Cento di queste stagioni – Evan Fournier

Cento di queste stagioni – Evan Fournier

Nel giorno del suo 24esimo compleanno, ripercorriamo la miglior stagione della guardia francese degli Orlando Magic.

 

Nato a 24 anni fa a Saint-Maurice, piccola cittadina alle porte di Parigi, Evan Fournier fa il suo esordio in NBA a soli 20 anni tra le fila dei Denver Nuggets dai quali è stato scelto al Draft 2012 con la pick numero 20 del primo giro.

Dopo due anni non esaltanti in Colorado dove colleziona uno scarso minutaggio ed appena otto partenze nel quintetto titolare, viene scambiato con Arron Afflalo in una trade che lo vede fare le valigie insieme a Dewyn Marble, destinazione Florida, Orlando.

Nella città di Disneyworld le cose vanno decisamente meglio e, dopo una prima stagione da 12 punti di media e svariate apparizioni nello starting five (32 su 58 partite giocate) il talento francese si appresta a vivere quella che sarà, finora, la sua miglior stagione oltreoceano, quella terminata la scorsa primavera.

La stagione 2015/2016 è stata una sorta di conferma, ha fatto capire a tutti che in questa lega, Fournier può ritagliarsi uno spazio importante se accetterà di fare un “compromesso” con il suo ego alcune volte un pò troppo ingombrante.

Utilizzato prevalentemente come shooting guard nel quintetto di coach Scott Skiles, il numero 10 parte subito forte e, nel mese di Novembre, mette a referto ben 7 partite con oltre 20 punti segnati, compreso un “trentello” in casa dei New Orleans Pelicans.

Dopo un avvio di stagione scoppiettante Fournier si stabilizza su cifre più “normali” fino alla pausa per l’All Star Game di Toronto, continua però a guadagnare fiducia nei confronti di coach Skiles e si assicura un minutaggio via via sempre più importante.

Finita la sosta riparte subito forte: tre partite di fila con oltre 20 punti segnati. Il mese di Marzo lo inizia saltando tre gare per infortunio, ma al suo ritorno la musica non cambia: buone prestazioni, tanti punti e quella che, probabilmente, rimane una delle sue migliori gare in stagione, il match contro i Denver Nuggets, dove il francese mette 30 punti in faccia ai suoi ex compagni di squadra e guida i Magic alla vittoria.

L’uomo soprannominato Don’t Google (se foste curiosi di sapere il perchè cliccate il suo cognome su Google immagini…ma ve lo sconsiglio vivamente!) chiuderà la stagione 2015/2016 con una media di 15,4 punti a partita ed un buon 46% al tiro (40% da oltre l’arco). Numeri che gli sono valsi la riconferma ed un ricco contratto da 17 milioni di dollari a stagione per i prossimi 5 anni. Segno evidente che i nuovi Orlando Magic guidati da coach Frank Vogel  hanno deciso di puntare forte anche su di lui per poter presto ritornare nell’elite di questa lega.

Che dire, sperando che la miglior stagione sia sempre la prossima…joyeux anniversaire, Evan!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy