NBA Recap Inside: L.A. stregata per i Cavs, Warriors ancora KO

NBA Recap Inside: L.A. stregata per i Cavs, Warriors ancora KO

La statistiche più interessanti della notte NBA.

di La Redazione
  • -17

Il plus/minus di Derrick Rose al debutto con la maglia di Minnesota. Contro Golden State tutto è possibile, ma questo dato fa riferimento ai minuti in cui è stato in campo: SEI.

Per fortuna di Minnesota questo non è bastato e i Timberwolves hanno vinto (31+16 di Towns, che l’ha decisa nel finale), fermando la striscia di 3 KO consecutivi nel giorno del 13esimo sold-out stagionale, record che non si vedeva dal 2004, anno in cui Minnesota fece i Playoffs per l’ultima volta.

Golden State Warriors @ Minnesota Timberwolves 103-109

  • +7

Il margine di Indiana a 2’13” dal termine. In un minuto e mezzo ha subito un parziale di 9-2 che ha pareggiato la contesa (senza Irving fermo negli spogliatoi per un problema non grave al ginocchio). Prima il canestro di Turner e poi l’errore di Rozier – colui che aveva castigato i Pacers a domicilio – in seguito ad un pasticcio di Oladipo hanno però dato il successo ad Indiana.

Indiana Pacers @ Boston Celtics 99-97

  • 17

I rimbalzi offensivi di Utah, nonché la differenza di rimbalzi totali (55-38) tra Jazz e Pelicans. La tripla doppia di Davis ha due record: quello di franchigia delle 10 stoppate e quello NBA di aver fatto registrare una tripla doppia nel giorno del suo compleanno, unico a riuscirci. Ma inutilmente, perché Utah ha tenuto per la 30esima volta gli avversari sotto i 100 punti, e di queste 30 ne ha vinte 25.

Utah Jazz @ New Orleans Pelicans 116-99

  • 36

I punti di Julius Randle, suo massimo in carriera, ai quali ha aggiunto 14 rimbalzi e 7 assist, tirando 14/18 da 2. Cleveland non ha trovato la quadra su di lui nel secondo tempo, quando ne ha infilati 23. Ventelli anche per Lopez, Caldwell-Pope e Thomas, mentre per i Cavs ci sono i soli 24+10 di LeBron: per Cleveland quarto stop nelle ultime sei.

Cleveland Cavaliers @ Los Angeles Lakers 113-127

  • 14

I punti di ritardo di Chicago dopo il primo quarto, ma Atlanta ha avuto il solo Prince a non mollare (career high con 38 punti e 7/13 da 3), mentre i Bulls hanno segnato 109 punti nei successivi tre periodi di gioco. L’ha vinta LaVine con 4/4 ai liberi negli ultimi 17″.

Chicago Bulls @ Atlanta Hawks 129-122

USA Today Sports
USA Today Sports

Le altre partite:

Toronto Raptors @ New York Knicks 132-106

Sacramento Kings @ Denver Nuggets 104-130

Houston Rockets @ Dallas Mavericks 105-82

Philadelphia 76ers @ Brooklyn Nets 120-87

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy