NBA Recap Inside: I Warriors cadono coi Kings, ottava vittoria di fila per i Cavs

NBA Recap Inside: I Warriors cadono coi Kings, ottava vittoria di fila per i Cavs

Vediamo le statistiche della notte NBA .

di Andrea Fabbian
  • 8

Sono le vittorie consecutive dei Cavaliers dopo quella di stanotte contro Philadelphia; dopo un inizio difficile i ragazzi di coach Lue sembrano essersi ripresi e ora si trovano al terzo posto della Eastern alle spalle dei Pistons. La vittoria contro i Sixers è stata, come sempre, propiziata da una prestazione monstre di Lebron James che ha segnato 30 punti in 31 minuti giocati; a Phila non basta la doppia doppia di Embiid da 30+11. Cleveland Cavaliers @ Philadelphia 76ers 113-91

  • 22

Sono i rimbalzi catturati da Andre Drummond nella vittoria di Detroit contro Boston di stanotte; dato ancor più impressionante se si considera che i Pistons in totale hanno preso 40 rimbalzi e che il loro centro ha segnato anche 26 punti. Per i Boston Celtics è uno stop importante in quanto arrivato contro la diretta rivale per il primo posto della conference; ai ragazzi di Brad Stevens non sono bastati  i 23 punti di Smart che, in uscita dalla panchina, è stato il top scorer della squadra. Detroit Pistons @ Boston Celtics 118-108

  • 37+10+8

Sono i numeri messi a referto da James Harden nella vittoria dei Rockets contro i Nets nella notte; il barba ha tirato dall’arco con un fantastico 61,5% ed è stato l’artefice principale della vittoria insieme a Chris Paul che in 30 minuti ha smazzato ben 14 assist. Brooklyn non sfigura contro la corazzata di D’Antoni, paga soprattutto l’approccio schock con il primo quarto conclusosi sul 43-26 per i texani; ottima la prestazione di Isaiah Whitehead in uscita dalla panchina con 24 punti in 27 minuti giocati. Brooklyn Nets @ Houston Rockets 103-117

  • 19

Sono i punti realizzati da Cauley-Stein nella clamorosa vittoria contro i Warriors dei Kings; Sacramento ha offerto una grande prova di squadra mandando ben sei giocatori in doppia cifra per punti, tra cui un George Hill “d’annata” da 19 punti. Per Golden State pesano le assense simultanee di Stephen Curry e Kevin Durant, ai campioni in carica non bastano i 21 punti di Klay Thompson che stanotte sembrava combattere contro i mulini a vento. Da segnalare che Sacramento ha tirato da tre punti meglio dei Warriors: ha mandato a segno il 52,9% delle triple tentate conto il 43,2 % di Golden State. Sacramento Kings @ Golden State Warriors 110-106

  • 42

Il premio come top scorer della notte va a Lou Williams che in 37 minuti segna un terzo dei punti dei suoi Clippers; il sesto uomo dell’anno 2015 è stato costretto agli straordinari in virtù delle difficoltà di Milos Teodosic, ovviamente ha risposto presente e ha regalato ai suoi il derby contro i Lakers. I ragazzi di Walton incappano nell’ennesima sconfitta della loro stagione (7 nelle ultime 10 partite), complice la serata pessima di Ball ai gialloviola non bastano i 29 punti di Caldwell-Pope. Los Angeles Lakers @ Los Angeles Clippers 115-120

 

Gli altri risultati della notte:

Dallas Mavericks @ San Antonio Spurs 108-115

Portland Trail Blazers @ New York Knicks 103-91

Orlando Magic @ Indiana Pacers 109-121

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy