Tonfo Nuggets, Golden State avanti 2-1

Tonfo Nuggets, Golden State avanti 2-1

Commenta per primo!

DENVER NUGGETS – GOLDEN STATE WARRIORS: 108 -110

Ultimi, drammatici, secondi di gara 3 all’arena dei Warriors ad Oakland. Andre Iguodala prende palla dalla rimessa laterale, supera l’avversario e, all’altezza del centrocampo, fa partire il buzzer beater. La parabola si inarca morbida, sembra diretta implacabile verso il canestro, i 20.000 spettatori dell’Arena di Oakland trattengono il fiato. La palla danza sui ferri, per poi uscire definitivamente tra gli applausi liberatori del pubblico degli Warriors, che danni il via alla festa lanciando coriandoli gialli sul campo: 2-1 Golden State e serie ribaltata a favore dei californiani.

Per ora, questa serie tra la Franchigia del Colorado e gli Warriors si sta rivelando la più divertente e combattuta dei playoff: le squadre sono giovani, hanno talento, giocano bene a basket e, soprattutto, stanno avendo in queste partite delle percentuali mostruose al tiro. A parte l’incredibile 65% avuto da Golden State in Gara 2 – record NBA negli ultimi 22 anni – ieri le squadre han tirato fuori rispettivamente un 52% ed un 46% al tiro.

Per ora, la differenza maggiore tra le due squadre sembra essere una, ed ha un nome e cognome: Stephen Curry.
Per quanto simili infatti, le due squadre si differenziano dal fatto che gli Warriors sembrano avere il loro “go to guy”, mentre i Nuggets sono un collettivo di buoni giocatori senza nessuna vera stella o punto di riferimento in campo(ah già, ci sarebbe forse Gallinari…..).
Per Curry 29 pt e 11 assist, nettamente il migliore dei suoi, anche se il miglior marcatore della serata risulta essere Lawson, con 35 pt.
Le due squadre segnano molto e, infatti, mandano in doppia cifra rispettivamente cinque uomini per Denver e quattro per Golden State. Il primo quarto finisce in assoluto equilibrio, con 32 pt segnati da entrambe le squadra, poi nel secondo quarto – grazie a Lawson – Denver tenta di allungare e chiude il primo tempo in vantaggio sopra la doppia cifra.

Si preannuncia una facile vittoria per le pepite? Assolutamente no: l’implacabile Curry e Jack(23 pt per lui) rimettono le cose a posto e, anzi, portano la loro squadra addirittura in vantaggio. Si arriva così ad un combattutissimo quarto quarto, dove alla fine a spuntarla sono i californiani. Nonostante la sconfitta, George Karl da un giudizio positivo sulla partita, affermando di aver visto la sua squadra in crescita, e spera di continuare su questa strada.

Adesso, per Denver l’imperativo categorico assoluto è vincere, perché il 3-1 in favore di Golden State rischia di essere davvero un risultato irrecuperabile. Sintonizzatevi sui teleschermi gente, perché questa gara 4, che sarà decisiva, promette fuoco e fiamme.

TABELLINO:

Denver Nuggets: Iguodala 14 + 5 ast e 5 reb, Chandler 11 e 9 reb, Faried 15 e 7 reb, Fournier 2, Lawson 35 e 10 ast, Mc Gee 4, Brewer 16 e 5 ast, Miller 7 e 4 ast, Koufos ne, Randolph 4.

Golden State Warriors: Barnes 19 + 6 reb e 7 ast, Jack 23 + 5 reb e 7 ast, Bogut e Thompson 6(Bogut 9 reb), Curry 29 pt + 11 ast, Ezeli 3, Green 5, Landry 19, Jefferson e Bazemore ne.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy