Playoffs NBA, II Turno, Gara 6 – End of an era, OKC in finale

Playoffs NBA, II Turno, Gara 6 – End of an era, OKC in finale

Era nell’aria dal quarto quarto di gara quattro, adesso ne abbiamo conferma: OKC andrà in finale contro Golden State; la probabile ultima partita di Duncan e Ginobili si è appena conclusa.

 

San Antonio Spurs @ Oklahoma City Thunder 99-113 (19-25, 31-55, 65-91)

Durant 37, Westbrook 28 troppi punti per gli old men targati Spurs per reggere il ritmo della squadra più frenetica dell’NBA, finisce così un’era bellissima.
Dopo la sconfitta di 30 punti in gara 1 OKC ha saputo imparare dai suoi errori e ribaltare la serie; coach Donovan e Westbrook hanno saputo prendere le redini di una squadra che avrebbe potuto capitolare psicologicamente portandola a raggiungere un traguardo insperato.
Gli Spurs hanno tentato con lacrime e sangue di riacciuffare la partita, Duncan in primis ha saputo ancora spiegare diverse cose, ma il solo quarto quarto non è bastato: a fine partita 22 per Kawhi, 18 Aldridge, 19 Duncan. “Arriverò a pensarci quando uscirò da qua e capirò che fare della mia vita” le parole dure, che nessuno avrebbe voluto sentire, di Duncan sul prossimo anno; triste anche il probabile addio di Ginobili al basket NBA, uscito per falli a 19 secondi dal termine.

La partita di per se non ha raccontato una storia all’altezza della storia Texana, i Thunder hanno saputo imprimersi sin dal primo quarto fino ad ottenere una lead di 47-29, la tripla di Durant con 2 secondi dalla mezza ha segnato il 55-31. Thunder che a tratti hanno ricordato gli Spurs capaci di ottimizzare l’attacco e, per la prima volta, perdere poche palle: a fine partita questo dato sarà in parità per 10-10.
Terzo quarto sulla falsa riga dei primi due, la reazione degli Spurs si è sentita più nell’ultima frazione di gioco ma una tripla di Westbrook, dopo un miniparziale ospiti, ha chiuso ogni tentativo di rimonta.
Un grandissimo contributo alla vittoria è arrivato, insperabilmente, dalle mani di un Roberson in serata di grazia: nella serie aveva un record di 0-7 da dietro l’arco segnando invece ben 3 dei 5 tentativi “Quello è quel che intendo con gli dei del Basket” commenterà Parker rabbuiato a fine partita.

Spurs: Leonard 22, Aldridge 18 (14 rimbalzi), Duncan 19, Green 9, Parker 6, Mills 5, West 5, Ginobili 5, Anderson 6, Martin, Marjanovic 2, Miller 2.
Thunder: Durant 37, Ibaka 8 (10 rimbalzi), Adams 15 (11 rimbalzi), Roberson 14, Westbrook 28 (12 assist), Kanter 7, Waiters 2, Foye 2, Payne, Mohammed.

Key Stat: Per la quinta volta su sei partite OKC ha saputo imporre la sua forza sotto canestro vincendo la gara per i rimbalzi 50-40; la vera notizia rimane tuttavia la capacità di ridurre considerevolmente i Turnovers.

MVP: Kevin Durant ha saputo, in 42 minuti, segnare 37 punti prendere 9 rimbalzi e perdere 2 soli palloni il tutto con il 50% dal campo, limitandosi nel tiro dall’arco: unica tripla della serata il semi-buzzer beater del secondo quarto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy