NBA Recap Inside: Warriors fanno il record, Curry a quota 400

NBA Recap Inside: Warriors fanno il record, Curry a quota 400

Ben 14 gare nell’ultima nottata di Regular Season. Qui tutti i riassunti…

Commenta per primo!

Memphis Grizzlies @ Golden State Warriors 104-125 (23-37, 50-70, 81-102)
I Golden State Warriors raggiungono la vittoria numero 73 in stagione battendo il record dei Bulls nella stagione ’96 ’97. La partita ha ben poco da dire fin dall’inizio con Golden State che impone il suo ritmo alto fin da subito che Memphis che resiste per poco più di 5 minuti prima di arrendersi ad un Curry che nel solo primo tempo segna 7 triple.
Da segnalare per Memphis le buone prestazioni di Randolph e Stephenson (24 e 22 punti) che fanno ben sperare in vista dai PlayOff
Memphis non vincendo rimane al settimo posto in classifica ad ovest e incontrerà San Antonio ai PlayOff, per Golden State ci sarà Houston.

Grizzlies (42-40) Barnes 6, Randolph 24, Andersen, Carter 9, Farmar 9, Stephenson 22, Munford 4, Green 12, Martin 11, Hairston 5, Cotton 2
Warriors (73-9): Barnes 15, Green 11, Bogut 4, Thompson 16, Curry 46, Iguodala 3, Livingston 6 (10 assist), Ezeli 4, Barbosa 5, Speights 12,Rush 3, McAdoo, Varejao

MVP: Sei assist e 46 punti con 10 su 19 da 3 punti per l’ MVP della partita e molto probabilmente della stagione Steph Curry.

Key Stat: Stephen Curry diventa il primo giocatore della storia del gioco a segnare più di 400 triple in una sola stagione (402) e i Golden State Warriors sono la prima squadra della storia a chiudere la stagione con una sola cifra nella casella delle sconfitte.

hdnux.com

San Antonio Spurs @ Dallas Mavericks 96-91 (20-27, 34-52, 65-67)
San Antonio fa giocare solo Green dei soliti, mentre a Dallas serve una vittoria per sperare addirittura nel quinto posto. Non c’è storia nel primo tempo, con i padroni di casa che toccano anche il +18 di metà gara. Con due bombe ad aprire il terzo quarto, Bonner dà il via a 12′ nei quali San Antonio tira con il 71% dal campo: Marjanovic ne segna ben 8 e gli Spurs tornano sotto. Vanno in vantaggio per la prima volta sul 78-77 ad inizio dell’ultimo periodo, poi la gara rimane punto a punto fino al termine, quando Simmons e Anderson segnano i canestri decisivi. Inutili le bombe nel finale di Felton e Matthews, poiché Marjanovic prima, e Miller e Anderson poi non sbagliano dalla lunetta.

Spurs (67-15): Marjanovic 22 (12 rimbalzi), K.Anderson 15 (10 rimbalzi), Miller 8, Green 12, Bonner 6, Simmons 19, Martin 7, Mills 3, Diaw 4.
Mavericks (42-40): Matthews 11, Williams 13, Nowitzki 19, J.Anderson 7, Pachulia 8 (12 rimbalzi), Felton 22, Villanueva 9, Lee 2, Mejri, Powell.

Key Stat: ben 16 tentativi in più da 3 per i Mavs, ma convertendone solo 6 in più degli Spurs

MVP: Jonathon Simmons. Career high con 19 punti, 7 rimbalzi, 2 assist e 2 rubate co0n 7/11 da 2 compresi due canestri decisivi nel finale.

Utah Jazz @ Los Angeles Lakers 96-101 (21-19, 57-42, 75-66)

 

chron.com

Sacramento Kings @ Houston Rockets 81-116 (18-34; 44-64; 64-92)

Sfida senza storia al Toyota Center, da riportare per il fatto che i Rockets chiedono e ottengono il lasciapassare a una versione raffazzonata dei Kings, sostanzialmente orfani dell’intero quintetto titolare. Houston legge la situazione fin dalla palla a due e prova subito a piazzare l’allungo ammazza-partita con le giocate vincenti di Harden e Howard. Sacramento offre scarsa resistenza e ha un piano offensivo che porta più che altro giocatori poco utilizzati a sparacchiare senza grandi idee. Dopo una stagione altalenante come raramente si sono viste, Houston perviene al record pari e riceve in premio la postseason e un primo round contro i Warriors, buona fortuna a loro. Dall’altra parte i Kings chiudono a testa bassa l’ennesima stagione deludente dove a pagare per tutti sarà coach Karl, licenziato al termine della partita.

Kings (33-49): Koufos 12 (11 rimbalzi), Cauley-Stein 6, Anderson 13, Curry 10, McLemore 24, Dukan 6, Moreland, Acy 10.
Rockets (41-41): Motiejunas 3, Ariza 4, Howard 14 (10 rimbalzi), Beverley 9 (12 assist), Harden 38, Harrell 4, Capela 6 (17 rimbalzi), Beasley 10, Smith 4, Goudelock 2, Terry 9, McDaniels 11, Brewer 2.

Key Stat: Statistiche ovviamente tutte dalla parte dei Rockets, tra cui spicca il 66-38 di punti nel pitturato.

MVP: Neanche a dirlo, James Harden. Fin da subito imprime il marchio sulla partita con una notevole prima frazione.

freep.com

Detroit Pistons @ Cleveland Cavaliers 112-110 (29-24, 58-44, 82-72, 103-103)
Già prima della palla a due, le due squadre sapevano che si sarebbero riaffrontate nella serie di Playoffs valevole per il primo turno ad Est. Nessuna delle due aveva i titolari, tranne Cleveland che ha fatto giocare Thompson 4″ solo per fargli continuare la striscia di 370 gare di fila in campo, record di franchigia. Sul +14 di metà gara, la partita sembrava aver preso la via del Michigan, ma nel terzo e soprattutto quarto quarto i Cavs tornano sotto, fino alla bomba di McRae che ha mandato la sfida al supplementare. I crampi hanno fatto sbagliare due liberi su 3 allo stesso #12 nel finale: nonostante il ko, McRae ha comunque chiuso a quota 36, suo career high. Decisivo Meeks con 6 dei suoi venti punti nei 5′ extra, dopo aver giocato solo 17″ in tutta la stagione.

Pistons (44-38): Baynes 14, Tolliver 15, Johnson 12, Hilliard 4, Blake 13, Bullock 15, Meeks 20, Dinwiddie 12, Anthony 7.
Cavaliers (57-25): McRae 36, Frye 14, Dellavedova 6, Thompson, Jefferson 16, D.Jones 13, J.Jones 9, Mozgov 14 (12 rimbalzi), Kaun 2.

Key Stat: Detroit tira ben 13 liberi in più di Cleveland, trasformandoli con un ottimo 79% contro il 73% dei padroni di casa.

MVP: Jodie Meeks. Torna dopo una stagione martoriata dagli infortuni e mette 20 punti in 27′ uscendo dalla panca, compresi quelli decisivi in overtime. Aggiunge 3 rimbalzi e 3 assist. 6/15 dal campo e 4/9 da 3.

nba.com

Indiana Pacers @ Milwaukee Bucks 97-92 (37-20; 62-46; 78-70)
Big a riposo per gli Indiana Pacers (già sicuri del settimo posto ad Est) preservati in vista di un primo turno dei playoff dal pronostico aperto contro Toronto. Anche Milwaukee aveva poco da chiedere a questo match, se raggiungere la vittoria numero 40 in una stagione al di sotto delle aspettative. Indiana trova il suo trascinatore in Solomon Hill, scatenato nel primo tempo e principale artefice del gap all’intervallo lungo. I Bucks trovano una reazione nel secondo tempo e, complice la pessima abitudine dei Pacers di farsi rimontare, si ritrovano a distanza minima nel finale di partita. Pur annaspando in attacco, gli uomini di coach Vogel respingono il tentativo di sorpasso e festeggiano una bella vittoria su un campo non facile.

Pacers (45-37): Allen 14, Turner 4, S. Hill 25, Stuckey 12, Lawson 8, Whittington 7, Christmas 4, J. Hill 2 (11 rimbalzi), Young 7, Robinson III 14.
Bucks (39-43): Parker 17, Antetokounmpo 19, Monroe 7, Middleton, Vaughn 10, O’Bryant III 8, Henson 7, Inglis 10, Plumlee 6, Ennis 5, Vasquez 3.

Key Stat: Indiana tira il 45% da 3 contro il 30% messo insieme dai Bucks.

MVP: Per forza di cose un nome nuovo: grande prova balistica di Solomon Hill (25 punti e 7/11 dalla lunga distanza)

scoopnest.com

Le altre gare:

Miami Heat @ Boston Celtics 88-98 (35-13, 62-38, 67-63)
Heat (48-34): Deng 6, Whiteside 19, J.Johnson 19, Wade 17, Dragic 18, Winslow 7 (10 rimbalzi), McRoberts 2, Richardson, Green.
Celtics (48-34): A.Johnson 6, Crowder 13, Sullinger 6, Bradley 17, Thomas 21, Turner 16, Olynyk 11, Jerebko 4, Zeller 4, Smart.

Toronto Raptors @ Brooklyn Nets 103-96 (16-26; 49-47; 78-66)
Raptors (56-26): 
Caboclo 3, Thompson 12, Nogueira 6 (10 rimbalzi), Wright 18, Powell 30, Patterson 5, Ross 24 (10 rimbalzi), Biyombo 3, Joseph 2.
Nets (21-61): McCullogh 6, Sims 10, Larkin 6, Bogdanovic 29, Ellington 5, Sloan 11 (10 assist), Hollis-Jefferson 8, Kilpatrick 12, Brown 9.

Atlanta Hawks @ Washington Wizards 98-109 (33-33, 59-57, 76-84)
Hawks (48-34): Bazemore 4, Millsap 13 (11 rimbalzi), Horford 19, Korver 3, Teague 16, Humphries 3, Sefolosha, Hardaway Jr. 13, Schroder 11, Scott 10, Muscala 6, Hinrich.
Wizards (41-41): Porter Jr 5, Dudley 14, Nene 19, Thornton 14, Sessions 22, Hickson 6 (12 rimbalzi),Oubre 6, Anderson 3, Temple 12, Eddie 7, Gooden 1.

Orlando Magic @ Charlotte Hornets 103-117 (22-38, 50-64, 79-84)
Magic (35-47): Fournier 22, Ilyasova 7, Vucevic 17, Hezonja 10, Payton 2, Gordon 22, Marble 2, Smith 6, Watson 7, Dedmon 4, Nicholson, Napier 4.
Hornets (48-34): Lee 7, Williams 11, Zeller 3, Lin 10, Walker 2, Jefferson 26, Lamb 12, Daniels 13, Kaminsky 3, Hawes 12, Gutierrez 4, Harrison 6, Hansbrough 8.

Los Angeles Clippers @ Phoenix Suns 105-114 (27-25, 55-62, 75-85)
Clippers (53-29): Mbah a Moute, Pierce 6, Aldrich 14 (10 rimbalzi), Rivers 16, Prigioni 8, Ayres 8, Johnson 19, Green 12, Wilcox 19, Dawson 3.
Suns (23-59): Tucker 14, Leuer 16 (14 rimbalzi), Len 10, Booker 12, Price 3, Goodwin 10, Teletovic 22, Williams 14 (12 rimbalzi), Jenkins 7, Budinger 6.

Denver Nuggets @ Portland Trail Blazers 99-107 (31-27, 56-58, 79-87)
Nuggets (33-49): Miller 5, Jokic 18 (13 rimbalzi), Nurkic 11 (14 rimbalzi), Harris 16, Mudiay 25, Sampson, Faried 12, Barton 8, Toupane, Augustin 4.
Blazers (44-38): Aminu 10, Harkless 3, Plumlee 8, McCollum 17, Lillard 21, Roberts 14, Crabbe 16, Davis 9, Vonleh 6, Connaughton 3, Henderson.

Philadelphia 76ers @ Chicago Bulls 105-115 (32-16, 60-51, 73-86)
Sixers (10-72): Covington 27, Noel 7, Grant 20, Smith 10, Marshall 11, Thompson 21, McConnell 9.
Bulls (42-40): Snell 13, Mirotic 32, Felicio 6, Holiday 29, Butler 10 (12 rimbalzi e 10 assist), McDermott 16, Portis 9 (14 rimbalzi), Brooks.

New Orleans Pelicans @ Minnesota Timberwolves 109-144 (23-40; 50-72; 79-106)
Pelicans (30-52): 
Cunningham 17, Ennis 28, Asik 24 (11 rimbalzi), Douglas 22, Hamilton 6, Perkins 6, Frazier 6 (15 assist).
Timberwolves (29-53): Dieng 20 (11 rimbalzi), Towns 28 (14 rimbalzi), Rubio 7 (10 assist), LaVine 19, Wiggins 21, Bjelica 10, Smith, Payne 2, Muhammad 28, Rudez, Jones 9 (12 assist).

A cura di Domenico Laudando, Nicola Malcontenti, Marco Morandi e Ario Rossi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy