NBA Recap Inside: riparte la cavalcata Warriors, gli Spurs restano in scia

NBA Recap Inside: riparte la cavalcata Warriors, gli Spurs restano in scia

Commenta per primo!

foxsports.com
Boston Celtics @ Detroit Pistons 116-119 (25-18,27-37,31-30,33-34) Al The Palace of Auburn Hills si sfidano le due rivelazioni dell’Eastern Conference: da una parte i Celtics “operai” di Brad Stevens, dall’altra i Pistons di Van Gundy guidati da Jackson e Drummond. Partita molto equilibrata. Partono fortissimo i Celtics che sembrano allungare grazie soprattutto ad un Thomas in serata di grazia: per lui 38 punti e 7 assist, tirando con 60 % dal perimetro. Tuttavia i Pistons non si danno per vinti e grazie ad un Caldwell-Pope formato MVP dapprima riagguantano il match, poi lo vincono grazie a Reggie Jackson abile a mettere a segno i punti finali. A fine partita il tabellino di Detroit segna 31 punti per Caldwell-Pope e 23 per l’ex OKC. Pistons(15-12):Morris 11, Ilyasova 11, Drummond 16 (12 rimbalzi),Caldwell-Pope 31, Jackson 23, Tolliver 9, Blake 2 assist, S. Johnson 8, Baynes 9, Anthony 1 Celtics(14-12):Crowder  9,A. Johnson 11, Sullinger 17 (10 rimbalzi), Bradley 5, Thomas 38, Jerebko 9, Turner 9, Olynyk , Lee 6, Young , Zeller 12 Key Stat: l’intero quintetto in doppia cifra e il 52% al tiro da tre, sono sicuramente i dati che più impressionano di questa Detroit. Boston gioca bene, ma in certe serate dimostra quanto gli manchi un All –Star in grado di risolvere il match. MVP: Caldwell-Pope. In questo match non è nemmeno l’ombra del giocatore altalenante visto finora: giocatore totale abile sia in penetrazione sia a costruirsi il tiro da solo che sugli scarichi.
fansided.com
Phoenix Suns @ Golden State Warriors 103-128 (28-26,18-33,19-46,38-23) Dopo il turno di riposo, riparte la cavalcata dei Warriors che in casa affrontano i Suns del duo Knight-Bledsoe. Dopo una buona partenza dei Suns , la partita diventa senza storie con Curry che  nel prima metà di match dispensa assist e giocate da MVP che fanno salire la temperatura All’Oracle Arena. Per il folletto ex Davidson 25 punti e 7 assist. Tutto ciò è però solo l’antipasto, perché dal secondo quarto inizia il “One man Show” firmato Klay Thompson; per il nativo di Washington 43 punti di cui 8 su 13 dal perimetro. A tagliare definitivamente le gambe alla squadra dell’Arizona ci pensa Draymond Green:tripla doppia per lui. Per i Suns da segnalare solo l’ennesima ottima prova di Mirza Teletovic: per lui 24 punti partendo dalla panchina. Warriors(25-1):Rush 11, Green 16 (11 rimbalzi+10 assist), Bogut (12 rimbalzi), Thompson 43, Curry 25, Iguodala 5, Livingston 2, Ezeli 7, Barbosa 4, Speights 11, J. Thompson 3 rimbalzi, McAdoo 2, Clark 2 Suns(11-16):Tucker , Leuer 7, Len 6, Knight 17, Bledsoe 6, Price 9, Teletovic 24, Chandler 6, Booker 2 assist, Warren 19, Weems, Goodwin 9 Key stat: Golden State è un macchina semi perfetta. Tira con il 46% dal perimetro rispetto al misero 22% di Phoenix. La franchigia dell’Arizona dimostra di dipendere troppo dalla vena realizzativa del Backcourt. Se per Warriors i Playoffs sono ormai una formalità, per Phoenix la strada è ancora lunga e in salita. MVP: K. Thompson. Per lui classica serata in cui potrebbe tirare girato di schiena, con le luci spente e le mani legate  ….anche in quel caso farebbe un “quarantello”.
deportes.elpais.com
Memphis Grizzlies @ Chicago Bulls 85-98 (26-30, 27-20, 13-24,19-24) Nel derby tra i Gasol Brothers vince Pau coi suoi Bulls, che trovano il poker di vittorie consecutive confermando un buon momento di forma. Contro Memphis, la squadra di Hoiberg si affida a Butler (24 punti) e Rose (19) per stendere dei Grizzlies decisamente in partita per metà gara e poi clamorosamenti mosci al rientro dagli spogliatoi: appena tredici i punti dei Grizzlies nel terzo quarto, diciannove nell’ultimo. Nel terzo periodo da incubo, il parziale decisivo: un 17-4 Bulls, firmato da sei punti a testa del duo di esterni chicagoani, per il +9 della squadra di casa sul 69-60. Un margine che i Bulls avrebbero poi gestito sino alla fine, senza particolari patemi. Grizzlies (14-13): Barnes 7, Jeff Green 11, Gasol 8, Conley 8, Lee 18, JayMichal Green 11, Randolph 10 (11 rimbalzi), Ennis 4, Chalmers 8, Martin, Allen, Smith, Carter. Bulls (15-8): Gibson 8, Snell 2, Gasol 10 (14 rimbalzi), Rose 19, Butler 24, Mirotic 3, McDermott 17, Noah 3, Brooks 7, Hinrich 5, Bairstow, Portis, Moore Key Stat: Tra le brutte statistiche al tiro dei Grizzlies (16/28 ai liberi), spicca particolarmente il 5/19 da tre, triste costante di una squadra che dall’arco ha un grosso punto debole. Terrificante la serata di Mike Conley, 1/8 dai 7.25 abbastanza azzoppante per la squadra. MVP: Prestazione superba per Jimmy Butler, che ne mette 24 cui aggiunge 4 rimbalzi e 4 assist. In più anche un buon contributo nella metà campo difensiva nei momenti chiave della gara.
espn.go.com
Washington Wizards @ San Antonio Spurs 95-114 (31-26,21 -29, 19-31,24-28) I San Antonio Spurs eguagliano il record di squadra di 23 vittorie casalinghe col successo, nemmeno troppo sudato, contro i Wizards. Partenza lenta per gli Spurs e ospiti avanti nei primi minuti grazie a Wall e Gortat, venti punti a testa. San Antonio riesce a chiudere il primo tempo in testa, ma Washington è ben dentro la partita. Nel terzo quarto però gli Spurs si fanno sentire: la scossa arriva dalla panchina, con coach Popovich che sgrida tutti durante il primo timeout del terzo quarto. Subito dopo arriva un parziale di 17-6 che porta gli Spurs sul +16 e trascina la squadra di casa verso la vittoria. I Wiz, ancora senza Beal, non hanno risposte per Leonard e per l’attacco neroargento, che pur lasciando Duncan a riposo chiudono con cinque giocatori in doppia cifra. Wizards (10-14): Porter 2, Humphries 8, Gortat 20 (10 rimbalzi), Neal 8, Wall 20 (11 assist), Sessions 10, Dudley 2, Temple 3, Blair 4, Oubre 18. Spurs (22-5): Leonard 27, Aldridge 14, West 9 (10 rimbalzi), Green 7, Parker 10 (10 assist), Mills 11, Ginobili 11, Diaw 6, Marjanovic 7, Anderson 6, Simmons 3, Bonner 3, Butler. Key Stat: Ci sono tanti dati interessanti (i 29 assist, il 9-4 nelle stoppate, la vittoria a rimbalzo), ma per noi è curioso sottolinearne uno: +17. Si tratta del plus/minus di “Bobi” Marjanovic, autore di 7 punti, 6 rimbalzi e 2 stoppate in 15′. Ottimo impatto dalla panchina sin dal primo quarto per il serbo. Ecco, giova ricordare che questo è un giocatore che ha passato diversi minuti incollato al pino o da inattivo: quanto sono profondi gli Spurs? MVP: Kawhi not? Leonard mette 27 punti con 15 tentativi, simbolo di rara efficacia. In più aggiunge rimbalzi, assist e anche 4 recuperi difensivi. Nettamente il miglior scorer della serata, aggiungendo un ottimo 4/7 da tre punti.
nba.com
Le altre partite della notte: Dallas Mavericks @ Indiana Pacers 81-107 (19-20, 28-25, 17-30, 17-32) Mavericks (14-12): Matthews 4, Nowitzki 13, Pachulia 5 (14 rimbalzi), Felton 16, Williams 8, Powell 2, Harris 5, Parsons 7, Barea 8, McGee 2, Villanueva 9, Anderson, Evans. Pacers (15-9): George 19, Allen 8, Mahinmi 5 (10 rimbalzi), Ellis 19, G. Hill 11, Miles 20, S. Hill, J. Hill 6, Stuckey 12, Budinger, Robinson III 2, Young 5. Charlotte Hornets @ Orlando Magic 98-113 (23-30, 22-28, 28-31, 25-24) Hornets (14-10): Hairston 14, Williams 6, Zeller 11, Batum 6, Walker 12, Kaminsky 9, Hawes 2, Lin 8, Lamb 16, Hansbrough, Roberts 5, Daniels 9. Magic (14-11): Harris 13, Frye 17, Vucevic 14, Fournier 15, Payton 12, Oladipo 11, Nicholson 7, Hezonja 8, Gordon 6, Smith 10, Dedmon, Napier. Miami Heat @ Brooklyn Nets 104-98 (22-30, 33-20, 29-28, 20-20) Heat (15-9): Deng 5, Bosh 7, Whiteside 20 (13 rimbalzi), Wade 28, Dragic 16, Winslow 11, Green 13, Johnson, Haslem 2, Udrih 2. Nets (7-18): Johnson 5, Young 8, Lopez 25, Bogdanovic 8, Jack 22 (10 assist), Ellington 12, Bargnani 10, Sloan 5, Brown, Robinson 1, Reed 2. Minnesota Timberwolves @ New York Knicks 102-107 (26-27, 14-33, 30-18, 32-29) Timberwolves (9-16): Dieng 14 (10 rimbalzi), Prince 2, Towns 25 (10 rimbalzi), Rubio 9 (10 rimbalzi, 12 assist), Wiggins 23, Payne, LaVine 19, Muhammad 8, Rudez, Miller, Bjelica 2. Knicks (12-14): Anthony 20 (15 rimbalzi), Porzingis 11, Lopez 6, Afflalo 29, Calderon 3, O’Quinn 4, Galloway 12, Vujacic 2, Thomas 14, Williams 3, Seraphin 3. Philadelphia 76ers @ Atlanta Hawks 106-127 (23-32, 32-34, 21-36, 30-25) 76ers (1-26): Grant 5, Covington 10, Okafor 19, Marshall 7, Canaan 24, Holmes 12, Wroten 12, Thompson 6, Stauskas, McConnell 5, Sampson 6, Wood. Hawks (15-12): Bazemore 8, Millsap 21, Horford 17, Korver 7, Teague 18, Sefolosha 5, Splitter 10, Schroder 17, Scott 9, Patterson 4, Muscala 3, Mack 8, Holiday. Portland Trail Blazers @ Oklahoma City Thunder 90-106 (26-31, 19-21, 22-36, 23-18) Blazers (11-16): Aminu 5, Vonleh 2, Plumlee 14 (10 rimbalzi), McCollum 24, Lillard 20, Leonard 4, Davis 9, Crabbe 3, Harkless 2, Henderson 2, Frazier 5, Connaughton. Thunder (17-8): Durant 24, Ibaka 13, Adams 11 (11 rimbalzi), Roberson 4, Westbrook 13, Waiters 18, Morrow 2, Kanter 12 (13 rimbalzi), Augustin 2, Collison 4, Payne 2, Sinlger 1, Novak. Milwaukee Bucks @ Los Angeles Clippers 90-113 (21-29, 22-25, 23-24, 24-25) Bucks(10-17): Plumlee 2, Parker 14, Middleton 15, Mayo 17, Carter-Williams 17, Antetokounmpo 9, O’Bryant III 6, Henson 10. Clippers (16-10): Mbah a Moute 7, Griffin 15 (8 rimbalzi), Jordan 9 (8 rimbalzi), Redick 19, Paul 21 (8 assist), W. Johnson, Crawford 2, Smith 13, Rivers 7, Pierce 6, Stephenson 4. New Orleans Pelicans @ Utah Jazz 104-94 (27-24, 24-26, 22-29, 31-15) Pelicans (7-18): Gee 8, Davis 17 (13 rimbalzi), Ajinca, Evans 11, Gordon 19, Holiday 15, Asik 2, Anderson 24, Cole 7, Cunningham 1, Smith. Jazz (10-14): Hayward 20, Withey 4, Favors 22 (7 rimbalzi), Hood 9, Neto 8, Burke 12, Burks 8, Booker 9, Lyles 2, Millsap, Johnson.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy