NBA Recap Inside: Pistons all’OT sui Rockets, la valanga Warriors travolge i Blazers

NBA Recap Inside: Pistons all’OT sui Rockets, la valanga Warriors travolge i Blazers

Tutti i risultati della notte NBA.

di Marco Morandi
  • di Brenno Graziani

Dopo una giornata senza partite a causa del Thanksgivingday, la NBA è tornata nella notte con addirittura 14 partite disputate. Le uniche due franchigie a non essere scese in campo sono state i Dallas Mavericks e Sacramento Kings.

I Golden State Warriors, dopo 4 sconfitte, hanno ospitato i Blazers, reduci dalla sconfitta di 43 punti ad opera dei Bucks nel nuovo Fiserv Forum. Il migliore in campo è stato Kevin Durant, che ha permesso ai Warriors di vincere un match sicuramente difficile per 125 a 97. Molto bene anche Klay Thompson con 31 punti e Quinn Cook con 19 punti. Per gli sconfitti, buone le prove di Lillard e Nurkic con rispettivamente 23 e 22 punti.

I Lakers, dopo aver vinto 8 delle loro ultime 10 gare, hanno giocato in casa contro i Jazz di un Mitchell non particolarmente positivo nella sua seconda stagione nella lega. Nonostante la sconfitta per 83 a 90, Burks ha disputato una partita molto positiva, facendo registrare 17 punti in soli 22 minuti di utilizzo. Per i Lakers, solita solida prestazione per LeBron con 22 punti, 10 rimbalzi e 7 assist e ottima prova di Brandon Ingram con 24 punti. Solo 4 punti con 2/9 al tiro per Mitchell in 11 minuti di utilizzo.

Una delle squadre più in difficoltà in questo inizio di stagione sono stati sicuramente i Boston Celtics, che hanno giocato al Philips Center di Atlanta di Trae Young, autore di una partita da soli 5 punti 2 assist. Per Boston ottime prove di Baynes e Tatum con una partita da 16 e 14 punti. A spuntarla sono stati i Celtics vincendo 114 a 96 grazie ad un primo quarto concluso 45 a 23.

Così come i Lakers, anche i Rockets sono stati in grado di risalire dopo una falsa partenza. Nella notte hanno affrontato a Detroit i Pistons, in un match sicuramente difficile finito 111 a 116 per i padroni di casa dopo un overtime. Migliore in campo Drummond con una prestazione da 23 punti e 20 rimbalzi. Molto bene anche Griffin (28 punti e 9 rimbalzi) e Reggie Jackson (22 punti). Per i Rockets, buone prove di Harden (33 punti) e Clint Capela (29 punti e 21 rimbalzi).

Dopo aver registrato una ampia vittoria in casa contro i Blazers, i Bucks sempre al Fiserv Forum sono stati sconfitti dai Phoenix Suns, ex squadra di Bledsoe. Migliori in campo Booker e Warren, che hanno registrato una partita da 29 e 19 punti, mentre per gli sconfitti buone prestazioni da parte di Giannis e Brogdon con rispettivamente 35 e 22 punti. Pessima partita di Brook Lopez, conclusa con un 3/17 al tiro e uno 0/12 da 3 punti.

Nell’ultima partita Gallinari ha fatto molta fatica, segnando solamente 3 punti (tutti da liberi) e tirando 0-8. Nella notte i suoi Clippers hanno giocato e vinto contro i Memphis Grizzlies per 112 a 107 dopo un tempo supplementare. I migliori in campo per la squadra vincente sono stati Harrell e Gallinari con prestazioni da 22 e 20 punti, mentre per Memphis buone prove di Gasol e il rookie Jaren Jackson Junior con 27 e 20 punti.

In campo c’era anche Marco Belinelli con i suoi San Antonio Spurs che hanno affrontato e battuto i Pacers ad Indianapolis 111 a 100. Per i texani ottime prove di Aldridge e ReRozan, abili a registrare prestazioni da 33 e 16 punti, mentre per i padroni di casa sugli scudi Sabonis e Bogdanovic, con 19 punti (e 16 rimbalzi) e 21 punti. Per Marco 7 punti in 26 minuti in campo.

Nell’anticipo delle 18:00 italiane si è giocato a Brooklyn per Nets vs Timberwolves. Minnesota è riuscita a battere i padroni di casa grazie al contributo di Rose dalla panchina e Towns, in grado di segnare 25 e 21 punti. Per Brooklyn da segnalare la buona prova di Harris e Dinwiddie, entrambi a 18 punti.

Così come i Nets, anche l’altra squadra di New York ha giocato in casa. I Knicks hanno affrontato i Pelicans di Anthony Davis, capace di segnare 33 punti, ma non è bastano per portare a casa la vittoria per i suoi Pelicans, sconfitti 109 a 114. Per i Knicks prova da 27 punti per Mudiay e da 25 punti per Allonzo Trier.

I 76ers, privi di Fultz fuori a tempo indeterminato per un problema alla spalla destra, hanno giocato in casa contro i Cleveland Cavaliers. A spuntarla sono stati i campioni in carica della Eastern Conference con una vittoria per 121 a 112. Ottime prove di Hood e Sexton, che hanno segnato 25 e 23 punti. Per i 76ers, buone le prestazioni di Embiid e Redick con 24 e 23 punti. Tolto Wilson Chandler, tutto il quintetto dei 76ers ha segnato almeno 22 punti, top scorer Embiid con 24.

La capolista dell’Est, i Toronto Raptors, hanno affrontato all’Air Canada Centre i Washington Wizards, squadra con innumerevoli problemi di spogliatoio (basti pensare alle dichiarazioni di Wall e Beal, alla discussione fra Green e Rivers e molto altro). A vincere la partita sono stati i Raptors grazie ad un ottimo Leonard (alla fine 27 punti per lui) e Anunoby (per lui 15 punti in 19 minuti) con il punteggio di 125 a 107. Per i capitolini buone prove di Porter e Beal, a quota 17 e 20 punti. Solo 11 punti per Wall.

Dopo una brutta partenza (0-4) ed una rapida risalita (11-2 da allora), i Thunder (che avevano battuto di 30 quasi i Warriors alla Baia) hanno vinto in casa contro i Charlotte Hornets, autori di una stagione ben oltre le aspettative con un punteggio di 109 a 104. Per i padroni di casa ottime prove di Westbrook (30 punti e 12 rimbalzi) e Schroeder (23 punti), mentre per gli ospiti ancora un ottima prova per Kemba Walker (25) e Lamb con 18 punti.

Così come Charlotte, anche Orlando sta vivendo un sogno in questa prima parte di stagione. I Magic sono stati ospitati dai Nuggets di Jokic (solo 6 a fine gara per lui, ma ben 10 rimbalzi e 11 assist) in una partita finita 87 a 112 per i padroni di casa. Oltre alla prestazione già citata del centro serbo, ottime prove per Murray (16) e Lyles (22 punti) . Per i Magic, invece, da segnalare le prove di Ross (18) e Vucevic 16.

Last but not least, si sono affrontate Heat e Bulls allo United Center di Chicago. A spuntarla sono stati gli Heat grazie alle prestazioni di Josh Richardson (27 punti) e Whiteside (18 punti). Per i Bulls, sconfitti 103 a 96, non sono bastati Holiday (27 punti) e LaVine (24).

I risultati:

Minnesota Timberwolves @ Brooklyn Nets 112-102 (Rose 25, Towns 21+9; Dinwiddie & Harris 18, Carroll 13)

Memphis Grizzlies @ Los Angeles Lakers 107-112 (Gasol 27+13, Conley 19+11; Harrell 22, Gallinari 20)

Houston Rockets @ Detroit Pistons 111-116 OT (Harden 33, Capela 29+21; Griffin 28, Drummond 23+20)

Cleveland Cavs @ Philadelphia 76ers 121-112 (Hood 25, Sexton 23; Embiid 24+12, Redick 23)

Boston Celtics @ Atlanta Hawks 114-96 (Baynes 16, Tatum 14; Lin 19+10, Len 17)

New Orleans Pelicans @ New York Knicks 109-114 (Davis 33+12, Holiday 22; Mudiay 27, Trier 25)

Washington Wizards @ Toronto Raptors 107-125 (Beal 20, Porter Jr 17; Leonard 27+10, Lowry 15+9)

Miami Heat @ Chicago Bulls 103-96 (Richardson 27, Whiteside 18+10; Holiday 27+13, LaVine 24+9)

Charlotte Hornets @ Oklahoma City Thunder 104-109 (Walker 25, Lamb 18; Westbrook 30+12+8, Schroeder 23)

San Antonio Spurs @ Indiana Pacers 111-100 (Aldridge 33+14, DeRozan 16; Bogdanovic 21, Sabonis 19+16)

Phoenix Suns @ Milwaukee Bucks 116-114 (Booker 29, Warren 19; Antetokounmpo 35+10, Brogdon 22)

Orlando Magic @ Denver Nuggets 87-112 (Vucevic 16, Gordon 14; Lyles 22, Jokic 6+11+10)

Utah Jazz @ Los Angeles Lakers 83-90 (Burks 17, Ingles 16; Ingram 24, James 22+10+7)

Portland Trail Blazers @ Golden State Warriors 97-125 (Lillard 23, Nurkic 22; Durant 32, Thompson 31)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy