NBA Recap Inside: Harden mostruoso, Warriors ancora KO

NBA Recap Inside: Harden mostruoso, Warriors ancora KO

Ben Simmons vince la gara delle triple doppie con Westbrook, mentre Bogdanovic guida Indiana sui Wolves di un devastante Towns.

di La Redazione

Towns segna 23 dei suoi 42 punti nel primo quarto, ma non bastano per avere la meglio dei Pacers trascinati da un Bogdanovic da 37 punti (season high). Senza Sabonis ed Evans, Indiana resta incollata agli ospiti fino al 107 pari a 4′ dal termine: da lì in poi segna 15 punti, di cui ben 11 dell’esterno croato.

Quarta sconfitta nelle ultime sei per gli Warriors che, dopo Miami, cade anche a Orlando (GS senza Durant ed Iguodala). I Magic non battevano i californiani da oltre sei anni e 11 partite, e lo hanno fatto grazie ad una rimonta nell’ultimo periodo. Golden State ha segnato un parziale di 30-11 nel terzo periodo che dal -8 l’ha portata a +11 ma lì si è bloccata. Prima un 15-4 e poi un 10-0 ha guidato i Magic verso la vittoria grazie a Ross prima e a Gordon poi.

Gli Heat hanno giocato una grande gara a Houston in back-to-back, ma non è bastata di fronte ad un sontuoso Harden da 58 punti e 10 assist: mai nessun avversario degli Heat aveva segnato così tanti punti. Avanti di 10, Miami ha subito un 14-0 dai Rockets, guidati dai dieci di Harden. Con la possibilità di tornare avanti, prima Wade e poi Richardson hanno sbagliato, e Paul ne ha approfittato per chiudere il match.

21 triple doppie in carriera per Ben Simmons che oggi ha trascinato i suoi Sixers ad una importante vittoria sul campo di Oklahoma City. Westbrook pure lui in tripla doppia (la 25esima in stagione, ma 1/9 da 3) ma non basta, vista anche l’assenza di George. Bene Harris, ancora sopra quota 30. Philadelphia avanti di 16 a metà gara, di 11 a fine terzo quarto, si è ritrovata solo a +2 a 2″ dal termine ma due liberi di Redick hanno dato la vittoria ai Sixers. Philadelphia non vinceva contro OKC da 19 partite (è la prima volta in assoluto da quando la franchigia è nell’Oklahoma), la più lunga striscia di vittorie di una squadra NBA su un’altra.

Denver non approfitta della caduta di Golden State e perde in casa con i Jazz, che fermano la striscia di 9 vittorie casalinghe dei Nuggets. Utah sempre in controllo, anche di 18 nel terzo quarto; Denver rientra a -8, ma un parziale di 13-0 iniziato da uno scatenato Korver (22 punti con 6 triple) poteva indirizzare il match. Di nuovo a -3 a poco più di un minuto dalla fine, ci ha pensato Mitchell a chiudere definitivamente la partita.

Al MSG va in scena lo scontro tra le ultime due della Eastern Conference. Con quattro giocatori oltre i 20 punti, Cleveland vince sui Knicks grazie ad un parziale di 17-2 nei minuti finali che ha permesso prima di recuperare lo svantaggio e poi di allungare sui padroni di casa. Terza vittoria nelle ultime quattro per i Cavs.

New Straits Times

Risultati.

Minnesota Timberwolves @ Indiana Pacers 115-122

Golden State Warriors @ Orlando Magic 96-103

Miami Heat @ Houston Rockets 118-121

Philadelphia 76ers @ Oklahoma City Thunder 108-104

Utah Jazz @ Denver Nuggets 111-104

Cleveland Cavaliers @ New York Knicks 125-118

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy