NBA Recap Inside: Gallinari riporta i Nuggets alla vittoria, bene Celtics e Bulls

NBA Recap Inside: Gallinari riporta i Nuggets alla vittoria, bene Celtics e Bulls

Un eccellente Gallinari riporta Denver alla vittoria fuori casa contro i Wizards. Ad Indianapolis, i Pacers tornano a fare la voce grossa. In ripresa pure i Bulls dopo un periodo per niente positivo. A New Orleans, Ryan Anderson domina regalando la vittoria ai Pelicans.

Commenta per primo!

Atlanta Hawks @ Indiana Pacers 92-111 (24-27;44-51;75-82)

Il match di cartello della serata NBA di Eastern Conference non ha di certo deluso le aspettative degli appassionati. Partono forte i Pacers che con Turner, promosso in quintetto dopo le ultime prestazioni positive, sembrano dominare in attacco sotto le plance. Per il rookie  a fine gara saranno 20 i punti messi a segno. Nel secondo quarto infortunio alla caviglia obbliga Paul Millsap ad uscire dal campo per non farvi più ritorno.

Atlanta sembra alle corde, tuttavia un Jeff Teague, totalmente indifferente alle sirene di mercato, rimette in piedi il match con l’aiuto Horford: per Teague 20 punti, mentre per il dominicano 14 punti. I due prima riagguantano il risultato e poi sorpassano George e compagni a 4 minuti dal termine.

Solo le magie di Ellis e G.Hill al tiro dal perimetro riescono a regalare ai Pacers una vittoria molto più sofferta di quanto  dica il risultato; per Monta Ellis 25 punti con 5/7 da tre punti, mentre per Hill 18 punti con 3/ 4 al tiro dalla lunga distanza.

Hawks(27-21): Bazemore 11, Millsap 4, Horford 14, Korver 6, Teague 20, Sefolosha 13, Splitter 8, Schroeder 5, Hardaway Jr. 3, Scott 8, Mack, Muscala, Patterson

Pacers(24-22): George 11, Turner 20, Mahinmi 8, Ellis 25, G. Hill 18, Allen 4, J. Hill 8, Miles 9, Young 2, Robinson III 4, Whittington 2, Budinger, S.Hill

Key Stats: Indiana domina rimbalzo, ma vince la partita soprattutto grazie al tiro da 3 (60% contro l’imbarazzante 25% di Atlanta)

MVP: Myles Turner. Passato sotto traccia all’ultimo Draft, sta dimostrando di poter essere utile e fondamentale fin da subito.

 

Jamer Nelson (Denver Nuggets)

 

Denver Nuggets @ Washington Wizards 117-113 (29-29;64-58;91-79)

Serata positiva per i Nuggets che tornano alla vittoria dopo aver perso le ultime 2 consecutivamente. Partita subito combattuta con le squadre che si rispondono punto su punto. A fine secondo  quarto, si assiste alla prima mini fuga degli ospiti grazie ai punti in contropiede di Barton e Mudiay: 15 punti per Barton a fine partita e 20 per il congolese. I Wizards però non ci stanno e grazie a Wall  e Temple si rifanno sotto nell’ultimo quarto. A fine match il Tabellino segna 17 punti per Wall mentre per Temple 20. Nell’ultimo quarto, solo una grandissima stoppata di Faried e i punti di Gallinari permettono ai Nuggets  di ottenere un vittoria molto sofferta.

 Nuggets(18-29): Gallinari 26, Faried 7, Jokic 15 (10 rimbalzi), Harris 5, Mudiay 20, Arthur 13, Nurkic 8, Nelson 6,Barton 15, Foye 2, Miller

Wizards(20-24): Porter Jr. 2, Hilario 15, Gortat 12 (10 rimbalzi), Temple 20, Wall 17, Dudley 12, Beal 17, Sessions 11, Gooden 7, Oubre Jr.

Key Stats: partita giocata punto a punto e con statistiche simili se non a vantaggio dei Capitolini. Tuttavia i Nuggets tirano meglio dal perimetro (50% contro il 39% dei Wizards) e ciò si è visto a soprattutto si è fatto sentire nel finale di gara.

MVP: Danilo Gallinari. Ormai è all’apice della maturità e lo dimostra ergendosi a leader di questa squadra nei momenti che contano. Così facendo dimostra che non sarebbe stato scandaloso vederlo all’ All Star Game.

Coach Jason Kidd (Milwaukee Bucks)

Memphis Grizzlies @ Milwaukee Bucks 103-83 (23-27; 41-50; 62-76)

Continua la striscia di vittoria per i Grizzlies, questa volta travolgono i Milwaukee Bucks, e si portano al quinto posto nella classifica della Western Conference scavalcando i Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki.Protagonista assoluto del match, il solito Marc Gasol, da 15 punti e 8 rimbalzi, ma c’è anche un ulteriore protagonista: la panchina.Importante prestazione in campo di Barnes che segna 13 punti (con quattro triple) e di Jeff Green con 21 punti (con tre triple). Milwaukee è disorientata al termine del primo tempo, tra palle perse e disordine collettivo in attacco, si porta a -18; nota negativa anche l’espulsione per un fallo tecnico di Antetokounmpo a pochi minuti dal termine del match. Il risultato finale è di 103-83.

Grizzlies (27-20): Green 21, Gasol 15, Barnes 13, Allen 13, Lee 13, Randolph 8, Chalmers 7, Hollins 5, Conley 5, Carter 3, Green Ja.

Bucks (20-28): Monroe 21, Middleton 15, Carter-Williams 10, Bayless 9, Antetokounmpo 7, Parker 7, Plumlee 6, Ennis 4, Copeland 2, Vaughn 2, O’ Bryant.

Key Stats: I Bucks tirano molto male dall’arco: solo il 6 % contro il 35 % dei Grizzlies. Troppe palle perse, soprattutto nella ripresa, per Milwaukee: ben 15. Buona percentuale al tiro per la squadra di casa, che tira col 50 %.

MVP: Jeff Green. 21 punti in 30 minuti di gioco, tira col 50 % da tre e recupera importanti rimbalzi in difesa.

Los Angeles Lakers @ Chicago Bulls 91-114 (15-32; 40-58; 71-90)

E’ l’ultima sfida allo Staples Center di Los Angeles tra Kobe Bryant, che rientra dopo l’assenza contro Dallas, e Pau Gasol.I Bulls vogliono tornare ad alzare la testa dopo ben quattro sconfitte consecutive nelle ultime sei partite. Dopo il primo periodo, si portano già avanti di 17 punti grazie ai soliti Butler, sempre più leader a Chicago, e Gasol, che inizia a dare spettacolo nella sua vecchia e amata città (21 punti e 12 rimbalzi nel finale).I Lakers soffrono ancora, nonostante una buona gara di Clarkson da 16 punti, e di Randle da 14 punti e 8 rimbalzi. Per Los Angeles è l’ottava sconfitta di fila. I Chicago Bulls tornano alla vittoria, il risultato è di 91-114.

Lakers (9-39): Clarkson 16, Randle 14, Young 14, Bryant 10, Nance 7, Brown 7, Bass 6, Kelly 6, Hibbert 6, Russell 3, Black 2, Huertas.

Bulls (26-19): Butler 26 (10 assist), Gasol 21 (12 rimbalzi), Rose 16, McDermott 15, Gibson 9, Moore 8, Brooks 6, Snell 6, Portis 4, Bairstow 2, Felicio 1.

Key Stats: Ottima percentuale ai liberi per i Bulls: 87%. Troppa confusione per i Lakers che collezionano 15 palle perse. Chicago regna anche a rimbalzo: 51 contro i 40 dei Lakers

MVP: Jimmy Butler. 100% ai liberi, e l’ennesima doppia-doppia (26 punti e 10 assist). Ottima anche la prestazione di Pau Gasol: doppia-doppia anche per lui in questo match.

 

Demar DeRozan tra le riserve del prossimo All Star Game
Le altre gare della notte:

New York Knicks @ Toronto Raptors 93-103 (21-27;43-53;63-73)
Knicks(22-26): Thomas 7, O’Quinn 8, Lopez 7, Afflalo 20, Galloway 12, Williams 6, Grant 13, Seraphin 4, Vujacic 13, Amudson3
Raptors(31-15): Johnson 1, Scola 7, Valanciunas 11 (18 rimbalzi), DeRozan 26, Lowry 26 (10 assist), Biyombo 5, Patterson 10, Ross 6, Joseph 11, Powell

New Orleans Pelicans @ Sacramento Kings 114-105 (37-19; 63-53; 92-79)
Pelicans (17-28): Anderson 36, Holiday 25, Cole 17, Dejean-Jones 14, Gee 10, Asik 8, Ajinca 2, Douglas 2, Perkins, Cunningham.
Kings (20-26): McLemore 26, Cousins 26, Rondo 17, Collison 8, Casspi 8, Cauley-Stein 6, Belinelli 6, Anderson 5, Acy 5, Koufos.

– di Nicola Biso e Francesco Postiglione

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy