Ottava vittoria consecutiva per Chicago, pioggia di triple per NY, Cleveland sempre più giù

Ottava vittoria consecutiva per Chicago, pioggia di triple per NY, Cleveland sempre più giù

Commenta per primo!

 

New Jersey Nets – Chicago Bulls 73-84

Un ottimo Derrick Rose,21 punti per lui stasera, consente ai Bulls di incrementare la striscia di vittorie consecutive raggiungendo quota 8 (miglior serie positiva da ben 6 anni). Molto solide anche le prestazioni di Luol Deng (19 punti) e del rookie Omer Asik che, partendo dalla panchina, ha dato un contributo davvero notevole alla squadra (11 punti e soprattutto 16 rimbalzi- record personale- di cui ben 9 offensivi). Nei Nets solita buona prestazione di Brook Lopez (22 punti) e di Kris Humphries (13 punti e 16 rimbalzi). Deron Williams, invece, nonostante gli 11 assist serviti, ha sofferto parecchio la gran difesa di Rose che lo ha limitato a 5 punti (con un disastroso 1 su 12 dal campo). I padroni di casa hanno venduto cara la pelle; a 4:35 ancora da giocare sono riusciti a trovare la parità grazie ai liberi di Lopez. A questo punto però i Bulls hanno deciso di cambiare ritmo in difesa riuscendo a tenere i Nets al minimo di punti stagionali e al 35% dal campo. Il migliore in campo Rose commenta cosi: “questo è quello che stiamo facendo dall’inizio dell’anno, puntare sulla difesa; se il nostro attacco non gira, e questo avviene molto raramente, ci affidiamo alla difesa. Stasera lo abbiamo fatto alla perfezione. All’inizio i Nets riuscivano a fare tutto quello che volevano, poi abbiamo chiuso l’area e non abbiamo più concesso rimbalzi”. Chicago vince anche la sfida a rimbalzo (50-46) ma coach Thibodeau smorza i facili entusiasmi: “ dobbiamo fare un passo alla volta e concentrarci sul nostro miglioramento. Soltanto facendo ogni giorno le cose giuste potremo avere i risultati dalla nostra”. Dopo questa vittoria la pressione sarà dei Celtics che dovranno vincere il prossimo incontro per rimanere incollati alla vetta della Eastern.

Curiosità: i Bulls per festeggiare San Patrizio hanno indossato un’inusuale casacca verde.

New Jersey: Lopez 22 (8/15 da due, 6/7 liberi), Humphries 13, Vujacic 13. Rimbalzi: Humphries 16. Assist: Williams 11.Chicago: Rose 21 (8/18, 0/5, 5/6 tl), Deng 19, Korver 12. Rimbalzi: Asik 16. Assist: Noah 6

.

New York Knicks-Memphis Grizzlies 120-99

Un’incredibile prestazione di Toney Douglas (29 punti, 9-12 da 3) permette di aggiornare il record di triple realizzate (20!) dalla franchigia della Grande Mela e soprattutto di sconfiggere Memphis interrompendo la serie di 3 sconfitte consecutive.“ Una volta che ho iniziato a fare centro mi sono sentito come se nessuno potesse riuscire a difendere su di me -le parole di un raggiante Douglas- . Non importava se c’era un avversario a coprirmi: qualsiasi tiro finiva nel canestro”. La divisa verde di New York (in onore del santo patrono irlandese Patrizio) abbinata alla scarpe verdi fosforescenti di Douglas lo hanno fatto sembrare Hulk, una vera forza della natura praticamente immarcabile. Carmelo Anthony mette a referto 28 punti e Chauncey Billups ne aggiunge 18 per i Knicks che staccano Philadelphia e raggiungono il sesto posto solitario nella Eastern Conference. Memphis vince 41-35 la sfida a rimbalzo, ma chiude col 46,1% al tiro, pagando l’incapacità di difendere dal perimetro. “L’ultima volta ci avevano battuto con le triple – confessa coach Lionel Hollins -. Anche stavolta è successo lo stesso”. Dopo un primo quarto chiuso in perfetto equilibrio (29-29) i Knicks sono riusciti a prendere il largo nella seconda frazione (59-51). Memphis esce definitivamente di scena nel terzo periodo, martoriata dalla distanza: i Knicks fanno centro 7 volte da fuori aprendo una voragine di 18 punti (92-74). Memphis ricuce fino a 100-88 con 6’04” da giocare, ma Melo con 7 punti consecutivi tiene i Knicks al sicuro. A 17” dalla fine Douglas firma la tripla dei record e la festa del Garden può esplodere.

Curiosità: New York quest’anno ogni volta che indossa la divisa verde ottiene una vittoria; era già accaduto a Natale in occasione della sfida contro i Bulls.

New York: Douglas 29 (1/2, 9/12), Anthony 28, Billups 18. Rimbalzi: Stoudemire 9. Assist: Billups 8.Memphis: Conley 16 (4/9, 2/3, 2/2 tl), Arthur 15, Allen 14, Randolph 14. Rimbalzi: Arthur 7. Assist: Conley 6

 

Portland Trail Blazers-Cleveland Cavaliers 111-70

I Cleveland Cavaliers e coach Byron Scott si sono chiusi negli spogliatoi per mezzora dopo la disastrosa sconfitta con uno scarto di ben 41 punti contro Portland. Quando Scott è finalmente uscito le sue parole sono state molto dure: “ è incredibile l’atteggiamento mentale così morbida da parte della squadra; non ho proprio parole”. Gli fa eco Baron Davis, al rientro dopo la morte della nonna, “ sono intorpidito. E’ dura, per la prima volta in vita mia non riesco a trarre niente da tutto ciò, niente.” LaMarcus Aldridge (20 punti e 11 rimbalzi) ha definito quest’incontro come il più facile della stagione; anche Gerald Wallace (17 punti e 6 assist) ha contribuito alla vittoria dei Blazers, che hanno surclassato anche come numero di assist gli avversari (29-6). La vittoria di Portland nasce già nel primo quarto visto che il risultato è di 33-4 a 1’44” dalla fine; lo strapotere dei padroni di casa è dimostrato dal 69% al tiro contro un impresentabile 14,3% di Cleveland, un nuovo minimo nella stagione già disastrata. Nel secondo quarto Portland continua a dilagare, volando sul 55-19 a 4’47” dal riposo con gli incontenibili Aldridge e Wallace. Grazie alla precisione di Sessions dalla lunetta, Cleveland chiude il primo tempo sotto di 30 (64-34): ma ai Cavs manca tutto, dalla difesa (la quarta peggiore dell’Nba) al gioco di squadra. I Blazers inaugurano la ripresa con un 9-0, poi continuano a far male toccando i 44 punti di vantaggio (87-43 a 3’15” dalla terza sirena, con la gara già da tempo segnata. I Cavs comunque sono riusciti anche a fare di peggio, visto che a gennaio avevano perso 112-57 in casa dei Lakers.

Curiosità: i Cavaliers con LeBron James avevano vinto le ultime 3 gare al Rose Garden.

Portland: Aldridge 20 (9/10, 2/3 tl), Wallace 17, Matthews 14, Batum 14. Rimbalzi: Aldridge 11. Assist: Miller 6, Wallace 6.Cleveland: Sessions 14 (4/8, 6/6 tl), Gibson 12, Harris 10. Rimbalzi: Hickson 7. Assist: Harris 3.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy