con il 50% tondo tondo dal campo.

MVP: Chris Paul. CP3 è arrivato al palazzetto 2 ore prima della gara direttamente da Oklahoma City, dove ha assistito al funerale della moglie del suo ex coach Monty Williams, e ha onorato la sua memoria con una prestazione eccezionale.

 

 

Altra gara della notte:

www.stamfordadvocate.com

 

Utah Jazz @ Washington Wizards 89-103 (23-28, 42-49, 68-76)

Jazz (26-27): Hayward 19, Favors 11,  Gobert 16 (12 rimbalzi), Hood 18, Neto 2, Booker 7, Burke 2, Johnson 4, Lyles 4, Ingles 2, Withey 4.
Wizards (24-28): Porter Jr. 9, Nene 16, Gortat 22 (10 rimbalzi), Temple 4, Wall 17 (11 assist), Dudley 4, Beal 16, Gooden 2, Sessions 16, Eddie, Oubre Jr., Neal.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy