NBA Recap Inside: Irving e Westbrook decisivi, Anthony Davis ancora super ma perdente

NBA Recap Inside: Irving e Westbrook decisivi, Anthony Davis ancora super ma perdente

Il recap della notte NBA.

Commenta per primo!

Partite clou

– di Leonardo Zeppieri & Nicola Biso

 

http://www.wmbfnews.com

Cleveland Cavaliers @ Toronto Raptors 94-91 (28-23; 22-17; 21-27; 23-24)

Riedizione delle scorse Conference Finals in un Air Canada Center tutto esaurito per Cavs e Raptors. Parte meglio la squadra dell’Ohio, sempre in vantaggio durante i primi 24 minuti. LeBron e compagni, pur avendo pochissimo dalla loro panchina (2-12 al tiro per le riserve di Lue), possono contare sul loro miglior trio: un Love da doppia doppia si rende fastidiosissimo nei giochi a due cn Irving (top scorer dei suoi con 26), mentre James gioca una partita “sottotono” (7-16 al tiro), sfiorando comunque la tripla doppia. A vincere la partita è la difesa dei Cavs, che costringe Toronto al 39% dal campo. Non bastano un Valanciunas da 17 rimbalzi e un DeRozan da 32 punti.

Cavaliers (2-0): Love 18 (10 rimbalzi), James 21, Thompson 11 (10 rimbalzi), Irving 26, J.R. Smith 8, Jefferson 2, Shumpert 6, Dunleavy 2.
Raptors (1-1): Carroll 8, Siakam 4, Valanciunas 10 (17 rimbalzi), Lowry 17, DeRozan 32, Patterson 5, Poelti 7, Joseph 8, Ross.

MVP: Kyrie Irving, con 26 punti (5/9 da 3), 6 assists e 6 rimbalzi (ma anche 7 palle perse).

 

http://nba.sportfeeds.org

Golden State Warriors @ New Orleans Pelicans 122-114 (32-22; 27-28; 33-31; 30-33)

Si rialzano i Warriors dopo la pesante sconfitta dell’opening night con i San Antonio Spurs, battendo i Pelicans a domicilio. Golden State tiene gli avversari sotto il 40% dal campo nel primo tempo, chiudendo in vataggio 59-50. New Orleans resta sui dieci punti di svantaggio per la maggior parte della partita, ma riesce a rimontare e a passare in vantaggio nel terzo quarto (74-73), fin quando Curry segna un paio di triple delle sue. Da lì in poi Davis e compagni non si avvicineranno più sotto i sei punti di margine. Proprio AD fa registrare un altro record: con i 45 punti di stanotte, è il primo a segnare 95 punti nelle prime due gare della stagione.

Warriors (1-1): Green 8 (11 rimbalzi), Durant 30 (17 rimbalzi), Pachulia 10 (11 rimbalzi), Curry 23, Thompson 28, West 3, Looney 4, Iguodala 9, McCaw 3, Livingston 4, Clark.
Pelicans (0-2): Davis 45 (17 rimbalzi), Hill 3, Asik 2, Frazier 21 (10 assists), Moore 4, Jones 7, Cunnigham 15, Hield 2, Stephenson 15, Galloway.

MVP: Kevin Durant, 30 punti, 17 rimbalzi, 6 assists e una stoppata decisiva su Anthony Davis.

 

http://philnews.org

Phoenix Suns @ Oklahoma City Thunder 110- 113 (40-25, 13-24, 30-28, 19-25)

Dopo la prima metà di gara controllata con agilità dai Suns grazie alle ottime percentuali al tiro di Tj Warren (per lui una prova da 30 punti e 9 rimbalzi, la squadra dell’Arizona si è fatta recuperare dai Thunder di Westbrook per poi essere battuta all’overtime proprio da un canestro di quest’ultimo. Per l’ex UCLA è stata una partita da ricordare in quanto condita da cifre statistiche che non si vedevano dai tempi di Kareem Abdul Jabbar: per lui tripla doppia da 51 punti, 10 assist e 13 rimbalzi. Da sottolineare, infine, l’apporto difensivo del solito Roberson che a pochi secondi dalla sirena stoppa Booker(21 punti per il sophomore) infrangendo così i sogni di vittoria di Phoenix.

Thunder (2-0): Westbrook 51 punti+10 assist+13 rimbalzi, Oladipo 21, Roberson 9, Sabonis 8, Adams 9+10 rimbalzi, Ilyasova5, Singler 4, Kanter 4, Christon 2, Lauvergne.
Suns (0-2): Warren 30, Dudley 6, Chandler 5+10 rimbalzi, Booker 21, Bledsoe 17, Knight 19, Tucker, Len 3, Chriss 7, Ulis 2, Bender.

MVP: Russell Westbrook. Come pronosticato ad inizio stagione, la tripla doppia di media sarebbe stata il minimo che ci si aspettava da lui, ma con questi numeri rischia di vincere l’MVP a novembre.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy