NBA Recap Inside: Phoenix non c’è due senza tre, Curry macina punti

NBA Recap Inside: Phoenix non c’è due senza tre, Curry macina punti

I Suns continuano la loro marcia vittoriosa, con la terza vittoria consecutiva; Curry raggiunge quota 15000 e porta i suoi alla vittoria

di Raffaele Guerini

In una notte infuocata, due notizie in evidenza: la terza vittoria consecutive dei Phoenix Suns e la sconfitta dei Philadelphia 76ers. Andiamo con ordine.

Phoenix mette in cassaforte la settima vittoria stagionale, togliendo così la targa di “peggior record della lega” dalla porta dell’ufficio (ora tocca agli Hawks, che hanno però due partite in meno). La ricetta? Il ritorno di Devin Booker e TJ warren ai livelli che i tifosi si aspettavano: anzi, forse oltre. Warren è riuscito in un’estate a crearsi un ottimo tiro dalla lunga distanza, diventando un giocatore effettivamente difficile da marcare e prevedere. Booker, allo stesso tempo, è quella macchina da punti che siamo ormai abituati a vedere. Aiuta anche avere uno lungo da 23 punti e 13 rimbalzi, che ancora deve lavorare in difesa ma offensivamente sembra già pronto a prendere importanti responsabilità sulle proprie spalle. Importante il terzo quarto da 41 punti (con 17 punti segnati dagli avversari) per indirizzare la partita verso una buona vittoria. Non tutto male per i Knicks, ad ogni modo: stanno riscoprendo un Emmanuel Mudiay in forma eccellente.

Philadelphia invece esce con le ossa dolenti dal Texas, complice una brutta serata al tiro per i 76ers. Nessuno va sopra i 16 punti segnati, mentre già in 3 degli Spurs arrivano almeno a quota 20 punti. I 76ers mandano anche in lunetta gli avversari molto più di quanto ci vadano loro (17 a 7 i tiri liberi tentati) e perdono più palloni. L’intesa tra Embiid e Butler sembra ancora non essere ottima, Philadelphia deve lavorare ancora molto per far in modo che nessuno esca scontento da un trade che doveva essere un punto di svolta verso la vetta della Eastern Conference.

Nel frattempo, arrivano conferme e smentite anche dagli altri campi: Milwaukee vince, grazie finalmente ad un Khris Middleton ritrovato (22 punti dopo aver saltato una settimana di gare); Houston vince di nuovo grazie ad una eccelsa prestazione di James Harden (che negli ultimi giorni ha attirato su di sé nuove critiche per il metro arbitrale “leggero” usato contro i suoi difensori); Minnesota sconfigge invece Sacramento, un pronostico niente affatto scontato per come stanno giocando i Kings in questa stagione. Bisogna tenere conto del fatto che 3 titolari su 5 hanno giocato meno di 10 minuti ciascuno, mentre Minnesota gioca un’ottima partita corale mandando ben 9 giocatori in doppia cifra. Chicago si è sgonfiata peggio del previsto invece, seppur giocasse contro una squadra in stato di forma brillante come i Thunder: è tornato dall’infortunio a buoni livelli il sophomore Markkanen che sigla una doppia doppia, tuttavia non sufficiente. Golden State in casa strapazza Memphis, con Stephen Curry che sfonda la soglia dei 15000 punti in carriera. Portland, per chiudere la serata, si prende la soddisfazione di una vittoria contro i Clippers, che iniziano forse a pagare un inizio di stagione brillante e necessiterebbero di un minimo di riposo: scontro a distanza Harris-Lillard (39 punti ciascuno) e buone notizie per i losangelini dal rookie Gilgeous-Alexander, autore di un’ottima prestazione.

 

Milwaukee Bucks @ Detroit Pistons, 107-104 (Antetokounmpo 32, Middleton 22, Bledsoe 17; Bullock 24, Johnson 20, Griffin 19)

Phoenix Suns @ New York Knicks, 128-110 (Booker 38, Warren 26, Ayton 21; Mudiay 32, Knox 17, Hezonja 14)

Utah jazz @ Houston Rockets, 97-102 (Mitchell 23, Gobert 18, Crowder 14; Harden 47, Tucker 16, Gordon 12)

Sacramento Kings @ Minnesota Timberwolves, 105-132 (Hield 21, Ferrell 16, Giles III 13; Wiggins 17, Dieng 15, Towns 14)

Chicago Bulls @ Oklahoma City Thunder, 96-121 (Markkanen, Porti 16, Dunn 12; George 24, Adams 19, Schroder 18)

Philadelphia 76ers @ San Antonio Spurs, 96-123 (Redick, Simmons 16, Embiid 13; Gay 21, DeRozan, Aldridge 20)

Memphis Grizzlies @ Golden State Warriors, 93-110 (Casspi 20, Gasol 15, Anderson 14; Durant 23, Curry 20, Thompson, Jerebko 16)

Portland Trail Blazers @ Los Angeles Clippers, 131-127 (Lillard 39, McCollum 27, Nurkic 20; Harris 39, Gilgeous-Alexander 24, Gallinari 22)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy