NBA Recap Inside: prima caduta per Milwaukee, risveglio OKC

NBA Recap Inside: prima caduta per Milwaukee, risveglio OKC

Si ferma la striscia vincente dei Bucks, sconfitti dai Celtics di un ottimo Irving. Oklahoma City sconfigge Charlotte, continua la crisi di Cleveland.

di Enrico Bussetti

Nella notte NBA anche l’ultima squadra rimasta imbattuta trova la sconfitta: Antetokounmpo mette a referto i soliti numeri (33+11 rimbalzi), ma i Celtics ritrovano quella solidità che li aveva contraddistinti lo scorso anno, mandando in doppia cifra sei giocatori e strappando la vittoria per 117-113.
I Pelicans privi della stella Anthony Davis non riescono nell’impresa e vengono sconfitti a Portland nonostante l’egregia partita di Julius Randle, che veste i panni di The Brow per una sera con 29 punti e 9/16 dal campo. I Trail Blazers trovano però un grande apporto offensivo da parte di tutta la squadra, con in testa Lillard (26) e Nurkic (20) e proseguono il loro ottimo inizio stagionale.
Oklahoma City prosegue la sua rinascita dopo lo 0-4 iniziale e vince la terza partita consecutiva espugnando lo Spectrum Center di Charlotte. Russell Westbrook guida i suoi sfiorando la tripla doppia (29-8-10), ma si segnalano anche i 21 punti di Schroeder e i 25 di Alex Abrines dalla panchina. Gli Hornets, oltre al solito Kemba Walker (21), hanno dalla loro i 21 di Monk e i 17 di Tony Parker.
Il periodo nero dei Cleveland Cavaliers sembra non avere fine, nonostante l’esonero di Tyronn Lue: in Ohio arriva la settima sconfitta su otto partite giocate, nonostante la stella dei Nuggets Nikola Jokic si fermi a 4 punti. Nessun giocatore sopra i 20 punti per Cleveland, che tirando con il 40% dal campo non riesce ad avere la meglio su Denver, che fa al contrario del collettivo la sua forza.
Il trio delle meraviglie dei Clippers regala spettacolo ancora una volta, con 26 punti per Lou Williams, 25 per Danilo Gallinari e 24 per Tobias Harris, ma stavolta la luce dei riflettori si accende su Joel Embiid. 41 punti messi a segno per il centrone camerunense, conditi da 13 rimbalzi, portano i Sixers alla vittoria casalinga migliorando un record che in caso di sconfitta avrebbe iniziato a far storcere il naso a qualcuno.
Tanti, tantissimi punti segnati ad Atlanta: i padroni di casa arrivano a 115, con 23 di Jeremy Lin, ma i Kings decidono di strafare raggiungendo quota 146. Stellare De’Aaron Fox con una tripla doppia da 31 punti, 10 rimbalzi e 15 assist, bene anche Hield con 27 e il rookie Bagley con 18 dalla panchina.

I risultati:

Milwaukee Bucks @ Boston Celtics 113-117 (Antetokounmpo 33, Middleton 16, Brogdon 16; Irving 28, Horford 18, Hayward 18)

New Orleans Pelicans @ Portland Trail Blazers 119-132 (Randle 29, Moore 19, Mirotic 18; Lillard 26, Nurkic 20, Aminu 17)

Oklahoma City Thunder @ Charlotte Hornets 111-107 (Westbrook 29, Abrines 25, Schroeder 21; Walker 21, Monk 21, Parker 17)

Denver Nuggets @ Cleveland Cavaliers 110-91 (Hernangomez 23, Millsap 16, Harris 14; Clarkson 17, Osman 13, Sexton 12)

Los Angeles Clippers @ Philadelphia 76ers 113-122 (Williams 26, Gallinari 25, Harris 24; Embiid 41, Redick 18, Simmons 14)

Sacramento Kings @ Atlanta Hawks 146-115 (Fox 31, Hield 27, Bagley 18; Lin 23, Young 14, Bazemore 14)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy