NBA Recap Inside: Ibaka ruba la scena a Westbrook, Wiggins ma cosa sei?

NBA Recap Inside: Ibaka ruba la scena a Westbrook, Wiggins ma cosa sei?

Il riepilogo delle 5 gare della notte NBA.

Partite Clou:

http://assets1.sportsnet.ca/

Orlando Magic @ Oklahoma City Thunder 119-117 (27-13, 30-34, 25-37, 37-33)

Ibaka “vendica” la trade mostrando quanto i Thunder abbiano perso: jump shot a pochi decimi dalla sirena e game-set-match.
Partita di un Westbrook scatenato con 41 punti 12 rimbalzi e 16 assist che non sono tuttavia bastati alla vittoria (prima sconfitta in 20 gare dove RW raggiungeva tripla doppia): possesso e pareggio sprecati dalla guardia di OKC che permette a Orlando di recuperare, chiamare Time-Out e permettere all’ex di siglare il career high e vittoria. Terza sconfitta consecutiva in casa per Oklahoma dopo la partenza schockante di 6-1, coach Donovan avra’ ora molto da lavorare, sopratutto psicologicamente, su una squadra cosi’ giovane. Poteva essere la gara degli ex ma se da una parte lo e’ stata nell’altro senso no: Oladipo non ha saputo incidere nonostante i 31 minuti concessigli tuttavia il vero caporetto e’ arrivato con le seconde linee non all’altezza. Partita gradevole segnata dalla scarsa capacita’ realizzativa da dietro l’arco dei padroni di casa (28% su 25 triple tentate).

Magic(4-6): Ibaka 31, Green 11, Vucevic 4, Payton 23, Fournier 21, Gordon 12, Biyombo 5, Augustin 12.
Thunder(6-4): Sabonis 3, Adams 13 (10 rimbalzi), Westbrook 41 (12 rimbalzi, 16 assist), Oladipo 12, Roberson 14, Grant 2, Lauvergne 9, Kanter 16, Abrines 7.

MVP: Serge Ibaka dopo 7 anni in Oklahoma aveva piu’ di una motivazione per fare bene, nessuno pero’ si aspettava cosi’ bene: 31 punti, 9 rimbalzi e 4 stoppate per il giocatore accolto da una standing ovation dai suoi vecchi fans.

http://a57.foxnews.com/

Los Angeles Lakers @ Minnesota Timberwolves 99-125 (27-36, 19-33, 26-18, 27-38)

Quintetto dei Lakers 47 punti, Andrew Wiggins 47 punti.
Il pargolo made in Canada commentera’ la sua prestazione con “Mi sto trovando, nelle cose che so fare e nelle cose su cui devo lavorare”, se di cose in cui deve lavorare ce ne sono sulle prime abbiamo certezze: questo ragazzo sa giocare.
Oltre alla prestazione monstre di Wiggins spicca Bjelica con la seconda miglior prestazione personale della serata: 24 punti e 8 rimbalzi per il Power Forward dei lupi, assente giustificato LaVine per dolori al ginocchio.
Nel quarto quarto per gli ospiti ci prova Lou Williams con 13 punti (dei 17 totali) ma la poca concentrazione del quintetto iniziale e lo strapotere di Wiggins poco han lasciato a dei Lakers che sembrano comunque tutta un’altra squadra rispetto all’incubo della passata stagione.

Lakers(6-5): Randle 14, Deng 13, Mozgov 4, Russell 7, Young 9, Nance Jr 8, Ingram 10, Zubac 1, Black 2, Clarkson 14, Williams 17.
Timberwolves(3-6): Bjelica 24, Dieng 2, Wiggins 47, Towns 22 (12 rimbalzi), Rubio 10 (10 assist), Payne 10, Aldrich 2, Jones 3, Dunn 5.

MVP: Andrew Wiggins career high per il Rookie dell’anno 2014-15 con 47 punti, 4 rimbalzi e 3 assist in 41 minuti di gioco: verra’ arginato o sara’ l’NBA ad essere inondata?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy