NBA Recap Inside: Redick salva i Clippers. Male Bulls e Cavs, career night per Myles Turner

NBA Recap Inside: Redick salva i Clippers. Male Bulls e Cavs, career night per Myles Turner

La guardia sancisce la vittoria sui Blazers allo scadere. Sconfitta pesante per i Bulls a New York, Cavs sgambettati da Brooklyn, Thunder ok sui Jazz. I Pacers battono i Pelicans con 24 e 16 rimbalzi del rookie, nel giorno del suo ventesimo compleanno.

Commenta per primo!

Portland Trail Blazers @ Los Angeles Clippers 94-96 (21-18, 39-46, 65-65)

L’eroismo marzolino di JJ Redick regala una preziosa vittoria ai Clippers in un match che pareva mettersi male per la banda di Rivers. Con 1.1 secondi sul cronometro, l’ex Duke sfrutta bene un blocco di Jordan e mette il buzzer-beater della vittoria, facendo impazzire lo Staples Center.
Partita che va a strappi, coi Blazers che partono meglio, salvo poi sciogliersi nel secondo periodo arrivando sino al -7 al riposo. Nel terzo quarto rediviva la squadra di Stotts, che aggancia la partita. Equilibrio che rimarrà sino al finale. Portland va sopra di 7 (83-76) a 3’24” dalla fine, ma i Clippers con due assist di Paul per Jordan e Crawford ribaltano la situazione andando avanti di un punto nel minuto finale. Una strepitosa tripla di Damian Lillard dà il +3 agli ospiti per un 94-91 che a 23.9” dalla fine parrebbe decisivo, ma nel finale Portland dà un calcio al secchio del latte: un’altra tripla, da distanza siderale, di Crawford firma il pareggio; sul possesso successivo ottima difesa dei Clippers, che negano la ricezione a Lillard lasciando al ben più gestibile Harkless un’occasione mal sfruttata. Poi, la magia di JJ Redick e la partita va agli archivi.
Blazers (37-36) – Lillard 18, McCollum 17, Harkless 10, Aminu 6, Plumlee 11; Crabbe 7, Henderson 9, Davis 12, Vonleh 4, Roberts, Connaughton.
Clippers (44-27) – Paul 25, Redick 11, Mbah a Moute 2, Pierce, Jordan 12 (13 rimbalzi); Crawford 25, Green 4, Rivers 6, Aldrich 7, Johnson 4, Prigioni.
Key Stat: 46-29 per la panchina Clippers su cui pesano i 25 punti in 33′ di Jamal Crawford, che è anche il secondo angeleno per plus-minus (+11) e decisivo nel finale con due tiri dalla distanza. Dall’altra parte, solidi Davis e Vonleh, sparacchiano un po’ gli altri, soprattutto un Crabbe da 2/11, davvero dannoso.
MVP: Tanti candidati per i Clips: il solito guizzante Chris Paul, un Jamal Crawford esplosivo, Jordan con la sua presenza in area. Ma il premio non può che andare a JJ Redick, che col buzzer beater va in doppia cifra sigilla una vittoria interna di spessore contro i sorprendenti Blazers.

slamonline.com
slamonline.com

Chicago Bulls @ New York Knicks 94-106 (27-31, 45-53, 65-80)

Senza Gasol, out per problemi al ginocchio destro, i Bulls lasciano per strada un’altra vittoria nella corsa ai Playoff, perdendo al Madison Square Garden contro i Knicks in serata di grazia.
La squadra di Hoiberg appena una volta in tutto il match, coi punti del 7-8 di Gibson, poi lasciano strada ai Knicks: un primo parziale di 18-8 concluso dalla tripla di Vujacic dall’angolo porta la formazione di casa sul +9 (25-16). Chicago, trascinata da Rose, prova a rifarsi sotto nel secondo quarto, ma Porzingis da tre la ricaccia sempre indietro sul 45-53 a metà gara. Nel terzo quarto Anthony e i Knicks legittimano il dominio arrivando anche al +15 per effetto di un jumper allo scadere di Afflalo. Semplice gestione per i Knicks nell’ultimo quarto, coi Bulls che nel finale alzano bandiera bianca e continuano a scendere nelle graduatorie. Non bastano Rose e Butler da 49 punti in due.
Chicago (36-35) – Rose 30, Butler 19, Dunleavy 9, Gibson 10, Felicio 6; Mirotic 8, Brooks 6, Holiday, McDermott 1, Portis.
Knicks (30-43) – Calderon 12, Vujacic 9, Anthony 26, Porzingis 19 (10 rimbalzi), Lopez 4; Afflalo 11, Williams 13, Galloway 6, Grant 4, Seraphin 2.
Key Stat: I Bulls tirano male da tre (24%) e cedono di schianto a rimbalzo (34-45). Dato curioso: nonostante il dominio a rimbalzo i Knicks tirano dal campo ben 13 volte meno dei Bulls, complice un alto divario nelle palle perse (17-9 per la squadra della “Grande Mela”), con percentuali però decisamente migliori.
MVP: Il top scorer è Derrick Rose, ma l’MVP del match non può che essere Carmelo Anthony. Prestazione sontuosa, nonostante una leggera tendenza a spadellare da tre (3/9 in serata), per un totale di 26 punti, 7 rimbalzi e già che ci siamo anche 4 assist.

USA Today
USA Today

New Orleans Pelicans @ Indiana Pacers 84-92 (22-24, 39-49, 61-70)
Pelicans (26-45) – Douglas 13, Gee 17, Cunningham 9, Ajinca 22, Asik 2 (15 rimbalzi), Frazier 18, Babbitt 2, Perkins 1.
Pacers (38-33) – G. Hill 6, Ellis 9, George 15, Turner 24 (16 rimbalzi), Mahinmi 3, Miles 19, Stuckey 8, J. Hill 4, Lawson 4, S. Hill, Allen.

Utah Jazz @ Oklahoma City Thunder 91-113 (23-26, 39-50, 60-81)
Jazz (35-37) – Mack 6, Hood 11, Hayward 6, Favors 7, Gobert 4; Lyles 14, Neto 5, Withey 8, Booker 9, Johnson 4, Burke 17, Ingles.
Thunder (50-22) – Westbrook 15, Roberson 2, Durant 20, Ibaka 10, Adams 14; Waiters 17, Foye 4, Kanter 16, Payne 8, Morrow 2, Huestis 3, Mohammed 2.

Cleveland Cavaliers @ Brooklyn Nets 95-104 (23-26, 49-59, 83-81)
Cavaliers (51-21) – Irving 13, Smith 8, James 30, Love 11 (12 rimbalzi), Mozgov 7, Thompson 6, Shumpert 3, Dellavedova 3, Frye 5, Jefferson 6, McRae 3.
Nets (20-51) – Larkin 16, Karasev 3, Bogdanovich 12, Young 8, Lopez 22, Kilpatrick 10, Sloan 5, McCullough 5, Hollis-Jefferson 10, Sims 4, Brown 9.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy