NBA Recap Inside: Lakers vittoriosi all’ultimo secondo, Porzingis ancora oltre quota 30

NBA Recap Inside: Lakers vittoriosi all’ultimo secondo, Porzingis ancora oltre quota 30

Il riassunto delle gare della notte NBA.

Commenta per primo!

Partite clou

Oklahoma City Thunder @ Los Angeles Lakers 109-111 (16-29, 48-49, 74-80)

I ragazzini terribili di coach Walton partono a mille all’ora, trascinati dai 7 punti di Nick Young. I Thunder, però, tornano sotto, prima con le fiammate di Grant e poi con Adams e Westbrook che, a 6 ” all’intervallo, regala il primo vantaggio esterno. È però ancora Nick Young a chiudere il periodo con la bomba del contro sorpasso (49-48 al 24′). Al rientro Calderon infila la terza tripla di serata (chiuderà con 12 punti) per mantenere lì i suoi. Due parziali Lakers spingono i padroni di casa dal -5 al +6 della penultima sirena. In apertura di quarto periodo, L.A tocca anche il +11, che poi diventerà anche +14 a meno di 5′ dal termine. 3 bombe di OKC riportano il distacco sotto la doppia cifra; la rimonta continua con un Westbrook impressionante, deciso a vincerla praticamente da solo. Adams poi corregge un errore del #0 per dare il vantaggio Thunder a 14″ dalla fine. È poi ancora Young a mettere la tripla del definitivo +2 a 5″ dalla fine, alla quale Westbrook non riesce a rispondere.

Thunder (8-7): Oladipo 14, Adams 20, Westbrook 34 (13 assist), Roberson 5,. Sabonis 3, Grant 9, Lauvergne 12, Kanter 10, Morrow 2, Abrines, Christon.
Lakers (8-7): Mozgov 16, Young 17, Calderon 12, Randle 3, Deng 8, Nance jr 8, Clarkson 18, Ingram 11, Williams 13, Black 5.

MVP: Nick Young infila 17 punti con due bombe per chiudere quarto e partita. Aggiunge 2 rrimbalzi, 1 assist e 2 stoppate. Al tiro chiude con 2/5 da 2, 4/7 da 3 e 1/2 ai liberi.

koin.com

Portland Trali Blazers @ New York Knicks 103-107 (33-28; 58-60; 81-81)

A New York sembrano aver imboccato la strada giusta e, dopo la convincente vittoria sugli Hawks, danno continuità con il sofferto successo sui Blazers, compagine da postseason malgrado la crisi di risultati delle ultime settimane. Impressionante la prestazione di un Porzingis in versione ”The Unicorn”, autore di un trentello condito da 9 rimbalzi, anche se le giocate clutch sono state opera di Kuzminskas con la tripla del break e, soprattutto, Rose con il jumper del +4 finale. Ottima anche la prova difensiva dei padroni di casa, che hanno tenuto gli avversari a 45 punti segnati nel secondo tempo.

Blazers (8-8): Davis 14 (10 rimbalzi), Harkless 15, Plumlee 9, Lillard 22, McCollum 16, Leonard 7, Vonleh 2, Turner 11, Crabbe 7.
Knicks (7-7): Porzingis 31, Anthony 17, O’Quinn 4, Rose 18, Lee 5, Kuzminskas 10, Ndour 2, Hernangomez 9, Jennings 4 (11 assist), Holiday 7.

MVP: La purezza delle sue giocate giustifica il soprannome di ”Unicorno” affibbiatogli da Durant l’anno passato. Gran prova di Kristaps Porzingis, che spicca anche sopra un’eccellente partita di squadra.

 

readingeagle.com

Chicago Bulls @ Denver Nuggets 107-110 (31-19; 60-60; 88-91)

Il Pepsi Center resta tabù per i Chicago Bulls, usciti sconfitti da 16 delle ultime 17 sfide in Colorado. Partita divertente con difese allegre per 36′, salvo poi diventare spigolose nei frangenti decisivi. La spunta quindi Denver, che perpetua il buon momento grazie al solito sforzo di squadra e all’ingente contributo della panchina, capeggiata dai 24 di Jamal Murray, che ha annichilito quella avversaria con un parziale di 66-13, e alla freddezza dalla lunetta nel finale di Will Barton. A Chicago non è sufficiente la partenza veloce spinta da Jimmy Butler perché, fatto che assomiglia a una costante, la squadra di coach Hoiberg si è spenta alla distanza, rimediando la seconda sconfitta in questo tour di cinque partite ad ovest. Solida la prova del nostro Gallinari con 15 punti con soli 9 tiri.

Bulls (9-6): Gibson 12 (10 rimbalzi), Butler 35, Lopez 12, Rondo 13 (11 rimbalzi), Wade 22, Mirotic 11, Portis, Valentine, Canaan 2.
Nuggets (6-8): Faried 5, Gallinari 15, Nurkic 14 (14 rimbalzi), Mudiay 5, Barton 10, Hernangomez 3, Jokic 8, Chandler 16, Murray 24, Nelson 10.

MVP: Giornata di grazia per Jamal Murray: la guardia classe ’97 prodotto di Kentucky esplode in una prestazione quasi perfetta al tiro a cui aggiunge anche 6 rimbalzi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy