NBA Recap Inside: Nets a un passo dai playoffs, tutto facile per Phila

NBA Recap Inside: Nets a un passo dai playoffs, tutto facile per Phila

Solo due partite nella notte NBA: vittoria senza affanni per i Sixers a Chicago, mentre Brooklyn si avvicina all’obiettivo battendo Milwaukee

di Antonio Santarsiero

Vittoria cruciale per i Brooklyn Nets in ottica playoffs: Russell e compagni sbancano nientemeno che il Fiserv Forum di Milwaukee, centrando il successo numero 40 in regular season. Nets ora molto vicini all’obiettivo PO: sarebbe sufficiente una vittoria nell’ultima gara casalinga contro Miami. Nei Bucks (già sicuri del primo posto a Est) assente Antetokounmpo a causa di un fastidio al polpaccio sinistro: Budenholzer lo rimpiazza (si fa per dire) con Wilson in quintetto base, mentre perdurano le assenze di pezzi importanti del roster (Brogdon e Mirotic su tutti). In casa Nets invece assente solo Crabbe: Atkinson conferma il solito quintetto con Russell, Harris, Carroll, Kurucs e Jarrett Allen. I Nets chiariscono le loro intenzioni piazzando subito un primo quarto da 34 punti, costruendosi un discreto vantaggio nel corso del secondo quarto. Milwaukee prova a rientrare all’intervallo, ma nel terzo quarto Brooklyn mette insieme altri 42 punti e scappa sul +12; la vittoria sembra cosa fatta, ma i Bucks sono squadra orgogliosa, si sa. Nuovo contro-parziale (11-0) dei padroni di casa e finale punto a punto: sul 128-126 in favore dei Bucks, due liberi di Russell pareggiano la partita. Saranno la tripla di Joe Harris a 1’24 e un layup di Russell, oltre agli errori in lunetta di Sterling Brown, a creare il solco decisivo. In casa Nets, solito bottino di qualità per D-Lo (25 punti e 10 assists, 10/15 FG) e buona prestazione al tiro per Harris (14 punti, 3/6 3PT), ma il contributo fondamentale viene (e non è una novità) dalla panchina: 4 giocatori in doppia cifra, tra i quali spiccano un eccellente LeVert (24 punti e 6 assists in 26 minuti con 4/5 dall’arco) e un Dudley da season-high (16+6, 2/4 3PT). Delle 19 triple a bersaglio di Brooklyn (su 45 tentate), 10 arrivano dalla second-unit. Serata nel complesso positiva dall’arco anche per i Bucks (16/34) che date le assenze e le differenti motivazioni non hanno molto da rimproverarsi. Bene Bledsoe, che si prende l’attacco sulle spalle (33 punti e 11 assists, con uno splendido 5/6 da 3 punti) e buon contributo anche della panchina di Milwaukee, in particolare di Connaughton (13+8+3+2, 6/8 FG), pur con una rotazione ridotta all’osso.

Nell’altra partita della notte, Philadelphia passeggia sul parquet dei Chicago Bulls, ritornando alla vittoria dopo 3 sconfitte consecutive. In casa Sixers ancora out Jimmy Butler: coach Brown conferma il quintetto lungo con Mike Scott insieme a Harris e Embiid. I Bulls mandano in campo un quintetto che ‘profuma’ già di Summer League (quest’anno a Chicago l’estate si è presentata con largo anticipo) complice anche l’assenza dei 4/5 del quintetto-base (Dunn, LaVine, Porter Jr e Markkanen, tra gli altri). Partita nel complesso equilibrata nel primo tempo, ma nella seconda metà di gara i Sixers dilagano, ampliando il vantaggio fino al +20 finale. Vantaggio costruito soprattutto con il dominio a rimbalzo (54 vs 38) e con le elevate percentuali da 2 punti (61%). Doppia-doppia d’ordinanza per Embiid (20+10+5, 9/16 FG) e serata efficiente al tiro per lo specialista Redick (23 punti, 4/7 3PT). Non eccezionale l’apporto della second-unit, che rischia di pesare in post-season: si difende Bolden (11 punti, 3/4 3PT), oltre al solito Marjanovic (10+7 in soli 10 minuti, 4/5 FG). Per il neo-arrivato Monroe 10 minuti in campo con 9 punti, 2 rimbalzi e 2 assists a referto (4/5 FG). In casa Bulls, prestazione molto scadente dell’intero quintetto-base: soli 8 punti per Lemon Jr (4/16 FG), che in parte compensa con 8 rimbalzi e 5 assists. Ampio minutaggio per la panchina, nella quale si mette in evidenza l’ultimo arrivato JaKarr Sampson (10-day contract firmato lo scorso 31 marzo): 29+8 in circa 35 minuti, con 11/17 dal campo. Discreto contributo anche per Luwawu-Cabarrot (14+6, 5/12 FG). Philadelphia consolida il terzo posto a Est.

Ecco i risultati nel dettaglio:

Brooklyn Nets @ Milwaukee Bucks 133-128 (MWB: Bledsoe 33+11, Middleton 24, Hill 14; BKN: Russell 25+10, LeVert 24, Dudley 16)

Philadelphia 76ers @ Chicago Bulls 116-96 (CHI: J.Sampson 29, Luwawu-Cabarrot 14, Lemon Jr 8; PHI: Redick 23, Embiid 20+10, Harris 16)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy