Brooklyn Nets Preview: Quale futuro per la squadra di Bargnani?

Brooklyn Nets Preview: Quale futuro per la squadra di Bargnani?

Nets.com

Un quadro dalla cornice stupenda ma dal significato controverso. Questa sembra la miglior definizione per una squadra tra le più indecifrabili nell’Est di questa nuova stagione NBA.

I Brooklyn Nets sono il quadro, la cornice è il futuristico Barclays Center, e il significato controverso è quella serie di nodi da sciogliere partita dopo partita nella città che non dorme mai.

 

Roster:

 

Jarrett Jack, PG, 191 cm

Shane Larkin, PG, 180 cm

Donald Sloan, PG, 191 cm

Bojan Bogdanovic, SG/SF, 200 cm

Wayne Ellington, SG, 193 cm

Markel Brown, PG/SG, 191 cm

Joe Johnson, SG/SF, 201 cm

Rondae Hollis Jefferson, SF, 201 cm

Sergey Karasev, SF, 202 cm

Quincy Miller, SF, 203 cm

Thaddeus Young, PF, 203 cm

Thomas Robinson, PF, 208 cm

Chris McCullough, PF/C, 211 cm

Brook Lopez, C, 213 cm

Andrea Bargnani, PF/C, 211 cm

 

Starting Five: Jack, Bogdanovic, Johnson, Young, Lopez.

 

Head Coach: Lionel Hollins, secondo anno coi Nets (38-44)

Arrivi:

 

Free Agency 2015: Bargnani (Knicks), Ellington (Lakers), Larkin (Knicks), Robinson (Sixers), Sloan

Trades: Quincy Miller (Detroit)

 

Partenze:

 

Free Agency 2015: Alan Anderson, Jerome Jordan, Mirza Teletovic

Trades: Mason Plumlee (Blazers)

Tagliati: Deron Williams, Earl Clark, Darius Morris

 

La partenza di Deron Williams mette Jarrett Jack di fronte all’arduo compito di agire come titolare, a discapito della sua reale dimensione di spacca-partite. Pacchetto playmakers che si completa in maniera piuttosto povera con l’ex Dallas Larkin e poco altro

Dopo una grande stagione da rookie, si spera sia l’anno della conferma per Bojan Bogdanovic, che lascerà la depth chart delle ali piccole per accasarsi nell’altrettanto povero ruolo delle guardie, dove dietro di lui nelle gerarchie non c’è il vuoto ma quasi (non me ne voglia Markel Brown o Wayne Ellington). E’ nello spot di ala piccola che i Nets potrebbero pescare grosso: ben quattro ali piccole a roster, tutte differenti per caratteristiche. Il veterano Joe Johnson, il dominatore difensivo Hollis-Jefferson, il tiratore puro Karasev e un talento mal sbocciato come Quincy Miller. Un giocatore che ha illuso le aspettative è Thaddeus Young, che verrà anche quest’anno affiancato dal talento puro di Brook Lopez, sperando riesca a giocare più di 40 partite. Interessante la posizione del Mago Andrea Bargnani nel roster di Hollins, perché è listato come centro dietro a Lopez ma sappiamo benissimo cosa potrebbe dare da ala proprio vicino all’ex pivot di Stanford, in una formazione “no-defense-much-offense”.

L’obiettivo stagionale è quello di raggiungere i playoff, risultato possibile solo se al limitato talento i giocatori di Hollins aggiungessero la grande esperienza che contraddistingue questo gruppo, qualità che potrebbe mancare nelle zone di Boston, Charlotte, e compagnia cantante.

POSSIBILE SORPRESA:

Rondae Hollis-Jefferson, un Tony Allen più alto, un Draymond Green più basso, anche se basta nominare quei due che possiamo intuire di che genere di giocatore è l’immatricolato da Arizona. Difenderà su 3 ruoli se necessario, e se dovesse aggiustare il tiro… Siamo di fronte a uno di quei 5 o 6 giocatori che possono determinare un campionato in difesa. Tutte congetture, per un giocatore che non ha ancora messo piede su un campo NBA. Ma perché limitarsi?

Pronostico Basketinside.com: 38-44, sperando in un piazzamento playoff.

Preview precendenti:

Philadelphia 76ers
Minnesota Timberwolves
Orlando Magic
Portland Trail Blazers
Denver Nuggets
Los Angeles Lakers

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy