NBA Recap Inside: LBJ trascina i Lakers, impresa Phila

NBA Recap Inside: LBJ trascina i Lakers, impresa Phila

Spettacolo ed emozioni nella notte NBA: il ritorno del Re vale la vittoria dei Lakers nel derby; crollano Warriors e Raptors, bene gli Spurs

di Antonio Santarsiero

Tutti gli ingredienti del dramma perfetto si sono mescolati sul palcoscenico dello Staples Center: la tensione del derby, la lotta per l’ottavo posto a Ovest, la battaglia punto a punto e il ritorno del Re, che dopo una lunga assenza si riprende la scena e la vittoria finale. Si, perché LeBron James è ritornato a modo suo dopo 17 partite saltate per un infortunio inguinale: oltre 40 minuti in campo e tripla-doppia sfiorata (24+14+9, 9/22 FG) per il #23, che manda un messaggio forte e chiaro all’intera lega. La partita corre sul filo dell’equilibrio, con uno strappo Lakers a fine terzo quarto che porta gli ospiti sul +14. Ma i Clippers non ci stanno, e ribattono con un ultimo quarto da 37 punti: una tripla di Tobias Harris manda la partita all’overtime, dove i Lakers hanno la meglio. Da segnalare il ritorno in quintetto di Kyle Kuzma dopo un’assenza di due partite (10 punti, 4/8 FG) e l’ottimo contributo di Lance Stephenson in uscita dalla panchina (20 punti, 6/10 FG, seconda miglior prestazione stagionale). In casa Clippers spicca il dato relativo alle triple tentate (43, season-high, con 14 realizzazioni), ma non strappa l’occhio nessuna performance individuale: il migliore dei suoi è ancora una volta Lou Williams, con 24 punti a referto da sesto uomo. Ancora out Gallinari, la cui assenza perdura dal 18 gennaio.

I Detroit Pistons si prendono la rivincita sui Dallas Mavericks, dopo la gara a campi invertiti del 26/1 (con vittoria Mavs 106-101). O meglio, su ciò che stanotte rimaneva dei Mavericks, dopo la maxi-trade che ha scosso la serata NBA (con Smith Jr, Matthews e Jordan impacchettati in direzione NY). In una partita dal basso punteggio, il quintetto sperimentale con Brunson, Finney-Smith, Kleber e Mejri (oltre a Barnes, unico superstite del quintetto precedente) sembra addirittura poter fare bottino pieno alla Little Caesars Arena, ma sul +4 Mavericks a metà ultimo quarto Detroit infila un parziale di 14-6 che si rivelerà decisivo. Out anche Doncic, alle prese con un problema alla caviglia sinistra. Doppie-doppie per Griffin e Drummond (24+20, con un eccellente 11/13 dal campo) e ritorno nel lineup iniziale per Bullock e Bruce Brown (che risponde con 0 punti a referto).

Cadono ancora gli Indiana Pacers, che sul parquet di Orlando subiscono la quarta sconfitta in sequenza (la seconda consecutiva in trasferta, dopo la batosta di Washington). Problemi offensivi per coach McMillan, che deve registrare un modesto 4/19 dall’arco (41/91 FG). Season-high per Myles Turner (27 punti, 10/16 FG) e doppia-doppia per Thaddeus Young (16+10), ma Indiana non ha ancora trovato soluzioni alla contemporanea assenza di Oladipo ed Evans, che priva il backcourt di quasi tutta la sua capacità offensiva. In casa Magic, solida prestazione di Vucevic (fresco di convocazione ASG, risponde con doppia-doppia d’ordinanza) ed eccellente contributo di Terrence Ross dalla panchina: season-high da 30 punti (11/18 FG, 5/8 3pt) per il sesto uomo di Orlando, che sta vivendo una stagione da protagonista.

Nella supersfida della Eastern Conference, i Toronto Raptors crollano in casa contro gli inarrestabili Milwaukee Bucks (all’ottava vittoria nelle ultime 9). Partita quasi sempre sotto controllo da parte dei Bucks, che consolidano la loro leadership a Est anche in assenza di prestazioni individuali da ricordare: prova altruista per Giannis Antetokounmpo, che limita i tentativi dal campo (7/13) in favore di un contributo difensivo decisamente evidente (4 rubate e 2 stoppate). Ritorna Brogdon dopo una partita di assenza, mentre in casa Raptors spicca il solo Siakam: 28 punti (12/19 FG), che però non compensano la serata opaca di Kawhi Leonard: 16 punti per l’ex Spurs con un gelido 7/20 dal campo. Male anche Lowry (10 punti e 3 assists).

Sfida di notevole interesse anche all’AT&T Center di San Antonio, dove gli Spurs hanno la meglio sui Brooklyn Nets al termine di una vera e propria battaglia. Risultato in equilibrio fino all’ultimo, con una tripla dell’ex Blazers Napier a riportare i Nets sul -1, ma i liberi di Aldridge consegnano ai padroni di casa la sospirata vittoria. Per coach Pop è la quarta vittoria consecutiva, e in casa Spurs si festeggia anche il rientro in campo di DeRozan dopo un’assenza di 3 partite (noie al ginocchio sinistro): non una gran serata per l’ex Raptors, nonostante la doppia-doppia da 15+10 (complice uno scadente 5/16 dal campo). Da segnalare il season-high di Derrick White: 26 punti e 6 assists (8/13 FG). Ha poco da rimproverarsi Brooklyn, trascinata dal solito Russell (25+5+9), oltre al consueto e cospicuo contributo della panchina.

Infine, il risultato più fragoroso della notte. I Sixers interrompono la lunga serie di successi consecutivi (11) dei Golden State Warriors, espugnando la Oracle Arena grazie agli acuti dei suoi due gioielli. Phila si porta avanti grazie a uno spettacolare terzo quarto da 42 punti, gestendo poi il vantaggio con una certa maturità nel corso dell’ultima frazione. Dominio fisico di Embiid (26+20+5, nonostante un poco lusinghiero 8/24 dal campo) e dominio tecnico di Ben Simmons (26+8+6 e mano caldissima: 10/13 FG), ad oscurare la prestazione offensivamente modesta di Butler (solo 3/12 dal campo e 7 punti complessivi). A Golden State non bastano i 41 punti di Steph Curry: Cousins e Green perdono la battaglia contro The Process, mentre l’assenza di Thompson pesa sulla prestazione di squadra dall’arco (11/38). Ora gli Warriors rischiano l’aggancio in vetta da parte dei Nuggets, impegnati questa notte in una sfida affascinante contro Houston.

Ecco i risultati nel dettaglio:

Dallas Mavericks @ Detroit Pistons 89-93 (DET: Drummond 24+20, Griffin 24+10, Jackson 17; DAL: Barnes 27, Harris 15, Powell 10)

Indiana Pacers @ Orlando Magic 100-107 (ORL: Ross 30, Augustin 20, Vucevic 17+10; IND: Turner 27, Bogdanovic 21, Young 16+10, Collison 16)

Milwaukee Bucks @ Toronto Raptors 105-92 (TOR: Siakam 28, Leonard 16, Ibaka 12+10; MWB: Antetokounmpo 19, Middleton 18, Wilson 16)

Brooklyn Nets @ San Antonio Spurs 114-117 (SAS: White 26, Aldridge 20+13, Mills 17; BKN: Russell 25, Carroll 18, Harris 18)

Philadelphia 76ers @ Golden State Warriors 113-104 (GSW: Curry 41, Durant 25, Looney 14; PHI: Embiid 26+20, Simmons 26, Redick 15)

Los Angeles Lakers @ Los Angeles Clippers 123-120 OT (LAC: Williams 24, Beverley 17, Harris 15, Harrell 15; LAL: James 24+14, Stephenson 20, Ingram 19)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy