NBA Recap Inside: Walker da urlo, Curry ammutolisce Cleveland

NBA Recap Inside: Walker da urlo, Curry ammutolisce Cleveland

Commenta per primo!

http://333easttradestreet.com/
Utah Jazz @ Charlotte Hornets 119-124 (28-29, 15-23, 21-21, 31-22, 13-13, 11-16) Protagonista di un’altra gara epica è stato senza dubbio Kemba Walker, che ha piazzato il suo record in carriera rifilandone 52 ai Jazz in visita a Charlotte. La squadra di Salt Lake City ha trovato comunque una prestazione da 36 da Hayward, che ha impattato la partita a una manciata di secondi dalla sirena del 4° periodo per andare all’overtime. Nei supplementari Charlotte riesce, sempre grazie a Walker, a tenersi in vantaggio ma pasticcia clamorosamente sulla rimessa decisiva con un grande intervento difensivo di Hayward che mantiene il possesso chiamando time out, con 12 secondi da giocare e Utah sotto di 2. La difesa di Charlotte segue il numero 20 dei Jazz che trova libero Gobert in area, che schiaccia la parità a 108 e si va al secondo overtime. E’ qui che va nuovamente in scena il “Kemba Show” con Walker che piazza i punti decisivi e nonostante un Trey Burke che sembra intenzionato a riportare la partita sotto la bandiera dei Jazz, ma che fallisce il tiro decisivo per impattarla, Charlotte vince 119-124. Jazz (18-23): Hayward 36, Lyles 5, Gobert 14, Hood 11, Neto 8, Burke 25, Johnson 3, Booker 12, Whitey 2, Ingles 3 Hornets (19-22): Hairston 19, Zeller 14, Batum 10, Walker 52, Kaminsky 17, Lin 9, Daniels 3 MVP: Kemba Walker, che stabilisce sia il suo record personale sia quello di franchigia con i suoi 52, nonostante i 2 tentativi falliti per vincere la partita, errori comunque perdonati vista la sua incisività nei 2 overtime. Philadelphia 76ers @ New York Knicks 113-119 (29-29, 18-23, 16-24, 33-20, 11-11, 6-12) “Perdere e perderemo?” si ma magari cercando di fare bella figura. E’ questo che devono aver pensato i 76ers che hanno impegnato i Knicks in una gara decisa solo dopo 2 tempi supplementari. La serata comincia a diventare lunga quando Ish Smith piazza il canestro del +3 per i suoi, ma i Knicks, affidandosi a Carmelo Anthony pareggiano a pochi secondi dalla sirena. Nell’overtime, la storia sembra ripetersi quando a 1 minuto e spicci dalla sirena un alley oop di Nerlens Noel da nuovamente il +3 a Phila. NY stringe i denti e con un 4-0 di parziale ritrovano il vantaggio a 39 secondi dalla sirena e riesce ad allungarsi sul 104-107 a meno di 10 secondi dal termine, quando però Covington di tabella pareggia i conti per andare al 2° overtime, dove i Knicks riescono ad agguantare la partita per 113-119. Knicks (21-22) : Anthony 19, Porzingis 16, Lopez 16, Afflalo 16, Calderon 25, Thomas 16, Galloway 8, Williams 7, O’Quinn 4, Vujacic 2, Amundson 2 76ers (5-38): Covington 11, Noel 18, Okafor 20, Sampson 2, Smith 16, Holmes 2, Grant 9, Thompson 11, McConnell 6, Landry 2, Canaan 16 MVP: Aaron Afflalo, 25 punti con 7 rimbalzi tra cui un paio di canestri importanti in entrambi gli OT, tirando con precisione dal campo. Boston Celtics @ Dallas Mavericks 113-118 (16-29; 23-29; 33-18; 26-28; OT1 15-20) All’American Airlines Center, a Dallas, a 37 anni Nowitzki guida ancora una volta i Mavericks alla vittoria ai danni dei Celtics, che venivano da tre successi consecutivi. Dopo otto minuti di gioco, i ragazzi di coach Carlisle conducono 17-2. La squadra di Boston fatica ad ingranare, su quindici tiri tentati ne mette a segno solamente uno.  La reazione degli ospiti arriva nel secondo quarto (31-40), ma i Mavericks rimettono di nuovo le cose in chiaro con un break di otto punti chiudendo in vantaggio per 32-59 all’intervallo lungo. Boston recupera il distacco solamente nei minuti finali costringendo Dallas ad andare ai tempi supplementari. Dallas non si lascia sorprendere  e grazie ai tiri liberi di Nowitzki si aggiudica l’incontro. Per i Celtics onore alle armi a Thomas, 20 punti, che nelle ultime sei partite ha segnato con una media di 28 punti. Celtics (22-20): Crowder 12, Johnson 3, Sullinger 12 (11 rimbalzi), Bradley 19, Thomas 20, Turner 4 (8 rimbalzi), Smart 20, Olynyk 17, Jerebko 6, Lee, Young, Zeller Mavericks (24-19): Parsons 16, Nowitzki 31, Pachulia 5 (19 rimbalzi), Matthews 15, Williams 20 (6 assist), Harris 9, Felton 14, Powell 4, J. Barea 4, J. Anderson, Evans, McGee, Villanueva Key Stat: Dopo lo sforzo per rientrare in partita, i Celtics  non hanno saputo mantenere la giusta concentrazione. È difficile battere Nowitzki e compagni quando sono in serata, ma in breve tempo è stato vanificato il lavoro svolto. MVP: Dirk Nowitzki. Alla sua età si dimostra un vero leader in tutto e per tutto. Realizza 31 punti con  60% da tre e 92% nei tiri liberi, fondamentali proprio nei secondi finali della partita.  
www.unsportsmanlike-conduct.com
Houston Rockets @ Los Angeles Clippers 132-140 (21-33; 31-26; 28-35; 42-28; OT1 10-18) Un super Redick, 40 punti, migliore prestazione della stagione, trascina i Clippers alla vittoria sui Rockets. Una partita all’insegna dell’equilibrio, entrambe le squadre si sono aggiudicate due frazioni di gioco a testa. Ciononostante i Clippers hanno sempre tenuto un certo vantaggio e solamente nel finale del periodo supplementare, grazie ai tiri liberi di Paul e Redick, sono riusciti a mettere a referto i punti decisivi  per vincere l’incontro. Tra i Rockets grande prova di Howard, autore di 36 punti e 26 rimbalzi. Rockets (22-21): Ariza 18, Capela 7, Howard 36 (26 rimbalzi), Harden 20 (8 assist), Beverley, Jones 10, Lawson 1, Brewer 8, Thornton 23, Harrell 2, McDaniels, Terry 7 Clippers (27-14): Mbah a Moute 5, Pierce 12, Jordan 16 (15 rimbalzi), Redick 40, Paul 28 (12 assist), Aldrich 8, Crawford 17, Johnson 11, Rvers 3, Prigioni, Smith, Stephenson, Wilcox Key Stat: I tiri dalla lunga distanza hanno fatto la differenza, i Rockets si sono fermati al 34%, mentre i Clippers a 59%. Anche le percentuali nei tiri liberi sono state decisive: 63% per Houston contro il 72% per Los Angeles. MVP: Redick. Oltre ai 40 punti,record personale in questa stagione, ha tirato da tre con una media del 75% e non ha sbagliato neanche un tiro dalla lunetta (100%).
google.com
New Orleans Pelicans @ Memphis Grizzlies 99-101 (26-24, 25-25, 25-23, 23-29) Partita interessante ed estremamente equilibrata anche tra Pelicans e Grizzlies, nella città del Rock N Roll, dove New Orleans trova un solido Jrue Holiday con 23 a referto, oltre al solito Davis da 21. Dopo tutta la partita passata a inseguirsi, il rischio di un’altra gara da overtime aleggia nell’aria del Fedex Forum, quando Holiday segna il lay-up del 99-100 con 4 secondi sul cronometro. Il fallo sistematico manda in lunetta Courtney Lee che mette a segno il primo libero ma butta sul ferro il secondo, Memphis suda freddo per una frazione di secondo quando Marc Gasol con un tap-out poderoso spedisce la palla lunga verso il proprio canestro, ma non c’è nessun uomo in maglia Pelicans a poter approfittare della situazione e la sirena suona con una vittoria dei Grizzlies per sole 2 lunghezze.

Pelicans (13-27): Cunningham 7, Davis 21, Asik 8, Gordon 10, Cole 10, Anderson 14, Holiday 23, Ajinca 4, Gee 2
Grizzlies (24-19): Allen 6, Randolph 8, Gasol 16, Lee 16, Conley 15, Chalmers 3, Jeff Green 16, Barnes 16, Jamaychal Green 5
MVP: Conley 15 punti conditi da 10 rimbalzi con ottima mira dal campo in una prestazione solida che certamente ha aiutato Memphis a centrare il successo.

Le altre partite della notte:

Portland Trail Blazers @ Washington Wizards 108 – 98 (32-17, 27-40, 35-19, 14-22)
Blazers (19-25): Aminu 8, Vonleh 2, Plumlee 10, McCollum 25, Lillard 16, Crabbe 14, Leonard 18, Davis 6, Henderson 7, Harkless 2
Wizards (19-21): Dudley 10, Gortat 16, Temple 18, Wall 9, Beal 16, Nene 8, Sessions 10, Neal 11

Orlando Magic @ Atlanta Hawks  81-98 (17-24; 21-27; 21-21; 22-26) Magic (20-20): Harris 6, Frye 2, Vucevic 10 (11 rimbalzi), Fournier 6, Payton 6 (5 assist), Hezonja 16, Gordon 10, Nicholson 18, Napier, Smith 5, Dedmon 2, Appling 4, Marble Hawks  (25-17): Bazemore 2, Millsap 13 (12 rimbalzi), Horford 15, Korver 5, Teague 14, Sefolosha 10, Splitter 10, Schroder 6  (8 assist), Holiday 1, Scott 12, Hardaway Jr 8, Muscala 2, Mack Brooklyn Nets @ Toronto Raptors  100-112 (29-19; 20-33; 35-29; 16-31) Nets (11-31): Johnson 22, Young 11, Lopez 29, Ellington 4, Sloan 13, Bogdanovic 9, Larkin 8, Reed 2, Robinson, Brown 2, Bargnani, Raptors (26-15): J. Johnson 8, Scola 4, Valaciunas 6 (12 rimbalzi), DeRozan 30, Lowry 31 (8 rimbalzi), Patterson 12, Joseph 2, Ross 12, Biyombo 7, Powell, Nogueira, Carroll Golden State Warriors @ Cleveland Cavaliers 132-98 (34-21; 36-23; 34-23; 28-31) Warriors (38-4): Barnes 12, Green 16 (7 rimbalzi e 10 assist), Bogut 4, K. Thompson 15, Curry 35, Iguodala 20, Ezeli 4, Barbosa 8, Livingston 4, Clark 6, Rush 3, Speights 4, J. Thompson 1 Cavaliers (28-11): James 16, Love 3 (6 rimbalzi), Mozgov 6, Smith 14, Irving 8, Dellavedova 11 (6 assist), T. Thompson 2, Shumpert 10, Varejao 5, Jefferson 6, Jones 8, Cunningham 9, Williams

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy