Straordinario Rose! Bulls sopra 2-0 coi Pacers

Straordinario Rose! Bulls sopra 2-0 coi Pacers

Commenta per primo!

Chicago Bulls-Indiana Pacers 96-90 (17-18, 44-47, 67-67, 96-90)

Chicago Bulls: Deng 14, Boozer 17, Noah 4, Bogans 3, Rose 36, Brewer 4, Watson 7, Thomas 4, Gibson 2, Asik, Korver 5, Butler ne. All. Thibodeau
Indiana Pacers: Granger 19, Hansbrough 6, Hibbert 8, George 6, Collison 8, Foster 9, Dunleavy 8, Rush 2, McRoberts 6, Price 13, Ford 5, Jones ne. All. Vogel

Come da pronostico i Chicago Bulls vincono anche Gara 2 e si portano sopra 2-0 nella serie contro gli Indiana Pacers. I Bulls trovano tantissime difficoltà anche in Gara 2, dopo aver inseguito i Pacers per ben 47’ in Gara 1. Chicago, però, in questa Gara 2, come anche in Gara 1, ha mostrato grandissimo carattere, ha dominato la sfida a rimbalzo (57 contro i 33 di Indiana) e ha dimostrato di poter vincere una partita di playoff nonostante 22 palle perse e una pessima percentuale dal campo (39%). Il mattatore della serata è stato il solito Derrick Rose (36 punti, di cui 14 nel quarto quarto, 8 rimbalzi e 6 assist), ben coadiuvato, al contrario di Gara 1, da Carlos Boozer (17 punti e 16 rimbalzi). I Pacers, sconfitti per due partite in fila dopo aver reso la vita molto difficile ai Bulls, trovano una buona prestazione corale (11 giocatori a punti), ma solo due giocatori in doppia cifra: Granger 19 punti e Price 13 punti. Le noti dolenti per Indiana sono rappresentate dall’infortunio di Collison (non ha giocato il secondo tempo) e dalla serata non splendida di Hansbrough (6 punti con 2/12 dal campo).

Partita: I Bulls schierano in quintetto: Rose-Bogans-Deng-Boozer-Noah. I Pacers rispondono con: Collison-George-Granger-Hansbrough-Hibbert.
Il primo canestro del match è di Rose, a cui risponde subito Hansbrough. Gli attacchi non sono molto produttivi e l’equilibrio nel match prosegue a suon di botta e risposta coi canestri di Boozer, Rose, Noah, Foster , Collison e Hibbert (12-12 al 9’). Lo stesso Boozer (9 punti nel primo periodo)risponde ai canestri di Collison e Granger. A chiudere il primo quarto ci pensano i centri di Hansbrough e Watson (17-18 al 12’).
L’inizio di secondo quarto è targato Dunleavy, che realizza 5 punti in fila. Watson e Gibson sbloccano i Bulls, ma 7 punti in fila di Price fanno scappare Indiana (24-32 al 16’). Rose (5 punti in fila)e Deng da 3 riportano a contatto Chicago (32-34 al 18’), ma Granger e Collison regalano il massimo vantaggio ai Pacers (36-45 al 22’). I Bulls, però, grazie al solito Rose e a Deng riescono a rientrare in partita già sul finire di primo tempo (44-47 al 24’).
Chicago inizia decisamente meglio il terzo quarto e, con Deng e le bombe di Rose e Bogans, arriva fino al +5 (55-50 al 29’). Il vantaggio dei padroni di casa cresce fino a 7 punti grazie alla precisione dalla lunetta di Boozer, Rose e Deng (65-58 al 33’), ma i Pacers negli ultimi 3 minuti del quarto piazzano un parziale 9-2 grazie a Foster, Granger e la bomba di Ford sulla sirena e impattano a quota 67 (67-67 al 36’).
L’inizio di ultimo periodo è scoppiettante con i canestri di Brewer, Ford, Foster e le bombe di Rose e Dunleavy (72-74 al 40’). Watson impatta a quota 74, poi realizzano in successione McRoberts, Deng e Rush ( 76-78 al 42’). Ma, come in Gara 1, nel momento di maggior difficoltà escono i veri Chicago Bulls. Il parziale in 2’ è di 7-0 con 5 punti di Rose e 2 di Boozer (83-78 al 44’). Price da 3 riavvicina i Pacers, ma Rose continua a bucare la retina sia dai liberi sia al tiro (87-83 al 46’). 2 liberi di Granger portano Indiana a -2, ma come in Gara 1 Korver mette una bomba fondamentale e chiude la partita. I liberi finali di Rose, Brewer, Deng e Price servono solo a fissare il punteggio finale sul 96-90. I Bulls festeggiano così il 2-0 nella serie, mentre i Pacers, certamente delusi per le due sconfitte a Chicago maturate negli ultimi minuti di gioco, dovranno trovare la giusta grinta per poter vincere le prossime 2 partite della serie ad Indiana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy