Un immenso Zach Randolph abbatte i Thunder e manda i suoi alle WCF. La serie termina 4-1 in favore dei Grizzlies

Un immenso Zach Randolph abbatte i Thunder e manda i suoi alle WCF. La serie termina 4-1 in favore dei Grizzlies

Commenta per primo!

Gli Oklahoma City Thunder dopo le due trasferte a dir poco negative nel Tennessee, che li hanno visti soccombere in altrettante occasioni contro i padroni di casa dei Grizzlies tornano di nuovo a Oklahoma City, alla Chesapeake Energy Arena, dove disputeranno la quinta gara di queste Semifinals di Western Conference che potrebbe significare per loro l’abbandono di ogni speranza di rimonta o il prolungamento di questa serie, certamente tra le più seguite di questi PlayOffs NBA 2013 per scoprire chi sarà davvero l’anti- Heat nelle Finals che verranno.

TABELLINI:

                                                           1          2          3          4          Finale

Oklahoma City Thunder:                      23         15        24        22           84

Memphis Grizzlies:                             18         32        14        24           88

Primo periodo:

Partita che subito parte bene per i padroni di casa, che sospinti dal ritrovato Ibaka e dal maggior atletismo dei suoi uomini si portano sul 7 -0 dopo poco più di 2’30 dall’inizio del quarto.

I lunghi dei Grizzlies non ci stanno a far da comparsa e iniziano a giocare come sanno fino a riportare il punteggio in parità, grazie anche al loro backcourt composto da T.Allen, M.Conley e Jerryd Bayless, che ben ha figurato in questa seconda fase della Post Season.

Ovviamente tutto questo non piace ai due più in forma di OKC,  KD e Kevin Martin difatti non ci stanno e danno l’ultimo strappetto che permette a OKC di chiudere il quarto d’apertura col punteggio di 23 -18, con 5 punti di vantaggio sulla corazzata di coach Lionel Hollins.

Secondo periodo:

Il secondo quarto si apre con due bombe consecutive della coppia Bayless- Pondexter che non solo permettono ai Grizzlies di ridurre il gap che li teneva indietro, ma addirittura di prendere il controllo del match 24 -23 dopo solo 1’30 dall’inizio del periodo.

OKC sembra proprio accusare il colpo, e nonostante l’impegno encomiabile di R.Jackson e di Kevin Martin che provano in tutti i modi a tenere in vita i Thunder, la squadra di Hollins tenta la fuga con un super Zach Randolph, desideroso di mostrare a tutti che anche lui è un vincente e soprattutto ‘l’uomo’ su cui poter contare nei momenti decisivi.

KD a suon di liberi prova a tenere la scìa di Memphis, ma senza fare però i conti con T.Prince, un giocatore d’esperienza che di queste partite di PO ne ha giocate 117 con la canotta dei Pistons nella sua carriera, vincendo anche un titolo NBA contro i Los Angeles Lakers nel 2003/2004.

Nonostante i 12 punti a metà gara di Kevin Durant, i Grizzlies riescono a scappare e portandosi all’intervallo lungo sul +12, 50 – 38 con un fantastico Z-Bo, autore sin qui di ben 16 punti.

Terzo periodo:

Il terzo periodo viene inaugurato dal canestro di Conley, che porta il suo score a 11 punti e i suoi sul max vantaggio di +14.

Ma quando tutto pare finito per OKC ecco che ancora KD ( con i tiri liberi) e Ibaka con la sua energia da ambo i lati del campo riprovano a riportare in vita la loro squadra anche grazie ad un terzo periodo non troppo entusiasmante di Conley e soci.

Randolph e Conley continuano nonostante le apparenti difficoltà a banchettare con facili punti, anche se la squadra di Brooks riesce a rimontare in questo periodo 10 lunghezze, portandosi sul -2, 62-64 alla penultima sirena.

Quarto periodo:

Gli uomini di Hollins al ritorno sul parquet riprendono la loro corsa fermatasi sulla sirena del secondo quarto e col duo Dooling/Randolph ricominciano a martellare la retina avversaria fino a portare i Grizzlies  nuovamente sul +12, 80-68, a -4’ dalla sirena finale, quella che li separa dalle prime Finals di Western Conference della loro storia.

OKC prova in tutti i modi a tenere viva questa partita, e lo fa prima con Fisher, poi con Ibaka, molto più brillante rispetto alle partite precedenti e poi con Kevin Martin ben coadiuvato da R.Jackson, sicuramente uno dei migliori in campo per quanto concerne le fila dei Thunder.

Malgrado questo gli sforzi di OKC risulteranno vani, e Memphis dopo aver gestito con accuratezza il max vantaggio chiuderà la partita sul +4, 88-84, con due liberi di Tony Allen di un’importanza indescrivibile.

Partita questa che ha mostrato tutta la forza di Memphis, che a differenza di altre squadre si basa non sull’individualità, ma sul gioco di squadra.
Onore a OKC che ha tenuto testa in tutta la serie a questi Grizzlies molto più completi, anche dal punto di vista del roster e delle rotazioni, e complimenti a Memphis che per la prima volta nella storia della sua franchigia disputerà le finali di Western Conference.

MVP basketinside.com: Zach Randolph

Tabellini:

Oklahoma City Thunder: Kevin Durant 21pt +8reb+6ast, Serge Ibaka 17pt +8reb +3blk, Reggie Jackson 16pt +9reb+5ast

Memphis Grizzlies: Zach Randolph 28 pt+14reb+2ast, Marc Gasol 10pt +7reb+3blk, Mike Conley 13pt +7reb+11ast

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy