NBA Recap Inside: Ennesima W per i Warriors, Gallo trascina Denver

NBA Recap Inside: Ennesima W per i Warriors, Gallo trascina Denver

Commenta per primo!

/img.bleacherreport.net
Golden State Warriors @ Toronto Raptors 112-109 (32-21; 59-49; 83-79) Hai fatto 20, fai 21. Con questo mantra, i Golden State Warriors di Stephen Curry portano a casa un’altra W, bottino di guerra di un Air Canada Centre espugnato. Non sono mancate le difficoltà, anzi: Casey trova nel cappello le superbe prove di Lowry e del sorprendente Nogueira, e nonostante la deleteria prestazione di DeRozan è andata a una palla persa di Joseph dal pareggio. Che dire dell’uomo con la 30? Inarrestabile, e come lui, anche i propri compagni. Warriors (21-0): Rush 3, Green 16, Ezeli 8 (10 rimbalzi), Thompson 26, Curry 44, Iguodala, Livingston 4, Barbosa 4, Clark 2, Speights 5, McAdoo. Raptors (12-9): Carroll 9, Scola 10, Biyombo, DeRozan 16, Lowry 41, Nogueira 14, Joseph 9, Ross 5, Patterson 4 (10 rimbalzi), Johnson 1.

Key Stat: Senza nulla togliere all’ottimo 8-20 da tre punti per i padroni di casa, ma concedere un 16-30 (53%) dall’arco a una squadra così forte significa perderla in partenza. Ciononostante, i Toronto Raptors si sono mantenuti in gara fino alla fine, grazie a una prova solida nelle percentuali e soprattutto nel trattamento della palla: solo 6 turnovers per Toronto, la metà di quelli commessi da Steph e compagni. Molto meglio (e ci mancherebbe altro, verrebbe da dire) i Warriors nella gestione dei contropiedi: 18 punti in transizione offensiva per la squadra del Ponte, mentre la franchigia canadese ha capitalizzato solo 9 punti nelle azioni conseguenti a una palla rubata che, considerando le 9 steal effettuate da Lowry e compagni, sono pochetti.

MVP: Tanto per cambiare, anche oggi accostiamo questo acronimo a quella poesia cestistica su due gambe che risponde al nome di Wardell Stephen Curry. The baby faced killer nato ad Akron mette su una discreta prestazione da 44 punti e 7 assist, battagliando tutta la gara con Lowry e uscendo vincitore nel confronto, sia per i numeri che per il risultato finale. Ah, se conosceste qualcuno in grado di sconfiggerlo e di levargli finalmente quel sorriso dalla faccia, siete i benvenuti. Del resto le vittorie generano l’antipatia…

  Boston Celtics @ San Antonio Spurs 105-108 (27-29; 49-58; 71-86) I San Antonio Spurs continuano a macinare vittorie battendo tra le mura amiche i Boston Celtics. Dopo un primo quarto equilibrato, nella seconda frazione di gioco gli Spurs provano ad andare in fuga ma i Celtics, seppur arrancando, riescono a restare a contatto. Al rientro dagli spogliatoi San Antonio mette la quarta e scappa in doppia cifra di vantaggio fino ad arrivare sul +15, con Boston che non riesce a reagire. I Celtics, però, si svegliano nell’ultimo periodo e di forza recuperano tutto lo svantaggio arrivando anche a -1 a 3 secondi dalla fine, ma i tiri liberi finali di Leonard danno la certezza della vittoria agli Spurs. Celtics (11-9): Crowder 15, Johnson 11 (11 rimbalzi), Sullinger 4, Bradley 18, Thomas 23, Turner 16, Olynyk 6, Jerebko, Zeller 4, Hunter 8. Spurs (17-4): Leonard 15, Aldridge 17, Duncan 6, Green 6, Parker 10, Mills 9, Diaw 16, Ginobili 15, West 10, Anderson 4. Key Stat: La panchina degli Spurs ha portato in dote 54 punti vincendo il confronto con quella dei Celtics che ha portato alla causa 34 punti. MVP: LaMarcus Aldridge. L’ex Blazer ha giocato un’ottima partita mettendo a referto 17 punti e catturando 8 rimbalzi, senza commettere troppi errori, in 27 minuti di impiego.   Indiana Pacers @ Utah Jazz 119-122 (19-27; 52-57; 84-84; 110-110) I Pacers cadono nuovamente in trasferta e questa volta lo fanno in quel di Salt Lake City contro i Jazz. Nel primo quarto sono subito i Jazz che prendono le distanze fuggendo sul +12 dopo 9 minuti di gioco, ma i Pacers riescono a diminuire, seppur di poco, lo svantaggio sul finire del periodo. Indiana continua a rosicchiare punti agli avversari nella seconda frazione di gioco riuscendo a chiudere il primo tempo con sole 5 lunghezze di svantaggio grazie ad un Paul George da 20 punti. Nella ripresa i Jazz infilano subito un parziale di 14-2 scappando sul +17, ma poi Pacers iniziano a bombardare dall’arco il canestro avversario e recuperano in un batter d’occhio il distacco, chiudendo il quarto in parità. Negli ultimi 12 minuti di gioco Indiana guidata da un sublime George passano finalmente in vantaggio e sembra poter portare a casa la vittoria, ma un fallo e canestro di Favors a 10 secondi dalla fine rimette il risultato in parità e porta il match all’overtime. I Jazz, nei 5 minuti extra, rimettono il naso avanti ad 1 munto dalla fine e i Pacers, sotto di 3, non riescono a concludere il possesso finale. Pacers (12-7): Miles 12, Geroge 48, Mahinmi 6, Ellis 6, G.Hill 10, J.Hill 10, Stuckey 23, Allen 2, Budinger 2. Jazz (9-9): Hayward 22, Lyles 4, Favors 35 (13 rimbalzi), Hood 6, Neto 13, Burks 9, Booker 10 (14 rimbalzi), Burke 19, Millsap 2, Withey 2, Ingles, Johnson. Key Stat: I Jazz hanno vinto la battaglia a rimbazlo conquistandone 54 a fronte dei 44 dei Pacers. MVP: Derrick Favors. Prestazione fenomenale del giocatore dei Jazz che chiude in doppia-doppia con 35 punti e 13 rimbalzi, tirando con il 58% dal campo.  

diariolibre.com
Denver Nuggets @ Philadelphia 76ers 108-105 (29-25; 52-59; 77-85) Nuggets (8-13): Gallinari 24, Arthur 8, Lauvergne 2, Foye 11, Mudiay 10, Hickson 7, Barton 16, Nelson 10, Miller 8, Faried 12 Sixers (1-20): Covington 18, Grant 10, Noel 14, Canaan 15, McConnell 10, Stauskas 9, Thompson 2, Wroten 4, Holmes 10, Sampson 13   Cleveland Cavaliers @ Miami Heat 84-99 (22-34; 42-60; 64-83) Cavs (13-7): Jefferson 16, Love 5, Mozgov 8, Smith 12, Dellavedova 11, Williams 5, Thompson 6, Cunningham 11, Varejao 0, Jones 2, Kaun 2 Heat (12-6): Green 12, Bosh 14, Whiteside 7, Wade 19, Dragic 17, McRoberts 6, Johnson 19, Haslem 0, Winslow 3, Richardson 0, Udrih 2   Charlotte Hornets @ Chicago Bulls 102-96 (26-22; 52-50; 72-75) Hornets (11-8): Hairston 0, Williams 7, Zeller 17, Batum 24, Walker 17, Kaminsky 2, Lin 9, Hawes 14, Lamb 10, Hansbrough 2 Bulls (11-6): Snell 0, Mirotic 7, Gasol 13, Butler 25, Rose 19, McDermott 13, Noah 2, Hinrich 4, Gibson 8, Moore 5   Sacramento Kings @ Houston Rockets 113-120 (16-29; 50-52; 85-84) Kings (7-14): Gay  15, Casspi 15, Cousins 14, McLemore 19, Rondo 13, Acy 2, Belinelli 6, Koufos 11, Collison 18 Rockets (10-11): Ariza 12, Capela 8, Howard 22, Harden 31, Beverley 14, Jones 16, Brewer 6, Motiejunas 0, Lawson 2, Terry 6, Thornton 3   Portland Trail Blazers @ Minnesota Timberwolves 109-103 (22-32; 46-59; 80-82) Blazers (9-12): Aminu 16, Vonleh 4, Plumlee 6, McCollum 17, Lillard 19, Davis 13, Leonard 14, Crabbe 11, Harkless 1, Henderson 8, Frazier. Wolves (8-11): Wiggins 17, Garnett 5, Towns 27 (12 rimbalzi), Martin 11, Rubio 9 (15 assist), Payne 2, LaVine 12, Dieng 15, Muhammad 3, Prince, Bjelica 2.   New York Knicks @ Milwaukee Bucks 91-106 (24-29; 48-52; 69-81) Knciks (10-11): Anthony 18, Porzingis 12, Lopez 5, Afflalo 13, Calderon 4, Thomas 17, Seraphin 4, Galloway 4, Grant 7, Williams 7. Bucks (8-13): Antetokounmpo 17, Parker 17, Monroe 18 (14 rimbalzi), Middleton 7, Mayo 17, O’Bryant III 6, Carter-Williams 20, Henson 4, Vaughn.  
cbsla.files.wordpress.com
Orlando Magic @ Los Angeles Clippers 101-103 (24-22; 50-53; 79-74) Magic (11-9): Harris 10 (10 rimbalzi), Frye 3, Vucevic 10 (10 rimbalzi), Fournier 7, Payton 21, Oladipo 24, Smith 8, Nicholson 6, Gordon 10, Napier 2. Clippers (11-9): Mbah a Moute, Griffin 28 (13 rimbalzi), Jordan 15 (14 rimbalzi), Crawford 32, Rivers 5, Stephenson, Johnson 21, Prigioni, Smith 2, Pierce.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy