NBA Recap Inside: finalmente Knicks, ribaltone Magic

NBA Recap Inside: finalmente Knicks, ribaltone Magic

Prima vittoria casalinga da Dicembre per New York, mentre Orlando gioca bene e porta a casa la vittoria contro Toronto. Conferma Denver ad Ovest

di Raffaele Guerini

New York, per la prima volta da Dicembre, ribalta i pronostici e sconfigge i San Antonio Spurs del nostro Marco Belinelli (8 punti per lui in 24 minuti di gioco). Solida partita di Damyean Dotson, che guida i suoi con 27 punti: il sophomore da Houston sta guadagnando minuti importanti, producendo in termini positivi (4 partite di fila in doppia cifra). Chi non sorprende più è invece Mitchell Robinson: doppia doppia da 14 punti e 15 rimbalzi (71% dal campo) ed ennesima buona prova in difesa con 5 stoppate. Doppia cifra per altri due giocatori di New York: Kevin Knox e Dennis Smith Jr, che sembra aver trovato fiducia e voglia al Madison Square Garden. San Antonio si aggrappa a DeMar DeRozan (32 punti) ma tira male: 6 su 24 da 3 e semplicemente meno grinta in campo. Bene dalla panchina Poeltl ma piuttosto male Patty Mills, che spara a salve.

Altro ribaltone, con Orlando che tiene botta e sconfigge i Toronto Raptors secondi ad Ovest, con uno scarto di ben 15 punti. Mica male per i Magic, che trovano pronto il solito Nikola Vucevic (doppia doppia per lui) e un energico Terrence Ross dalla panchina, che porta 28 punti e 9 rimbalzi alla causa. Fuori ancora Mo Bamba, che non ha messo piede in campo finora nel mese di febbraio, così come Markelle Fultz, che non ha una data di rientro certa. Assenza pesante anche a Toronto, con Kahwi Leonard fuori causa per la terza volta a febbraio. La doppia doppia di Kyle Lowry non basta ai Raptors, che provano ad affidarsi al loro play, a Gasol e a Siakam per portare a casa la 45esima vittoria: missione fallita, se ne riparlerà dopodomani contro i Boston Celtics.

Unica conferma della notte i Denver Nuggets, che si mantengono secondi ad Ovest sperando in un passo falso dei Golden State Warriors. Buona notizia per i Lakers, che devono sperare in qualsiasi sconfitta possibile di una diretta avversaria per l’ottavo posto ad Ovest: i Clippers sono saldamente a 33 vittorie, ben 4 sopra i Lakers e 2 sopra i Sacramento Kings. Lo smantellamento della squadra a seguito della trade deadline fa immaginare che tra le tre litiganti, i losangelini in casacca bianca potrebbero restare fuori e andare in vacanza anticipata ad Aprile. Partita più sottotono di quanto auspicabile per i Clippers: il solo Gallo in doppia cifra nel quintetto titolare, oltre a lui di tutta la squadra solo Williams e Green dalla panchina. Troppo poco per impensierire dei Nuggets che viaggiano a ritmi stellari questa stagione. Millsap e Jokic sfornano due prestazioni quasi identiche sotto ogni punti di vista, con Murray e Harris a seguire nel tabellino dei marcatori. Non la miglior partita di Isaiah Thomas, che conclude comunque con 10 punti, ma gli si può concedere del tempo dopo il rientro dall’infortunio.

Orlando Magic @ Toronto Raptors, 113-98 (Vucevic 23, Ross 28, Isaac 16; Lowry 19, Gasol 16, Ibaka 14)

Los Angeles Clippers @ Denver Nuggets, 96-123 (Williams 24, Gallinari 19, Green 13; Jokic 22, Millsap 21, Murray 16)

San Antonio Spurs @ New York Knicks, 118-130 (DeRozan 32, Aldridge 18, Forbes 15; Dotson 27, Smith Jr, Mudiay, Knox 19)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy