Un George tuttofare ed un grande Stephenson abbattono Cleveland, Indiana ancora imbattuta

Un George tuttofare ed un grande Stephenson abbattono Cleveland, Indiana ancora imbattuta

Commenta per primo!

Nella notte di Indianapolis si è disputato il derby della Central Division tra i Pacers (padroni di casa) e i Cavaliers. Entrambe le squadre prive, causa infortunio, di due elementi chiave: Danny Granger (per i Pacers assente anche George Hill) e Andrew Bynum. Coach Vogel però ha trovato la cura all’assenza del talento di “Danny Danger” in Paul George, Most Improved Player della scorsa stagione, prontamente affiancato in quintetto da Watson, Stephenson, Hibbert e West. Per i Cavaliers invece c’è il brasileiro Varejao nello spot di 5, con Irving e Waiters a comporre il backcourt dei cavalieri. A completamento dello starting five ospite ci sono Tristan Thompson e Earl Clark.

realcavsfans.com

L’inizio è tutto targato dai ricci e dall’energia di Varejao, che mette a segno ben 8 dei primi 12 punti degli ospiti, portandoli a +4 praticamente al giro di boa della prima frazione. Dopo il jumper di Zeller, è Indiana a prendere il comando delle operazioni con George e Sloan, che firmano il 21-16 di fine primo quarto. Partita a basso punteggio e con errori da una parte e dall’altra.
Cleveland inizia con il piglio giusto la seconda frazione, con CJ Miles che propizia il tentativo di riavvicinamento targato Cavs, ma ci pensa Lance “Born Ready” Stephenson a ricacciare indietro i rivali con due triple nel giro di due minuti, che aprono un mini-break di marca Indiana che Waiters e Irving ricuciscono in un amen. A fine quarto c’è spazio per il 4-0 firmato da Hibbert e George, che vale il 43-37 per Indiana di fine primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi è CJ Watson il protagonista: prima l’assist per la tripla di George, poi il canestro che vale il momentaneo +9. Sempre Paul George poi porta a 12 le lunghezze di vantaggio, e scrive 18 al tabellino dei marcatori con 3 minuti da giocare nel terzo quarto, e poi ancora all’inizio dell’ultimo minuto del terzo periodo segna un’altra tripla pesante. I Cavaliers poi fanno registrare un 6-0 dal trio Jack – Tristan Thompson – Gee che vale il -7 ai Cavaliers, ma che non basta a portarsi in vantaggio.
L’ultimo periodo è di marca Stephenson: 13 punti per incorniciare la vittoria su Cleveland, mantenendo il margine accumulato nei quarti precedenti, nonostante Jack e Irvinng provino ad accorciare.
A Cleveland non bastano un buon Dion Waiters, l’unico col plus/minus positivo della sua squadra, e un Irving da 15 e 5 assist, con un Bennett che prende 6 rimbalzi in soli 12 di utilizzo. Per i vittoriosi Pacers le note più positive sono un Paul George, MVP di serata, da 13 rimbalzi e 21 punti, ed un Stephenson di vitale importanza per coach Vogel che mette a segno 22 punti. Bene Orlando Johnson dalla panchina, 7 punti e 6 rimbalzi, e CJ Watson che fa 7 e  assist, mentre Hibbert ne segna 11 e prende giù 5 rimbalzi in 28 minuti di utilizzo. Termina 89 a 74 in favore dei padroni di casa, che salgono a quota 3 vinte e non smuovono la casella delle sconfitte, mentre i Cavaliers scivolano al 33% con un record di una vittoria e due sconfitte.

CLEVELAND CAVALIERS @ INDIANA PACERS 74-89

Cavaliers: Irving 15, Waiters 17, Varejao 14, Clark 2, Thompson 2, Jack 8, Miles 8, Bennett, Zeller 6, Gee 2, Sims, Dellavedova, Karasev;

Pacers: Hibbert 11, George 21, Stephenson 22, West 4, Watson 7, Johnson 7, S. Hill 4, Scola 4, Sloan 4, Mahinimi 7, Butler 3, Copeland, G. Hill N.E.;

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy