NBA Recap Inside: nostalgia da MVP, in 3 al fotofinish

NBA Recap Inside: nostalgia da MVP, in 3 al fotofinish

Derrick Rose voleva dimostrare al pubblico che non ha vinto un titolo di MVP per caso, mentre sugli altri campi le battaglie si risolvono all’ultimo

di Raffaele Guerini

Notte di batticuore in NBA, con ben 3 partite portate punto a punto di cui 2 ai supplementari.

I Brooklyn Nets vincono in casa grazie al fondamentale apporto dalla panchina di Spencer Dinwiddie, che con 25 trascina i suoi alla vittoria finale. Bene la coppia Griifin/Drummond per Detroit, ma oltre a loro e Jackson produce poco il resto della squadra.

I Denver Nuggets la spuntano su degli agguerriti Chicago Bulls, che sono riusciti a impensierire una delle squadre migliori in questo inizio di stagione. Il merito va a Paul Millsap che la risolve con 0.1 secondi da giocare. Bene Jokic, molto bene LaVine dall’altro che sta tenendo ritmi da top-scorer e buona notizia i 25 punti del rookie Wendell Carter Jr. per i Bulls.

I Los Angeles Lakers vincono grazie a un tiro libero di James, che doveva farsi perdonare due errori in una precedente partita dalla lunetta. 29 punti per LeBron che trascina i suoi “ragazzi” alla vittoria contro dei Mavericks che hanno tenuto botta fino alla fine, merito dei 21 di Wes Matthews e dei 19 di J.J. Barea.

Record stagionale di assist per i Golden State Warriors, che superano i New Orleans Pelicans ancora orfani di Anthony Davis. 39 assist totali per la squadra della Baia, che si conferma al vertice con un 8-1 che lascia pochi dubbi sulla tenuta di questa squadra. Si comportano comunque bene i Pelicans con Mirotic e Holiday che cercano di tirare avanti la carrozza fino alla fine con 26 e 28 punti ciascuno.

Il piatto forte della serata lo troviamo però a Minneapolis, dove i Minnesota Timberwolves si aggiudicano lo scontro con gli Utah Jazz grazie alla prestazione fenomenale di Derrick Rose. Non è il 2011, se ve lo chiedete, ma il tabellino segna 50 punti per D-Rose, al suo massimo in carriera. Non gioca Jimmy Butler e Minnesota trova la vittoria: che i compagni abbiano voluto mandare un messaggio a Jimmy, in sua assenza?

Detroit Pistons @ Brooklyn Nets, 119 – 120 (Griffin 25, Drummond 24, Jackson 21; Dinwiddie 25, Harris 23, LeVert 19)

Indiana Pacers @ New York Knicks, 107 – 101 (Sabonis 30, Oladipo 24, Young 13; Hardaway Jr. 37, Trier, Vonleh 14)

Denver Nuggets @ Chicago Bulls, 108 – 107 (Jokic 22, Millsap 19, Harris 16; LaVine 28, Carter Jr. 25, Holiday, Blakeney 15)

Utah Jazz @ Minnesota Timberwolves, 125 -128 (Mitchell 26, Gobert 22, Crowder 18; Rose 50, Towns 28, Wiggins 19)

New Orleans Pelicans @ Golden State Warriors, 121 – 131 (Holiday 28, Mirotic 26, Moore 21; Curry 37, Durant 24, Thompson 18)

Dallas Mavericks @ Los Angeles Lakers, 113 – 114 (Matthews 21, Barnes 19, Barea 15; James 29, Kuzma 18, Ingram 17)

San Antonio Spurs @ Phoenix Suns, 120 – 90 (DeRozan 25, Aldridge 24, Belinelli 14; Warren 21, Bridges 16, Ariza 14)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy