NBA Recap Inside: Lillard strapazza i Warriors, bene Bulls, Spurs e Pacers

NBA Recap Inside: Lillard strapazza i Warriors, bene Bulls, Spurs e Pacers

Un sontuoso Damian Lillard da 51 punti, 7 assist e 6 recuperi affossa i Warriors con 32 punti di scarto. Gli Spurs riscattano la sconfitta con i Clippers battendo i Lakers in quello che è stato l’ultimo incontro tra Duncan e Bryant, Indiana sorprende Oklahoma ed i Bulls ritrovano il sorriso.

Commenta per primo!

 

Golden State Warriors @ Portland Trail Blazers 105-137 (31-42, 62-68, 79-104)

Una sola parola, anzi due: Damian Lillard. La migliore prestazione della carriera di Lillard contro la corazzata Warriors: notevole sopratutto considerando come Damian sia nativo di Oakland. Commenterà a fine partita: “E’ una bella sensazione, sopratutto contro la migliore squadra della lega: non segnavo 50 punti dal primo anno di high-school”. Curry riuscirà comunque a segnare 31 e regalare 5 assist, ma la sua luce, almeno per una sera, rimarrà oscurata dalla prestazione del giocatore di Portland.

Warriors(48-5): Barnes 5, Green 14 (12 rimbalzi), Bogut 2, Thompson 23, Curry 31, Iguodala 2, Barbosa 5, Speights 10, Livingston 0, Rush 1, Looney 2, Clark 8, Thompson 2.

Blazers(28-27): Aminu 3, Vonleh 9, Plumlee 12, McCollum 21, Lillard 51, Crabbe 9, Harkless 11, Henderson 12, Davis 2, Kaman 0, Roberts 7, Leonard 0, Connaughton 0.

Key Stat: Portland mette a referto percentuali irreali, chiuderà infatti con 53% dal campo e 56% da dietro l’arco. MVP: Damian Lillard 51 punti, 7 assist, 6 rubate e neanche una palla persa in 31 minuti di gioco per una gara surreale.

orlandomagicdaily.com

Dallas Mavericks @ Orlando Magic 104-110 OT (13-31, 51-56, 81-72, 98-98)

Seconda sconfitta consecutiva per i Dallas Mavericks che cedono ai Magic dopo un supplementare. La partita è ricca di cambi di scena, con i Magic che sfiorano il +20 alla prima sirena grazie ad un Vucevic da 11+5, ritrovandosi poi ad inseguire prima dell’ultimo periodo. Negli ultimi minuti cresce l’intensità difensiva delle due squadre e sul 98-96 per i Mavs, Fournier realizza il canestro della parità che regala il supplementare ad Orlando. Il francese apre le danze con una tripla, Oladipo segna 5 punti e Gordon inchioda l’alley-oop del 108-101 a 13″ dalla sirena: Dallas è al tappeto.
Da segnalare l’ottima prova di Jennings, autore di 18 punti e 4 assist alla prima uscita con i Magic.

Mavericks (29-27): Parsons 24, Nowitzki 11, Pachulia 11 (19 rimbalzi), Matthews 5, Williams 25, Felton 2, Mejri, Anderson, Barea 15, Powell, Villanueva 11.

Magic (24-29): Fournier 9, Gordon 7 (11 rimbalzi), Vucevic 21 (12 rimbalzi), Oladipo 17 (14 rimbalzi), Payton 9, Ilyasova 16, Hezonja 2, Jennings 18, Smith 11, CJ Watson.

Key Stat: I Magic tirano con l’88% dalla linea della carità (Dallas termina con il 61%) e stravince la gara a rimbalzo 63-45.

MVP: Nikola Vucevic. 21 punti, 12 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate per il centro montenegrino che guida i suoi soprattutto nella prima frazione.

twitter.com

Miami Heat @ Atlanta Hawks 115-111 (22-19, 52-52, 79-81)

Importante vittoria per i ragazzi di Spoelstra che, privi di Bosh, Wade e Whiteside, sbancano la Philips Arena di Atlanta.
Nel primo tempo regna l’equilibrio con Horford (11) che risponde presente a Deng (15), poi Green prova a prendere le distanze con 8 punti in 5′ ma le triple di Millsap e Korver aiutano gli Hawks a ricucire il distacco. Sono proprio i tiri dall’arco (ben 7 mandati a bersaglio nel solo terzo periodo) a tenere a galla Teague e compagni, ma Deng ed un ottimo McRoberts in uscita dalla panchina portano gli Heat sui tre possessi di vantaggio quando mancano 8′ alla fine. Atlanta non si scompone e con un parziale di 8-0 raggiunge il pareggio a quota 98, poi ancora Deng e McRoberts, con l’aiuto di Dragic, firmano il nuovo allungo, questa volta definitivo.
Vittoria difficile ma fondamentale per Miami che supera proprio gli Hawks al quarto posto ed ora se la vedrà con i Wizards per cercare continuità di vittoria.

Heat (30-24): Winslow 13, Deng 30 (11 rimbalzi), Stoudemire 6, Green 14, Dragic 17 (11 assist), McRoberts 19 (10 assist), Udrih 3, Haslem 6, Richardson 7.

Hawks (31-25): Bazemore 7, Millsap 12 (13 rimbalzi), Horford 14, Korver 18, Teague 23, Muscala 4, Hardaway Jr, Sefolosha 4, Schröder 16, Scott 13.

Key Stat: Miami tira con il 50% dal campo contro il 44% dei padroni di casa che perdono 21 palle recuperandone appena 7.

MVP: Luol Deng. 30 punti (11/17 al tiro e 7/10 dalla lunetta), 11 rimbalzi e 4 steals per il #9 degli Heat che prova (e ci riesce) a non far pesare le assenze a coach Spoelstra.

thesportscenter.net

Minnesota Timberwolves @ Memphis Grizzlies 104-109 (27-28, 48-51, 81-76)

Memphis soffre più del previsto ma batte i T’Wolves grazie ad un ottimo ultimo periodo.
Partono bene Wiggins e compagni che con una tripla di Muhammad trovano anche il +10 a metà secondo quarto, prima di subire un parziale di 13-0 che capovolge le sorti dell’incontro. Da questo momento in poi le squadre si ritrovano numerose volte in situazione di perfetta parità, almeno fino alla fine del terzo periodo con Martin che dal perimetro mette a segno l’81-71 per gli ospiti. La storia, però, si ripete, ed i Grizzlies mettono a segno un 16-3 che vale il sorpasso, spinti da un ottimo Mike Conley. Minnesota non molla e riacciuffa il vantaggio, Memphis sembra averne di più e riesce a passare di nuovo avanti sul 98-91 grazie a Randolph e Carter.
La lotteria dei tiri liberi non riesce a risollevare i Timberwolves ed i Grizzlies portano a casa la seconda vittoria di fila.

Timberwolves (17-38): Wiggins 20, Dieng 14 (12 rimbalzi), Towns 11 (15 rimbalzi), LaVine 22, Rubio 5, Muhammad 12, Martin 12, Payne, Jones 5, Rudez 3.

Grizzlies (32-22): Barnes 11, Green 9 (11 rimbalzi), Randolph 17, Allen 9, Conley 25, Wright 6, Carter 15, Chalmers 10, Andersen 4, Ennis 1, Hairston 2.

Key Stat: Memphis tira meglio dal campo (48,8% contro il 41,3% degli ospiti) e recupera ben 13 palloni. Inutile il 31-31 dalla lunetta per i T’Wolves che perdono 20 palle facendo registrare appena 7 steals.

MVP: Mike Conley. Fresco di Community Assist Award di NBA Cares per il mese di gennaio, segna 25 punti (10/19 dal campo) distribuendo 7 assist e tirando giù 4 rimbalzi.

www.news9.com

Indiana Pacers @ Oklahoma City Thunder 101-98 (24-24, 44-51, 67-76)

Turning point della partita la tripla di Turner: prima in carriera. Match che vede i padroni di casa in vantaggio fino agli ultimi minuti dove uno straripante Monta Ellis decide di voler lottare per il posto playoff. George segna 22 e smista 10 assist, Mahinmi career high 19 punti e Turner con 16 e 6 stoppate, tra i Thunder spicca la prestazione dell’onnipresente Westbrook ed il solito Durant, nota negativa con Waiters che in 30 minuti sbaglia 8 degli 8 tiri tentati. Con 55 secondi da giocare una penetrazione di Ellis trova il rookie Turner nell’angolo che segna il pareggio, sul cambio di fronte Durant sbaglia e permette a Monta di portarsi sul +3. Sulla situazione di 99-95 Westbrook libera Durant per il 99-98, ai due liberi di George prova a rispondere lo #0 in maglia Thunder ma fallisce e concede la vittoria.

Pacers(29-25): George 22 (10 assist), Turner 16, Mahinmi 19 (11 rimbalzi), Ellis 27, Hill 9 (11 rimbalzi), Allen 2, Hill 2, Young 4, Hill 0, Budinger 0.

Thunder(40-15): Durant 31, Ibaka 12 (11 rimbalzi), Adams 6, Waiters 0, Westbrook 23 (18 assist), Kanter 13 (10 rimbalzi), Collison 0, Payne 6, Singler 2, Morrow 5.

Key Stat: Indiana riesce a trovare i tiri decisivi da dietro l’arco: con oltre il 40% da tre doppia OKC ferma al 19%.

MVP: Monta Ellis con 27 punti, 2 rimbalzi e 3 assist, di cui uno come gia detto decisivo, trascina nell’ultimo quarto Indiana alla vittoria.

www.inquisitr.com

Charlotte Hornets @ Milwaukee Bucks 98-95 (28-25, 52-52, 70-78)

Grande prova di nervi per Charlotte che, soprattutto in trasferta, sta riscoprendosi un osso duro per tutti. Dopo essere stati sotto di 13 punti nel terzo quarto gli Hornets riescono ad imporsi e vincere 28-17 l’ultima frazione. Con 18 secondi da giocare Batum sbaglia una palla per Williams marcato stretto d Carter-Williams: palla a Milwaukee che non trova in Middleton un semplice tiro dall’altezza del tiro libero; Walker di prende il rimbalzo e va in lunetta dove concretizza due su due. Nessun minuto per Courtney Lee nuovo arrivo da una trade a tre con Memphis per sostituire Kidd-Gilchrist indisponibile per il resto della stagione.

Hornets(26-26): Williams 15, Kaminsky 4, Zeller 23, Batum 7, Walker 25, Jefferson 6, Lin 4, Lamb 14, Hansbrough 0.

Bucks(22-33): Antetokounmpo 18 (11 rimbalzi), Parker 23 (11 rimbalzi), Plumlee 6, Middleton 20, Mayo 6, Monroe 4, Carter-Williams 14, Vaughn 4.

Key Stat: La difesa di Charlotte impone ben 13 turnover a Milwaukee, sopratutto nei minuti finali.

MVP: Cody Zeller segna 23 e season high accompagnati da 9 rimbalzi e 2 assist in 31 minuti con 9-12 dal campo.

 

nba.com

Le altre gare:

 

Detroit Pistons @ Washington Wizards 86-98 (15-29, 40-55, 61-83)
Pistons (27-28): Morris 9, Tolliver 6, Drummond 11 (13 rimbalzi), Caldwell-Pope 4, Jackson 16, Harris 21, Johnson 5, Blake 5, Baynes 6, Hilliard 3, Bullock.
Wizards (25-28): Porter Jr. 11, Dudley 10, Gortat 15, Temple 2, Wall 22 (8 assist, 8 rimbalzi), Morris 6, Beal 17, Sessions 9, Nene 4, Oubre Jr. 2, Gooden, Eddie.

 

New York Knicks @ Brooklyn Nets 98-109 (32-23, 52-50, 76-84)
Knicks (23-33): Antony 22, Porzingis 18, Lopez 10, Afflalo 17, Calderon 7, Galloway 9, Seraphin, Williams 6, Grant 6, Thomas, O’Quinn 3.
Nets (15-40): Johnson 12, Young 13, Lopez 33, Ellington 11, Sloan 14 (10 rimbalzi), Bogdanovic 16, Larkin 2, Robinson 4, Brown 2, McCullough 2.

 

Toronto Raptors @ Chicago Bulls 106-116 (35-24, 58-52, 81-89)
Raptors (35-18): Johnson 2, Scola 2, Valanciunas 25 (12 rimbalzi), DeRozan 22, Lowry 27, Patterson 12, Ross 2, Joseph 11, Biyombo 1, Bennett 2.
Bulls (28-26): Dunleavy 5, Gibson 9, Gasol 18 (11 rimbalzi, 9 assist), Moore 9, Rose 26, Snell, Portis 8, Brooks 3, McDermott 30, Felicio 8.

 

Philadelphia 76ers @ New Orleans Pelicans 114-121 (26-37, 55-71, 90-92)
Sixers (8-46): Convington 15, Okafor 14, Noel 24, Stauskas 11, Smith 12, Grant 12, Thompson 2, Canaan 13, McConnell 2, Holmes, Landry, Marshall 9.
Pelicans (21-33): Cunningham 2, Davis 34, Asik 9 (14 rimbalzi), Dejean-Jones 5, Cole 12, Douglas 3, Holiday 24 (12 assist), Anderson 26, Gee 2, Ajinca 4.

 

Houston Rockets @ Phoenix Suns 116-100 (21-24, 56-45, 81-65)
Rockets (28-29): Ariza 25, Smith 3, Howard 15, Harden 27 (10 assist), Beverley 18, Capela 11, Brewer 2, Lawson 1, Terry, McDaniels 4, Harrell 10.
Suns (14-41): Tucker 9, Leuer 16, Chandler 2, Booker 10, Goodwin 10, Price, Teletovic 25, Humphries 18 (12 rimbalzi), Weems 2, McRae 8.

 

Denver Nuggets @ Sacramento Kings 110-116 (24-31, 57-70, 77-88)
Nuggets (22-33): Gallinari 27, Faried 6, Jokic, Harris 14, Mudiay 8, Nurkic 4, Barton 17, Arthur 4, Lauvergne 22, Augustin 8.
Kings (23-31): Gay 24, Acy, Cousins 37 (20 rimbalzi), McLemore 2, Rondo 24 (10 assist), Cauley-Stein 10, Collison 17, Anderson, Koufos, Curry 2.

 

Boston Celtics @ Utah Jazz 93-111 (24-26, 49-54, 72-83)
Celtics (32-24): Crowder 17, Johnson 2, Sullinger 9, Bradley 12, Thomas 25, Turner 10, Smart, Zeller 4, Jerebko 4, Rozier, Young, Mickey 2, Hunter.
Jazz (27-27): Hayward 22, Favors 23 (10 rimbalzi), Gobert 11 (15 rimbalzi), Hood 11, Neto 15, Johnson 8, Booker 7, Burke 8, Ingles 4, Lyles 2, Withey.

 

San Antonio Spurs @ Los Angeles Lakers (33-30, 60-49, 85-75)
Spurs (49-9): Anderson 14, Duncan 12 (13 rimbalzi), Aldridge 16, Green 2, Parker 25, Mills 15, Diaw 10, Butler 10, Simmons 7, West 8, Marjanovic, McCallum.
Lakers (11-45): Bryant 25, Randle 11 (15 rimbalzi), Hibbert 2, Williams 21, Clarkson 20, Russell 8, Bass 10, Young 10, Nance Jr 6.


– di Davide Barbieri e Simone Zurlo
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy