NBA Recap Inside: DeRozan da record, Boston e Charlotte sempre più su

NBA Recap Inside: DeRozan da record, Boston e Charlotte sempre più su

DeRozan è implacabile dalla lunetta e rende vani i 50 punti di Damian Lillard. Bene Cavs, Grizzlies e Heat, cadono Indiana e Orlando.

Commenta per primo!

Portland Trail Blazers @ Toronto Raptors 115 – 117 (30-31, 52-58, 77-90)

Partita interessante all’Air Canada Center: i padroni di casa, saldamente secondi ad Est, ricevono i frizzantissimi Portland Trail Blazers. Ai 17 di DeRozan nel primo quarto, Lillard risponde con la bomba da oltre metà campo per chiudere il periodo sul -1. I Raptors allungano dopo l’intervallo, ma Damian Lillard è scatenato e riporta i suoi a contatto negli ultimi minuti. Nei secondi finali, DeRozan sbaglia l’unico libero della sua partita sul +2 con un secondo da giocare, ma non avendo time outs Plumlee deve scagliare la palla da oltre metà campo. Vincono i Raptors, i Blazers perdono con onore con il solito superbo Lillard sugli scudi.

Blazers (33-30): Aminu 4, Vonleh 3, Plumlee 8, McCollum 24, Lillard 50, Leonard, Davis 9, Crabbe 6, Henderson 9, Harkless 2, Roberts.
Raptors (41-19): DeRozan 38, Scola, Valanciunas 17 (10 rimbalzi), Powell 10, Lowry 28, Biyombo 9, Patterson 7, Ross 2, Joseph 6, Thompson.

Key Stat: I Blazers tirano 35 volte dalla lunetta, i Raptors ben 54.

MVP: Demar DeRozan, con 28 punti risulta il miglior marcatore dei suoi. S

 

www.washingtontimes.com

Utah Jazz @ Memphis Grizzlies 88-94 (28-19, 39-49, 72-68)

Gli Utah Jazz perdono per la quinta volta di fila e vedono allontanarsi il treno dei Playoffs. E’ un match strano quello del FedEx Forum con gli ospiti che chiudono il primo quarto avanti di 9 grazie al solito Hayward e Lyles prima di crollare nella seconda frazione terminata con appena 11 punti a referto.
Nella ripresa Utah ricomincia a macinare gioco e canestri fino ad impattare a quota 61 grazie ad un tiro libero di Hayward, poi mette addirittura la freccia firmando il +7 grazie ad un parziale di 8-0.
Come già accaduto nel secondo quarto, Memphis recupera e a 21″ dalla sirena finale il risultato è di 92-88 grazie a due preziosissimi rimbalzi in attacco di Randolph che poi subisce fallo e fa 2/2 dalla lunetta. Mack tenta il tiro del -2 ma sbaglia, ancora rimbalzo di Zach Randolph che subisce il fallo intenzionale ma si conferma glaciale dalla lunetta firmando il definitivo +6.
Ottima vittoria per i Grizzlies, terza consecutiva, che rafforza la quinta piazza nonostante le varie assenze ed ora proverà ad allungare la striscia positiva in casa contro i Suns.

Jazz (28-33): Hayward 18, Favors 14, Gobert 13 (18 rimbalzi), Hood 8, Mack 12, Lyles 9, Johnson, Neto 1, Booker 8, Ingles, Burke 5.
Grizzlies (37-24): Barnes 5, Randolph 25, Andersen 6 (10 rimbalzi), Hairston 2, Conley 12, Green 6, Chalmers 11, Carter 9, Stephenson 16, Hollins 2, Martin.

MVP: Zach Randolph. 25 punti e 8 rimbalzi per il #50 di Memphis, fondamentale a rimbalzo nell’ultimo periodo.

Key Stat: i Jazz tirano con il 65% dalla lunetta contro l’84% dei padroni di casa, perdendo 6 palle in più e recuperandone 2 in meno.

bostonsbigfour.com

New York Knicks @ Boston Celtics 104-105 (31-27, 58-53, 87-81)

Dopo una vittoria più sofferta del previsto, i Celtics mantengono la terza posizione ad Est con i Miami Heat che incalzano.
Partita molto equilibrata fino alla metà del secondo quarto, poi Anthony e Afflalo tentano l’allungo raggiungendo la doppia cifra di vantaggio sul risultato di 55-44. Thomas e Bradley non ci stanno e dopo l’intervallo lungo ricuciono subito il gap impattando a quota 65, Anthony spinge gli ospiti fino al +8 quando mancano 4’16” alla sirena finale ma i Celtics non mollano mai e firmano un parziale di 11-2 che vale il +1 a mezzo minuto dal termine.
Nel finale può succedere di tutto: Anthony segna il canestro del nuovo vantaggio, Bradley risponde subito presente ed il #7 dei Knicks sbaglia la tripla della vittoria che si stampa sulla tabella.
New York ora giocherà in casa contro i Pistons, Boston invece farà visita ai Cleveland Cavaliers.

Knicks (25-38): Anthony 30, Porzingis 15, Lopez 12 (12 rimbalzi), Afflalo 17, Calderon 13, Thomas 2, Galloway 4, O’Quinn 6, Williams 3, Grant 2.
Celtics (38-25): Crowder 20, Johnson, Sullinger 9 (11 rimbalzi), Bradley 9, Thomas 32, Turner 21, Smart 2, Zeller 12, Jerebko.

MVP: Isaiah Thomas. 32 punti con un buon 9/15 al tiro e 12/13 dalla linea della carità, conditi da 8 assist, 3 rimbalzi, 2 recuperi e 0 palle perse.

Key Stat: i Celtics vincono 51-45 la sfida a rimbalzo e chiudono con 8 perse e 8 recuperi contro le 10 perse ed i soli 4 recuperi degli ospiti.

nba.com

Brooklyn Nets@ Denver Nuggets 121-120 OT (31-25, 63-57, 90-90, 112-112)

Vittoria sulla sirena per i Brooklyn Nets dopo una partita equilibratissima al Pepsi Center di Denver. Prima parte di gara che vede i Brooklyn Nets andare avanti contro una difesa rivedibile di Denver; Markel Brown dalla panchina riesce a dare molte risposte agli ospiti che per la maggior parte di gara mettono in campo il backcourt di riserva formato da Larkin e lo stesso Brown. Denver al contrario si affida al suo rookie Emmanuel Mudiay, in crescita netta nelle ultime gare, per riportarsi in partita.  Proprio il rookie segna l’and-one che regala ai padroni di casa il vantaggio 112-110 quando il cronometro segna 5.5 secondi. Bogdanovic va per la vittoria con la tripla, ottenendo un fallo da Mudiay; i nervi però lo tradiscono e il croato riesce soltanto a mandare la contesa all’Overtime.
Nel supplementare l’equilibrio è mantenuto, con i Nuggets avanti di una lunghezza nell’ultimo possesso. Shane Larkin prova a portare avanti i suoi in penetrazione; il tiro viene sputato dal ferro ma ci pensa Brook Lopez a convertire il rimbalzo in tap-in e regalare la vittoria ai suoi.

Nets (18-44): Lopez 20, Bogdanovic 17, Young 16, Ellington 8, Sloan 7, Brown 21, Larkin 12, Kilpatrick 12, McCullough 6, Robinson 2.
Nuggets (24-38): Mudiay 25, Harris 21, Faried 17 (10 rimbalzi), Jokic 15, Sampson 7, Lauvergne 14, Augustin 12, Barton 9, Arthur, Miller, Toupane.

MVP: grande partita per Markel Brown; la guardia classe 1992 ha messo in mostra tutti i suoi punti di forza con un’ottima prova da 21 punti, 7 assist e 8 rimbalzi.

Key stat: i Nuggets perdono nonostante la supremazia nel tiro da sotto (46-70), punti da seconda chance (11-17), e punti in contropiede (6-26).

cleveland.cbslocal.com

Le altre gare:

Washington Wizards @ Cleveland Cavaliers 83-108 (23-27, 42-59, 63-83)

Wizards (30-31): Porter 4, Morris 13, Gortat 10, Temple, Wall 17, Beal 11, Sessions 12, Nene 6, Dudley, Oubre 5, Hickson 5, Eddie, Gooden.
Cavaliers (43-17): Shumpert 2, James 19 (13 rimbalzi), Mozgov 14, Smith 10, Irving 21, Thompson 10, Jefferson 5, Dellavedova 12, Jones 5, McRae 5, Frye 3, Kaun 2.

Minnesota Timberwolves@ Milwaukee Bucks 101-116 (35-29, 56-62, 81-98)

Timberwolves (19-43): Towns 21, LaVine 20, Dieng 14, Wiggins 10, Rubio 6, Muhammad 17, Payne 4, Smith 4, Rudez 3, Jones 2, Prince.
Bucks (26-36): Middleton 32, Antetokounmpo 27 (12 assist, 9 rimbalzi), Parker 16, Mayo 12, Plumlee 9, Monroe 14, Bayless 6, Ennis, O’Bryant, Vaughn.

Atlanta Hawks@ LA Lakers 106-77 (26-19, 54-36, 64-50)

Hawks (34-28): Korver 15, Teague 12, Millsap 11, Bazemore 10, Horford 8, Schroder 16, Humphries 14, Hardaway Jr. 6, Sefolosha 5, Scott 3, Tavares 2, Hinrich 2, Muscala 2.
Lakers (12-51): Randle 16 (10 rimbalzi), Hibbert 8, Brown 7, Russell 7, Young 5, Bass 12, Huertas 10, Nance Jr. 8, Kelly 2, Black 2, World Peace.

Indiana Pacers @ Charlotte Hornets 101 – 108 (30-31, 50-55, 62-60)

Pacers (32-30): George 35, S.Hill 8, Mahinmi 10 (14 rimbalzi), Ellis 15, G.Hill 12, Stukey 7, Turner 4, J.Hill 8, Budinger 2.
Hornets (33-28): Batum 31, Williams 5, Zeller 4 (11 rimbalzi), Lee 4, Walker 33 (10 assist), Jefferson 13, Lin 7, Kaminsky 8, Lamb 3.

Phoenix Suns @ Orlando Magic 102 – 84 (29-29, 58-50, 84-66)

Suns (16-46): Tucker 7, Len 31 (15 rimbalzi), Chandler 10 (12 rimbalzi), Booker 14, Price 14, Jenkins 2, Teletovic 8, Leuer 6, Goodwin 10.
Magic (27-34): Fournier 12, Gordon 4, Vucevic 15 (12 rimbalzi), Hezonja 12, Payton 19 (11 assist), Ilyasova 5, Smith 6, Watson 5, Jennings, Marble, Dedmon 3, Nicholson, Napier 3.

Miami Heat @ Philadelphia 76ers 112 – 102 (34-24, 59-49, 84-77)

Heat (36-26): Johnson 11, Deng 13, Stoudemire 12, Wade 21, Dragic 15 (11 assist), Whiteside 19 (19rimbalzi), Winslow 2, Richardson 6, Green 12, Haslem.
76ers (8-54): Thompson 14, Grant 6, Landry 3, Covington 25, Smith 26, Holmes 13, McConnell 3, Canaan 4, Brand 8.

-di Francesco Maccari, Fabrizio Martini e Simone Zurlo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy