NBA Recap Inside: i lunghi regalano spettacolo

NBA Recap Inside: i lunghi regalano spettacolo

Una notte segnata dalle azioni dei centri: Lopez mattatore, Robinson uomo da record e Chandler che regala la vittoria alla sua nuova squadra. Big Men rule

di Raffaele Guerini

A Detroit l’ennesima doppia doppia di Andre Drummond non riesce a regalare la vittoria ai Pistons, superati dai Charlotte Hornets di 10 punti. Merito delle due guardie, Walker e Parker, che hanno siglato 24 punti ciascuno e di Cody Zeller, con 14 punti e 3 stoppate. Bullock segna 23 punti come Drummond, ma manca l’apporto di Blake Griffin (solo 10 punti in 30 minuti di gioco).

Houston vince, grazie ai 40 punti di James Harden: il clima però è teso in casa Rockets, dove bisogna capire quale sarà il futuro di Carmelo Anthony. Si parla di un possibile buyout a breve, dato lo scarso apporto del giocatore alla causa. Pur dividendo i minuti tra solo 8 giocatori comunque i texani superano i Pacers di un Oladipo da 22 punti e un Bogdanovic da 20. Turner produce 3 stoppate ma continua a non essere una forza in attacco e gioca solo 24 minuti, lasciando spazio a Domantas Sabonis.

I Knicks escono tra i fischi del pubblico di casa: New York non può essere soddisfatta di una squadra che viene letteralmente schiacciata dagli Orlando Magic. I 5 titolari segnano in totoale 20 punti, mentre tutto il roster spara dalla distanza: 5 su 28 da dietro l’arco. Nota positiva: Mitchell Robinson firma il record di squadra per il maggior numero di stoppate in una partita, ben 9 (sì avete letto bene, 9 stoppate). Si può capire dunque perché Fizdale possa preferire il rookie a Enes Kanter, sebbene quest’ultimo sia offensivamente molto più dominante (16 punti e 15 rimbalzi). Orlando trova un Vucevic ispirato, autore di una doppia doppia da 21 punti e 14 rimbalzi, in coppia con Terrence Ross (22 punti): i due offensivamente sono troppo per i Knicks. Una fetta di palcoscenico se la prende anche Mo Bamba: 15 punti e 8 rimbalzi per il rookie, ancora non titolare ma che sta facendo di tutto per meritarsi un ruolo a quintetto.

Notte pazza a Denver: due tra le squadre migliori di questo inizio di stagione, sicuramente una partita di cartello. Nessuno si sarebbe aspettato che il mattatore della serata potesse essere… Brook Lopez. Il centro dei Bucks si traveste da Stephen Curry e segna la bellezza di 8 triple per risultare il miglior marcatore della serata (28 punti finali). Ennesima buona prova per Antetokounmpo, bene anche Middleton e Brogdon (21 e 21 rispettivamente). Denver gioca comunque una buona partita, si capisce come mai i Nuggets si trovino così in alto: bene la coppia di lunghi titolare, ma importante anche l’apporto dalla panca di Morris (10 assist), Lyles e Beasley.

LeBron aveva promesso spettacolo a Los Angeles: sicuramente, i tifosi non si sono annoiati stanotte. La partita è stata tiratissima fino agli ultimi secondi: LeBron ancora una volta ha sbagliato dei tiri liberi importanti, facendosi perdonare con una schiacciata che regala il +1 ai suoi. Nei momenti finali, Trae Young (autore di una buona prova, anche se quelle palle perse…) cerca il canestro finale per la vittoria e ci va molto vicino: lascia sul posto il difensore, penetra e sale per un buon layup. Sulla sua strada si piazza però l’ultimo acquisto dei Lakers, l’ex Suns Tyson Chandler: raggiunta un’altezza vertiginosa, riesce a intercettare la palla prima che passi in parabola discendente e spezza le speranze degli Hawks. Vittoria Lakers, ma che sudata.

 

Charlotte Hornets @ Detroit Pistons, 113 – 103 (Walker, Parker 24, Zeller 14; Drummond, Bullock 23, Jackson 19)

Indiana Pacers @ Houston Rockets, 103 – 115 (Oladipo 22, Bogdanovic 20, Collison 13; Harden 40, Paul 26, Capela 18)

Orlando Magic @ New York Knicks, 115 – 89 (Ross 22, Vucevic 21, Bamba 15; Knox 17, Kanter 16, Hezonja 12)

Milwaukee Bucks @ Denver Nuggets, 121 – 114 (Lopez 28, Antetokounmpo 22, Middleton 21; Millsap 25, Jokic 20, Lyles 16)

Boston Celtics @ Portland Trail Blazers, 94 – 100 (Tatum 27, Irving 21, Morris 13; Lillard 19, Nurkic 18, McCollum 14)

Atlanta Hawks @ Los Angeles Lakers, 106 – 107 (Prince 23, Bazemore 21, Young 20; James 26, Kuzma 18, Stephenson, Caldwell-Pope 11)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy