NBA Recap Point: Harden e i Rockets superano i Knicks, Iguodala decide sulla sirena

NBA Recap Point: Harden e i Rockets superano i Knicks, Iguodala decide sulla sirena

Commenta per primo!

New York Knicks – Houston Rockets 106-109

Super sfida al Madison Square Garden, il tempio della pallacanestro, tra i New York Knicks e gli Houston Rockets. I padroni di casa cercano di sbloccarsi sul parquet amico, dove hanno vinto solo una partita, quella inaugurale contro i Milwaukee Bucks. Gli Houston Rockets arrivano a questa partita in cerca di risposte, soprattutto dopo le parole d’Omer Asik che vuole una trade immediata, la squadra è in cerca di continuità, diversi i passaggi a vuoto in questo mese, con le sconfitte patite contro le due Los Angeles e Philadelphia. La partita parte su buoni ritmi e il primo quarto si chiude con un + 5 Houston grazie alla tripla allo scadere di Francisco Garcia, negli ultimi minuti del quarto sfortunato infortunio per Greg Smith che cercando di stoppare Anthony cade male sulla gamba destra, possibile problema dei legamenti per lui. Nel secondo quarto i Knicks aumentano l’intensità, andando all’intervallo in vantaggio grazie a un canestro sulla sirena di Bargnani. Nel terzo quarto sale in cattedra Harden, autore di 11 punti, dall’altra parte un buon Bargnani da 9 punti e 1 stoppata su Howard tiene ancora in corsa i Knicks. Nell’ultimo quarto aprono due triple, una si Casspi e l’altra di Lin, i Knicks tornano a contatto e nel finale succede l’incredibile Anthony riceve dalla rimessa di Shumpert, tiro incredibile da tre realizzato, ma l’arbitro ferma tutto per fallo del giocatore dei Knicks su Harden, qui praticamente finisce la partita che si concluderà sul 109-106 per gli Houston Rockets.
MVP del match, James Harden, autore di 36 punti, 9 rimbalzi e 2 assist, molto buone anche le prove di Lin, dalla panchina, ha siglato 21 punti con 5 rimbalzi e 3 assist, Parson, con 22 punti, e quella d’Howard che chiude con soli 7 punti, ma domina in contrastato a rimbalzo raccogliendo 15 rimbalzi.
I Knicks continuano a perdere in casa dove hanno trovato la W solo contro i disastrosi Bucks, la squadra sembra sentire la pressione del Madison e questo potrebbe essere un deficit importante nel corso della stagione. Guardando le prestazioni individuali dei padroni di casa buona prova di Bargnani con 24 punti, show di Carmelo Anthony con 45 punti e 10 rimbalzi e 15 punti (4/16) per J.R. Smith.

Golden State Warriors – Oklahoma City Thunder 116-115

Match di cartello di questo giovedì notte, giovedì sera nel fuso orario americano, che vede ad Oakland la super sfida tra i padroni di casa dei Golden State Warriors contro gli Oklahoma City Thunder. I Warriors stanno mostrando una pallacanestro veramente fantastica in questo inizio di stagione con Thompson e il solito Curry sugli scudi, gli OKC con il rientro di Westbrook sono tornati a far paura nella Western Conference. La gara parte già con ritmi molto alti, complici anche delle difese assolutamente da rivedere, sta di fatto che il primo quarto si chiude sul  33-32 per OKC, con Westbrook autore di 11 punti. Nel secondo quarto la partita rimane sempre equilibrata tant’è che all’intervallo entrambe le squadre sono con 62 punti. Nel terzo quarto i Warriors partono bene grazie alle due triple di Thompson e al canestro di Lee, si accende anche Curry autore di 9 punti, ma soprattutto inizia a ingranare Iguodala autore di 7 punti, fino a lì solo 5 punti per lui, negli ospiti provano a tenere botta Westbrook ed Ibaka, ma alla fine del quarto la squadra di Oakland vola sul +9. Nell’ultimo quarto sale l’intensità difensiva dei Thunder, ma soprattutto i Warriors fanno girare poco la palla sfruttando sostanzialmente i posto di Lee, O’Neal e Bogut, facendo diventare le trame offensive troppo prevedibili, così facendo OKC si fa di nuovo sotto ed a 3.19 trova con Sefolosha la tripla del -3, dopo un minuto Klay Thompson trova e converte un gioco da 3 punti che sembra allontanare i padroni di casa dai problemi, invece con i liberi di Ibaka e Durant OKC torna sotto sul -2, Thompson subito dopo trova il canestro del +4, ma non basta perché prima Jackson in penetrazione trova il canestro del -2, poi a 2 secondi dalla fine Westbrook crea un capolavoro che porta OKC sul +1, quando la partita sembra persa ecco Iguodala ricevere dalla rimessa di Thompson, si gira rapidamente e trova sulla sirena il canestro della vittoria. Eroe di giornata, ovviamente, Andre Igoudala, l’ex 76ers e Nuggets, ha chiuso con 14 punti e 9 assist, gran prestazione di Klay Thompson autore di 27 punti con il 6/9 da tre, Steph Curry ha chiuso con 22 punti e 9 assist e David Lee con 20 punti. Nei Thunder, in grande spolvero Ibaka autore di 27 punti e 13 rimbalzi, insieme a lui gran prestazione dei soli Westbrook, 31 punti, 9 rimbalzi e 5 assist, e Durant con 20 punti, 7 rimbalzi e 8 assist.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy