Spurs vs. Grizzlies: una poltrona per due!

Spurs vs. Grizzlies: una poltrona per due!

Commenta per primo!

San Antonio dovra’ rinunciare almeno in gara-1 a Manu Ginobili, anche se con l’argentino di mezzo e’ sempre meglio attendere prima di considerarlo out; senza la guardia ex-Virtus, le rotazioni di coach Popovich dovranno necessariamente cambiare e questo in una squadra di specialisti (vedi Bonner o l’ex trevigiano Neal) puo’ essere un bel problema. Con Tony Parker, il talento di Bahia Blanca e’ stato per tutta la stagione uno dei terminali offensivi piu’ importanti per gli Spurs con 17,4 punti di media a partita, la piu’ alta dalla stagione 2007/2008: un dato significativo, dal momento che a detta di molti esperti, la discontinuita’ con il passato per Parker & C. e’ data proprio nella crescita nel gioco offensivo (6° attacco della Lega) e un calo delle cifre potrebbe intaccare le certezze della squadra. Una chiave della sfida potrebbe essere rappresentata proprio dagli attacchi: gli Spurs, infatti, hanno il miglior record NBA nelle partite vinte segnando piu’ di 100 punti, mentre Memphis sembra soffrire gli attacchi prolifici (solo il 29% di vittorie contro squadre sopra i 100…). Rispetto alla regular season, poi, c’e’ da attendersi il ritorno di Tim Duncan ai livelli che gli competono: il campione caraibico ha visto scendere le sue medie stagionali e, sebbene qualcuno parli del tramonto di un futuro Hall of Fame, c’e’ da scommettere che nei playoff il numero 21 tornera’ protagonista. Non c’e’ dubbio che quando la palla scottera’, l’esperienza del 2 volte MVP sara’ un valore aggiunto per gli “Speroni” e un problema in piu’ per i Grizzlies. Infine, il fattore-campo giochera’ un ruolo importante: all’AT&T Center gli Spurs sono praticamente imbattibili (36-5 in stagione) e la serie si apre proprio con due partite in Texas…

Memphis spacciata? Probabile, se ci si riferisce alle possibilita’ di passare il turno: l’assenza di Rudy Gay frena ulteriormente i sogni di gloria dei Grizzlies, il cui ritorno ai playoff dopo 5 stagioni e’ gia’ da considerarsi un buon risultato. Nella citta’ di Elvis, pero’, stanno ancora aspettando la prima vittoria in una gara di playoff della franchigia che non era riuscita nell’impresa neanche quando aveva sede a Vancouver. Obiettivo sicuramente raggiungibile per i ragazzi di coach Hollins, come testimoniano i precedenti stagionali tra le due squadre: Randolph e compagni hanno vinto le due sfide giocate in Tennessee nel mese di marzo, pareggiando il conto degli scontri diretti con i rivali (2-2). Il roster dei Grizzlies e’ un giusto mix di giovani talentuosi (Mayo, Gasol e soprattutto Conley) e giocatori esperti (Battier, Allen), i cui successi dipendono dalle prestazioni di Zach Randolph, leader indiscusso della squadra considerata anche l’indisponibilita’ di Gay: le non perfette condizioni fisiche di Z-Bo preoccupano non poco i tifosi, ma non c’e’ dubbio che l’ala grande fara’ tutto il possibile per festeggiare la prima vittoria in post-season al FedEx Forum e allungare così la serie.

 

Pronostico: Spurs 4-1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy